Seguici su:

La Storia di Dragon Ball Z

In questa sezione vi racconteremo la storia di Dragon Ball Z, verranno divisive per Saga, dalla saga dei Saiyan fino all’ultima di Majin Buu. Buona lettura con la storia di Dragon Ball Z.

Saga dei Saiyan
story_dbz1
In Dragon Ball Z, Goku ha avuto un figlio e la terra vive ormai in pace da 5 anni. Un giorno, un contadino vede cadere un meteorite, e decide di andare a vedere cosa sia. Dal meteorite esce uno strano uomo, che valuta con 5 la potenza del contadino armato di fucile. Quando questi gli spara, respinge il proiettile e lo uccide, poi si dirige verso una fonte di potenza molto più grande, e incontra Piccolo. La sua potenza è 322. Prima che inizino a combattere, lo strano tipo avverte una potenza ancora maggiore, e si dirige verso di essa, senza curarsi del suo avversario impaurito, con la convinzione di aver finalmente trovato Kakaroth, e lamentandosi che non abbia ancora annientato la popolazione del pianeta. Bulma va a alla Kame House, ma trova solo Muten e Crilin. Lunch è partita cinque anni fa assieme a Tenshinhan. Poco dopo arriva Goku, che presenta a tutti suo figlio Son Gohan, dopodiché avverte una grande forza che si avvicina. Arriva l’alieno che aveva attaccato Piccolo, e si rivolge a Goku chiamandolo Kakaroth, chiedendogli perchè non abbia ancora annientato tutti i terrestri. Quando Crilin gli si avvicina, lo sbatte contro la casa con un colpo di coda. Goku gli chiede spiegazioni, e lui risponde dicendogli che entrambi sono Saiyan, i più potenti guerrieri dell’universo, e provengono dal pianeta Vegeta. Goku ha sbattuto la testa da piccolo, dimenticando l’aggressività che contraddistingue il suo popolo. L’alieno si presenta come il fratello di Kakaroth, Radish. Kakaroth era stato mandato sulla Terra per sterminarne gli abitanti, e poi vendere il pianeta al miglior offerente. Radish stende Goku, e, per convincerlo a unirsi a lui nella conquista di un pianeta, rapisce Gohan. Muten e Crilin sono d’accordo per aiutare Goku, ma arriva Piccolo, che si offre per andare con Goku, dicendo che gli altri non sono abbastanza potenti. Intanto Radish chiude Gohan nella sua capsula, ma il suo apparecchio gli segnala che ha una forza combattiva di 710, oltre il doppio di quella di Kakaroth, che arriva in quel momento, assieme a Piccolo. I due cercano di attaccare Radish, ma hanno la peggio. Piccolo perde un braccio, ma confida a Goku di aver preparato una nuova tecnica, che però richiede molto tempo per concentrare le energie. Goku cerca di distrarre l’avversario, mentre Piccolo prepara il Makankosappo, il cannone demoniaco della luce omicida trapassante. Non riesce a colpirlo, ma Goku lo attacca alle spalle, stringendogli la coda, ma la sua ingenuità permette a Radish di raggirarlo. La rabbia di Gohan gli permette di raccogliere energie fino all’indice 1307, quasi al livello della Makankosappo di Piccolo, e di attaccare Radish per liberare suo padre, dopodichè torna al livello 1. Approfittando della distrazione, Goku immobilizza il fratello, e permette a Piccolo di lanciare la Makankosappo, che uccide entrambi. Piccolo racconta a Radish delle sfere del Drago, che faranno resuscitare Goku, ma in questo modo, anche gli altri due Saiyan ne vengono a conoscenza, e decidono di sospendere la conquista di un pianeta per partire per la Terra. Poco prima che Goku muoia, Dio porta via il suo corpo. Dio ha portato via il corpo di Goku. Bulma raccoglie l’apparecchio che usava Radish per rilevare la forza, mentre Piccolo, accortosi della potenza di Gohan, decide di portarlo via e di allenarlo personalmente. Nell’aldilà, Goku viene portato da Dio al cospetto del re dell’inferno, perchè gli consenta di allenarsi presso il re del mondo. Ottenuto il permesso, Goku si incammina sulla via del serpente, dopo aver chiesto di avvisare la sibilla di non resuscitarlo per un anno. Piccolo inizia l’allenamento di Gohan, facendogli vedere quale possa essere la sua potenza. Gli ordina inoltre di togliersi il vestito, e lo lascia solo per insegnargli a cavarsela da solo. Goku sta ancora percorrendo la strada del serpente. È una notte di luna piena. Gohan la vede per la prima volta, e si trasforma in scimmione. Piccolo distrugge la luna, ricordando le parole di Radish, poi gli toglie la coda, il punto debole dei Saiyan, quindi se ne va, e lo lascia solo per sei mesi. Chichi è preoccupata per suo figlio e si avvia verso la Kame House, dove, nel frattempo, Bulma ha riparato il congegno, e Yajirobei è arrivato ad avvisare Crilin, Yamcha, Tenshinhan e Jiaozi di raggiungere il maestro Karin alla torre, perché Dio li vuole allenare. All’arrivo di Chichi, la avvisano che Gohan è stato portato via da Piccolo e che Goku è morto. Sono passati sei mesi, e Gohan è migliorato molto. Piccolo decide di insegnargli a combattere. Goku raggiunge la coda del Drago, e salta verso un piccolo pianeta nelle vicinanze, dove incontra una scimmia, che scambia per il re del mondo. Ma questi arriva dopo un po’, presentandosi come Kaioh, e chiede a Goku di fare una battuta, come esame per allenarlo. Passato l’esame, gli spiega che si sente molto pesante, perchè il pianeta ha una gravità dieci volte superiore a quella della Terra. Il primo allenamento consiste nel prendere la scimmia, Bubbles. Goku non ce la fa, quini decide di togliersi il vestito pesante e chiede a Kaioh qualcosa da mangiare. Dopo 40 giorni, Goku riesce a prendere Bubbles, e Kaioh decide di insegnargli un colpo segreto. Anche i suoi amici si sono allenati, e hanno superato Dio. Oltre al colpo del re Kaioh, Goku impara anche la sfera Genkidama, creata usando le energie di tutti gli esseri viventi, delle piante e dei minerali. Parlando attraverso il re Kaioh, avverte quindi Muten di farlo resuscitare, e si avvia per il ritorno lungo la strada del Drago. I Saiyan sono arrivati in una città, e la distruggono completamente, per poi avviarsi verso le due forze più grandi rilevate dai loro apparecchi: Piccolo e Gohan, raggiunti poco dopo da Crilin. Dopo una breve discussione con i Saiyan, Piccolo viene a sapere di essere un extraterrestre, precisamente del pianeta Namecc, ma scopre anche che Radditz, sconfitto solo dopo una dura battaglia, viene considerato uno smidollato dagli altri. Per saggiare la forza dei loro avversari, i due saiyan piantano dei Saibai man, uomini coltivati come piante. Intanto arrivano anche Tenshinhan, Jiaozi e Yamcha. Tenshinhan tiene testa agevolmente a un Saibai man. Anche Yamcha ne affronta uno, ma quando crede di averlo sconfitto, viene attaccato e ucciso. Crilin decide quindi di farla finita e lancia una Kamehameha controllata, che spazza via tutti i Saibai man, tranne uno che si scaraventa contro Gohan, ma viene fermato e ucciso da Piccolo.
 
Ti piace questa notizia? Condividila!

Comments are closed.