Jump to content
Anime in Evidenza
Manga in Evidenza
Sign in to follow this  
gagagico

Inter F.C.

Recommended Posts

ragazzi io ho cambiato sul 2 a 0 ma di quanto a perso

2 a 2, passa il werder per reti fuori casa...

mi dispiace ammetterlo ma le italiane in europa questa stagione non hanno proprio fatto una bella figura :ggh:

edit: maxshiba, dici che era questo il "carattere del Milan in europa" di cui si parlava nel topic di champions league? :ops: :XD:

Share this post


Link to post
Share on other sites

maxshiba, dici che era questo il "carattere del Milan in europa" di cui si parlava nel topic di champions league? :ops: :XD:

 

 

 

 

:asd: :asd: :asd: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :ride: :ride: :ride: lo avevo dimenticato :rotfl: hai ragione ............................. comunque meglio non dire niente già vedo che ramanzina ci faranno mercoledì tutti a sfotterci :ok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inter-Roma: arbitra Rizzoli

 

82916.jpg

MILANO - Sarà Nicola Rizzoli della sezione di Bologna l'arbitro di Inter-Roma posticipo domenicale della 26^ giornata della Serie A Tim 2008-2009 in programma domenica 1° marzo (ore 20,30) allo stadio "Giuseppe Meazza' in San Siro a Milano

 

Per Rizzoli si tratta della quarta direzione stagionale con i nerazzurri dopo Roma-Inter (19 ottobre 2008, 0-4), Inter-Juventus (22 novembre 2008, 1-0) e Atalanta-Inter (18 gennaio 2009, 3-1). Avrà come collaboratori Copelli e Stagnoli. Il quarto uomo sarà invece Pierpaoli.

 

Appiano: verso la Roma, 2° allenamento

 

114043.jpg

APPIANO GENTILE - Seduta di allenamento mattutina, al centro sportivo "Angelo Moratti", in vista di Inter-Roma, gara valida per il posticipo della 26^ giornata della Serie A Tim 2008-2009 in programma allo stadio "Giuseppe Meazza" in San Siro a Milano domenica 1 marzo '09.

I nerazzurri, dopo il riscaldamento, hanno svolto una serie di esercizi sulla velocità di finalizzazione e sul possesso palla. A seguire combinazioni offensive e partitella finale a campo ridotto.

Allenamento individuale, finalizzato al recupero dall'infortunio muscolare al polpaccio sinistro, per Walter Samuel.

 

 

Sky: tutto Chivu a "Special100one"

 

114046.jpg

Chivu: c'è molto ottimismo dopo la gara di andata contro il Manchester United?

"C'è sempre stato, adesso ancora di più perché un pareggio contro una squadra come la loro non è male. Ce la metteremo tutta a Manchester, sapendo che quest'anno a noi è andata meglio nelle partite giocate fuori casa".

 

È proprio il fatto che, lontani dallo stadio "Meazza", riuscite a esprimervi meglio che vi fa essere così ottimisti?

"No, non solo questo, anche perché siamo una grande squadra che può affrontare anche una partita difficile, come questa contro il Manchester United".

 

Cosa serve per qualificarvi?

"Serve fare gol, serve non prenderne, servono tante cose per raggiungere una qualificazione del genere, ma abbiamo le carte in regola per andare all'Old Trafford e giocarcela".

 

L'altra sera, nella prima mezzora, sembravate bloccati... "Si, ma a calcio si gioca in due e bisogna riconoscere i meriti dell'avversario. Soprattutto in quei primi 30 minuti loro sono stati bravissimi, hanno creato, noi non riuscivamo a trovare gli spazi, però poi ci siamo ripresi e, soprattutto nel secondo tempo, siamo riusciti a fare di più".

 

Che cosa ti ha impressionato di più del Manchester United?

"A me non fa impressione niente e nessuno. Sappiamo che abbiamo incontrato una grande squadra, con grandissimi giocatori e un grandissimo allenatore".

 

Tu hai già giocato all'Old Trafford con la maglia della Roma. Che cosa bisogna avere in più? "Niente, si sa che si va ad affrontare una grande squadra, davanti a 80mila persone, non è mai facile, soprattutto in uno stadio come quello dove i tifosi sono così vicini al campo, ma siamo tutti abituati a giocare queste partite e andremo a Manchester a giocarcela".

 

Hanno un punto debole?

"Tutte le squadre ce l'hanno. Il calcio è giocato da uomini e non esiste un uomo perfetto".

 

Come ha reagito José Mourinho?

"Dopo la partita non l'ho visto. Ieri abbiamo avuto una giornata di riposo e oggi ci siamo visti poco".

 

È vero che l'Inter sbaglia le partite di coppa rispetto a quelle di campionato?

"No, non penso. Andiamo in campo per vincere, ma a volte l'avversario ci può mettere in difficoltà, nel nostro campionato, come in Champions League".

 

Si dice che il calcio italiano sia inferiore a quello inglese, è d'accordo?

"Il calcio italiano non è inferiore a nessun altro campionato".

 

Sarà difficile pensare solo al campionato, con un impegno all'Old Trafford in programma?

"No, si pensa solo al campionato. L'11 marzo è lontano, prima abbiamo le semifinali della Coppa Italia, poi due giorni per pensare al Manchester. Ci sarà il mister che, magari, ci penserà di più e che in quei tre giorni ci dirà quello che dobbiamo fare".

 

José Mourinho intanto ha dei precedenti fortunati contro il Manchester United...

"Speriamo che vada per noi come andò a lui quando era alla guida del Porto".

 

In campionato, invece, è tutto nelle mani dell'Inter? "Si, però il cammino è ancora lungo. Dobbiamo continuare come abbiamo fatto finora e solo alla fine potremo dire se ce l'abbiamo fatta o no".

 

Domenica intanto c'è la Roma...

"La Roma è una grande squadra, con un grande tecnico che ci ha messo in difficoltà, specie nel nostro stadio. Sicuramente arriveranno a Milano per vincere, perché anche loro hanno degli obiettivi".

 

Nelle ultime giornate la squadra è cresciuta? "La Roma è sempre stata una grande squadra. Probabilmente siamo stati fortunati a incontrarli nel loro momento di massima debolezza, avevano avuto dei problemi durante l'estate con la morte del Presidente Sensi. Sono stati un po' in difficoltà, ma è una squadra ritrovata, che vuole raggiungere gli obiettivi. E uno di questi è vincere lo scudetto, perché so che hanno un allenatore che lo pensa e anche se non lo dice, se la giocheranno fino alla fine".

 

Chivu crede che siano ancora in corsa in campionato?

"Il Milan è a -11 e voi dite che ce la può fare, secondo me anche la Roma ce la può fare. Il campionato è lungo e tutte hanno la possibilità di farcela, anche Genoa e Fiorentina".

 

Christian Chivu sembra aver convinto definitivamente Mourinho nel ruolo di centrale...

"È stata la mia evoluzione, non è che l'ho convinto. Fin dall'inizio mi sono messo a disposizione, poi è il mister a poter decidere dove schierarmi. Ho sempre detto che in quel ruolo mi sento a mio agio perchè negli ultimi dieci anni la maggior parte delle partite le ho giocate da centrale".

 

Con l'Inter non ha ancora segnato: le manca un po' il gol?

"No, non mi manca perchè non ci penso, il mio ruolo è quello del difensore, il mio compito è non prendere gol come difensore. Sono contento se raggiungo degli obiettivi, dormo tranquillo la notte".

 

Un giudizio su Cristiano Ronaldo.

"È tra i cinque, dieci giocatori che in questo momento sono in grado di fare la differenza, come Messi, Ibra e Kakà".

 

Un giudizio su Davide Santon.

"È un ragazzo molto intelligente, molto bravo, che ha capito che per fare strada bisogna lavorare. Dio gli ha dato tanto, è molto umile e sta facendo le cose che tutti noi ci aspettavamo".

 

Un giudizio su Julio Cesar. "È molto importante avere un portiere che ti da' tranquillità e serenità. Lui è molto bravo in questo, fa parate straordinarie, riesce a fare tanto di più di quello che deve fare".

 

Secondo lei perché l'Inter segna così poco?

"Perchè il calcio è fatto così, è una cosa che può capitare nel calcio, però a volte basta uno 0-0".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inter-Roma: 19 convocati

114068.jpg

 

APPIANO GENTILE - José Mourinho ha convocato 19 nerazzurri per Inter-Roma, gara valida per il posticipo della 26^ giornata della Serie A Tim 2008-2009 in programma domenica 1 marzo allo stadio "Giuseppe Meazza" in San Siro a Milano (ore 20.30).

 

Portieri: 1 Francesco Toldo, 12 Julio Cesar, 22 Paolo Orlandoni;

 

Difensori: 2 Ivan Ramiro Cordoba, 6 Maxwell, 13 Maicon, 16 Nicolas Burdisso, 23 Marco Materazzi, 39 Davide Santon;

 

Centrocampisti: 4 Javier Zanetti, 5 Dejan Stankovic, 7 Luis Figo, 14 Patrick Vieira, 19 Esteban Cambiasso, 20 Sulley Muntari, 33 Amantino Mancini;

 

Attaccanti: 8 Zlatan Ibrahimovic, 10 Adriano, 45 Mario Balotelli.

 

Appiano Gentile: il presidente alla rifinitura

114043.jpg

 

APPIANO GENTILE - Stamane, al centro sportivo "Angelo Moratti", ultimo allenamento della squadra in vista di Inter-Roma, gara valida come posticipo della 26^ giornata della Serie A Tim 2008-2009 in programma domani allo stadio "Giuseppe Meazza" in San Siro a Milano (ore 20.30). Il gruppo, dopo il riscaldamento, ha svolto esercitazioni con la palla sulla velocità, partitelle a tema, esercitazioni tattiche e sul possesso palla. Sedute individuali per Cristian Chivu e Walter Samuel: per loro lavoro aerobico e di potenziamento. La squadra, al termine della seduta, ha ricevuto la visita del presidente Massimo Moratti.

 

I nerazzurri convocati da José Mourinho saranno in ritiro, da stasera, al centro sportivo "Angelo Moratti".

 

Mourinho: "Inter-Roma, sfida di qualità"

 

114070.jpg

APPIANO GENTILE - Dopo la consueta seduta di allenamento, il pranzo con la squadra e con il presidente Massimo Moratti, José Mourinho ha incontrato i giornalisti per parlare della sfida di domani sera contro la Roma. "Tutte le partite giocate contro la Roma sono state sempre di grande qualità. Quindi aspetto una gara impegnativa. La Roma è tra i migliori avversari possibili e, per noi, è stato sempre difficile perseguire il risultato. Entrambi abbiamo giocato martedì in Champions League, entrambi abbiamo problemi, ma c'è stato il tempo per recuperare sia fisicamente che psicologicamente. Di solito dopo le partite di Coppa noi giochiamo bene, vinciamo quasi sempre e, ovviamente, vogliamo fare così anche domani".

Non convocati, perché in recupero dai rispettivi infortuni, Cristian Chivu e Walter Samuel. Scelta tecnica per Nelson Rivas, Luis Jimenez, Francesco Bolzoni, Victor Obinna, Hernan Crespo e Julio Cruz. Su quest'ultimo l'allenatore nerazzurro spiega: "Mi sembra sia normale che un giocatore guadagni o perda il suo posto in campo o in panchina con il suo lavoro giornaliero. E responsabilità dell'allenatore quando un giocatore si esprime bene o meno bene, ma l'allenatore è anche responsabile delle sue scelte e ha il diritto di farle in base al rendimento".

 

Quindi Mourinho ha aperto una lunga parentesi su Davide Santon. Lo ha definito, senza indugi, "un fenomeno". E ha chiosato: "Tra quindici anni, quando Davide sarà un campione come Zanetti, come Facchetti, come Paolo Maldini, mi farà piacere ricordare che sono stato l'allenatore che gli ha dato un'opportunità vera e lui l'ha presa con personalità". Il tecnico ha parlato e spiegato anche la situazione di Patrick Vieira: "Se a voi piace, a me piace ancora di più. Se voi (ndr.: rivolto ai giornalisti) lo volete in campo, per me sarebbe fantastico averlo in campo. Ma Vieira non è ancora completamente pronto e io devo vincere". Mourinho ha raccontato anche l'incontro privato avuto con il centrocampista francesse dopo l'esclusione dalla lista dei convocati per la gara d'andata con il Manchester United. Decisa anche la difesa nei confronti di Mario Balotelli, che secondo la critica non si sarebbe dovuto rivolgere in certi modi a Cristiano Ronaldo: "Non sono d'accordo con la critica. In campo tutti i giocatori sono uguali, non esistono giovani, campioni, palloni d'oro o altro; mi piace la personalità di Mario, lui in campo non ha paura di niente e di nessuno".

Share this post


Link to post
Share on other sites

TimCup, Samp-Inter: situazione disciplinare

107731.jpg

 

MILANO - Mercoledì 4 marzo è in programma Sampdoria-Inter, gara valida per l'andata delle semifinali di Tim Cup 2008- '09, stadio "L. Ferraris" in Marassi a Genova, ore 20,45. Questa la situazione disciplinare in vista della sfida contro la squadra allenata da Walter Mazzarri.

 

SAMPDORIA

Diffidati: Gastaldello, Pieri, Ziegler;

Squalificati: Lucchini, Mirante.

 

FC INTERNAZIONALE

Diffidati: Muntari, Obinna, Samuel;

Squalificati: nessuno.

 

 

per quanto riguarda ieri non dico niente il primo tempo :wallbash: il secondo :ok:

Share this post


Link to post
Share on other sites
per quanto riguarda ieri non dico niente il primo tempo :wallbash: il secondo :ok:

io non l'ho vista :gocciola: ... ma abbiamo giocato così male? :ops:

si il 1 tempo uno schifo!!

ciao rag un pò che nn ci si vede :ride:

ciao gagagico, ben tornato :ciao:

 

:ops: avete visto il Mou oggi?... è sclerato :XD:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mourinho: "Adesso parlo io... "

 

114164.jpg

APPIANO GENTILE - Domani, a più di un mese dalla vittoria nei quarti di finale di Tim Cup contro la Roma, domani l'Inter, sarà nuovamente impegnata in Tim Cup allo stadio "Ferraris" di Genova, dove incontrerà la Sampdoria. Zlatan Ibrahimovic, Walter Samuel, Nicolas Burdisso , Christian Chivu e Francesco Bolzoni non sono stati convocati da José Mourinho e stanno recuperando dai rispettivi infortuni. Non partiranno con la squadra neanche Davide Santon, affeto da uno stato febbrile, Julio Cesar, Luis Figo, Julio Cruz per scelta delll'allenatore.

 

José Mourinho, durante l'incontro con i giornalisti, ha affrontato, senza paura, tutti gli argomenti di attualità di questi giorni, con l'Inter attaccata da mille polemiche. "Se Ranieri è al fianco di Spalletti io sono a fianco di Zenga, Del Neri e Prandelli che hanno subìto torti abitrali quando hanno affrontato Juventus e Roma, e anche al fianco di Marino e Novellino che dovranno affrontarle questa settimana. Chissà forse è meglio per loro che facciano giocare la squadra dei Primavera, e anche per noi forse sarebbe meglio non giocare affatto... ".

 

 

Mourinho: "Manipolazioni intellettuali"

114164.jpg

APPIANO GENTILE - Domani è il giorno di Sampdoria-Inter, gara valida per l'andata delle semifinali della Tim Cup 2008-09, in programma domani sera allo stadio "Luigi Ferraris" in Marassi a Genova (ore 20,45). José Mourinho ha incontrato i giornalisti, in conferenza stampa al centro sportivo "Angelo Moratti", dopo l'ultimo allenamento.

 

 

 

 

Mourinho: la partita contro la Sampdoria sarà un'occasione per tornare ad utilizzare il vecchio modulo?

"Preferisco non rispondere, la partita di domani sarà semplicemente un'occasione per fare un risultato che possa portare l'Inter in finale. Abbiamo detto dal primo giorno che è una competizione che sembrava essere poco rispettata in Italia, ma noi l'abbiamo sempre rispettata e abbiamo sempre giocato in modo serio e siamo arrivati in semifinale. Ora abbiamo una partita difficile contro una squadra che sicuramente vorrà fare lo stesso. Sarà importante giocare la gara con responsabilità, ma non dico con che modulo o sistema scenderemo in campo. Preferisco fare una conferenza stampa in stile Medioevo perché ho capito di essere troppo avanti , troppo bravo e devo ritornare indietro... ".

 

In che senso 'troppo avanti'?

"Andiamo al sì o no, al politicamente corretto, ritorniamo al Medioevo... ".

 

Le hanno dato fastidio le dichiarazioni di Claudio Ranieri secondo il quale, Mourinho non ammette mai quando l'arbitro sbaglia a favore della sua squadra?

"Voi avete il mio permesso di chiedere a Claudio Ranieri cosa voleva dirmi stamattina quando mi ha chiamato al telefono".

 

L'ha chiamata Ranieri?

"Sì, chiedeteglielo nella prossima conferenza stampa, dopo la partita, stasera... ".

 

Ha risposto alla telefonata?

"Se mi chiedete questo, significa che non mi conoscete a fondo, nonostante siate tutte le settimane qui".

 

Carlo Ancelotti ha dichiarato che lui non dico mai quello che pensa perchè il calcio non è abituato alla verità, Mourinho invece la verità la dice sempre. Crede di poter cambiare il mondo del calcio?

"Non so se sono io a far bene o male, non voglio andare su questo argomento. A me non piace la prostituzione intellettuale. Non mi piace, no. Mi piacciono l'onestà intellettuale, il resto dipende dal vostro giudizio. Io, però, sono sempre uguale a me stesso e mi sembra che negli ultimi giorni ci sia stata una grandissima manipolazione intellettuale e grandissimo lavoro organizzato per manipolare l'opinione pubblica e questo, secondo me, è un'operazione fantastica di un mondo che non è il mio, che lo sarà fino a quando lavorerò nel calcio, ma che davvero non è il mio mondo. Però questa manipolazione è stata un successo: negli ultimi due giorni, infatti, non si è parlato d'altro. Non si è parlato di una Roma con grandissimi giocatori, con tanti giocatori che io volevo avere con me, e che finirà la stagione con zero titoli. Non si è parlato di un Milan che finirà la stagione con zero titoli e con giocatori che hanno una cultura vincente e tutto ciò di cui una squadra ha bisogno. E non si è parlato di una Juve che ha conquistato tanti punti, ma tanti di questi con errori arbitrali. Come si dice che Ranieri e Spalletti sono uno al fianco dell'altro, allo stesso modo io sono a fianco di Zenga, Del Neri e Prandelli perché tutti e tre hanno perso tre punti giocando contro la Juve. E sono anche al fianco di Marino e Novellino, che il prossimo fine settimana dovranno giocare contro la Juventus. Se io fossi in Novellino o Marino adesso, forse sarebbe meglio non giocare o giocare con la seconda squadra. Davvero, sarebbe meglio non giocare o farlo con i ragazzi della Primavera. E chissà forse anche per l'Inter è meglio non andare a giocare domani o la prossima settimana, perché sta per arrivare il giorno dello scandalo... Perché chi parla in certi modi del rigore di Balotelli, della partita contro la Roma... : questa è manipolazione intellettuale. È un gioco che io non voglio giocare. Forse questa è l'ultima volta che parlo in questo modo, mancano 91 giorni per dire a tutta l'Italia 'arrivederci, buone vacanze'. Andrò in vacanza e, per un mese e mezzo, non parlerò. Mancano 91 giorni e penso che, nonostante la mia personalità, sarò capace per 91 giorni di fare le conferenze stampa come quelle del Medioevo, ma prima voglio chiedervi una cosa: non capisco perché io sono bravo a parlare, se io parlo alla stampa solo perchè devo farlo, perché c'è un contratto. Sono qui con voi perchè mi dicono che devo farlo, dopo ogni partita io parlo con i giornalisti perché mi dicono che per contratto devo farlo. Ranieri e Spalletti, invece, sono sempre ospiti nei programmi serali. Ogni volta che arrivo nello spogliatoio e accendo la tv li vedo. Sempre. Spalletti parla prima della partita, all'intervallo, dopo la partita. Parla con uno, parla con l'altro, è amico di Ilaria (ndr.: D'Amico), è amico di Mauro, è amico di tutti. E io sarei quello bravo a parlare? Io sono bravo perché mi dicono che devo, per forza, parlare. Se l'ufficio stampa dell'Inter mi dicesse di non parlare alla stampa per due mesi, per me sarebbe fantastico. E io sarei bravo? Io che non parlo alla stampa e c'è qualcuno che, forse, paga per parlare. Io rifuto. Rifiuto chi vuole pagarmi per un'intervista. C'è chi mi offre del denaro per rilasciare un'intervista, ma io non sono bravo... È il mio lavoro, mi pagano per fare questo lavoro, ho un contratto con l'Inter e l'Inter ha un contratto con i media e come allenatore di questa squadra parlo, devo farlo. Quante volte ho rifiutato di rilasciare un'intervista a Sky? Tutti i giorni. Tutti i giorni l'ufficio stampa mi chiede d'ncontrare i giornalisti di Sky, del Corriere della Sera o della Gazzetta dello Sport. E io dico sempre 'no'. E io sarei bravo? Io non manipolo l'opinione e non ho mai partecipato come ospite a una trasmissione serale. Io non sono il campione delle trasmissioni, sicuramente non sono io. Però va bene, non si parla del Milan con 12 punti di meno in classifica. Non si parla della Roma con il miglior centrocampo d'Italia che arriverà alla fine della stagione con zero titoli. E non si parla della Juve, del rigore che c'era per un fallo di mano nella partita contro il Catania e anche a Palermo con Marchisio o del fuorigioco nell'ultima partita contro il Napoli. Non si parla di niente. Di che si parla? Di Mario Balotelli, che parte in azione da fuori area, va dentro fra tre avversari. C'era il rigore. Se vogliono dire che il rigore c'era, lo dicano, ma se vogliono dire che non c'era, che almeno lo dicano con qualche dubbio. Okay, loro sono insieme, al fianco l'uno dell'altro. Allora io sono al fianco di Zenga, Prandelli, Del Neri, Novellino e Marino. Sono al fianco di tutti loro. L'unica partita nella quale l'Inter ha conquistato i tre punti, favorita da un errore arbitrale, è stato nella trasferta a Siena dovehttp://www.dragonballforever.it/pub ... =32&t=2503, dopo la gara, l'allenatore dell'Inter è andata in conferenza stampa e ha detto che la sua squadra aveva conquistato i due punti con un errore arbitrale. Il giorno dopo c'è stato un altro allenatore, che pare guardi ogni cosa che fa Mourinho, e in quel giorno una squadra ha vinto tre punti a Bergamo aiutata da un errore dell'arbitro. E per la prima volta questo allenatore, a cui piace tanto guardare Mourinho, ha deciso di dire 'okay, era fuorigioco, la mia squadra bianca e nera non doveva vincere questa partita'. Grazie, a domani".

 

José Mourinho si alza, saluta i giornalisti, spiega che in Tim Cup giocheranno quasi tutti i convocati con Francesco Toldo in porta ("riconoscimento per il rinnovo contrattuale"), perché gli infortuni tengono a Milano molti nerazzurri. Spiega che aveva pensato a un turno di riposo per Maicon, però Davide Santon è a letto con la febbre. Spiega. Ha già spiegato tutto quello che c'era da spiegare.

 

 

Nota ufficiale di F.C. Internazionale

000028_calcio-generico.jpg

 

MILANO - Dopo aver letto con attenzione la nota ufficiale di Juventus F.C., si sottolinea che José Mourinho ha risposto in maniera chiara ed esplicita a un attacco di pari livello.

 

Il nostro allenatore ha espresso le sue idee, senza insinuazioni, senza malizia, con sincerità, secondo il suo stile, molto apprezzato dalla Società.

F.C. Internazionale

 

 

io sto con il nostro allenatore in più ripete la stessa discussione che abbiamo fatto noi qui in precedenza

Share this post


Link to post
Share on other sites

erano dichiarazioni che andavano fatte già parecchio tempo fa!!!

finalmente!!! :capo: l'unica cosa che devo rimproverare a Mourinho è di aver usato toni troppo accesi, sarebbe stato meglio parlare con più calma :gocciola: però il contenuto del discorso lo approvo in pieno e credo che tutto il popolo interista sia daccordo :ok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo che abbia usato un tono acceso, magari polemico, ma si è sempre distinto come in questa occasione. Diversamente da Spalletti e Ranieri a Controcampo. Una cosa vera l'hanno detta "I co***oni vanno sempre in coppia". A me sembra che si siano formate tante coppie... ^^"

Share this post


Link to post
Share on other sites

come titolre no, sicuramente non è da Inter, ma di solito giocava abbastanza bene e almeno come riserva non era male... purtroppo dalle ultime partite si vedeva che non era in forma e probabilmente non era il caso di farlo giocare...

ma neanche Cordoba ieri sembrava molto in forma, praticamente il primo e il terzo gol della Samp li abbiamo regalati noi :gocciola: spero con tutto il cuore che Samuel ( :capo: ) torni presto :sigh:

Share this post


Link to post
Share on other sites
erano dichiarazioni che andavano fatte già parecchio tempo fa!!!

finalmente!!! :capo: l'unica cosa che devo rimproverare a Mourinho è di aver usato toni troppo accesi, sarebbe stato meglio parlare con più calma :gocciola: però il contenuto del discorso lo approvo in pieno e credo che tutto il popolo interista sia daccordo :ok:

 

in effetti ha esagerato,ma moratti e meterlo a freno chi si ricorda del sig ex all. mancini(brutti ricordi).

per la partita di genoa sono :ride: con burdisso e cordoba o materazzi(convalescente) abbiamo risciato,se nn bastasse un mio amico juventino aveva fatto una battuta :fumo: molto gufosa su l'inter.

bè il gol di balotelli poteva anche nn essere dato,era molto dubbioso :mhmm: .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...