Jump to content
Anime in Evidenza
Manga in Evidenza

Imparare il giapponese


Recommended Posts

Si scrive "Temee" ed il significato sarebbe "Tu" però con un'accezione molto dispregiativa quindi spesso viene tradotto per rendere l'idea della nostra lingua con "(tu) dannato/maledetto"

allora l'avevo tradotto bn... :cool: ...ero in dubbio xk sdpesso lo usano anche tra amici e non solo tra nemici....(ichigo/rukia-ichigo/renji)cmq grz goccia :ok:

Link to post
Share on other sites
bè io ne so una sicura

shireko=ordini

kabesohi= penso disperditi

 

poi gli aggettivi li so ma per riassumere ci sono quelli formali e quelli no :ops:

 

:mhmm: disperditi è chire (a meno di qlc altra accezione di cui i giapponesi vanno ghiotti XD)

Chire che deriva da chirasu (vedi XD in bleach quando Byakuya dice "Chire Senbonzakura" che è appunto disperditi Senbonzakura)

 

Se intendi ordini come sostantivo si è giusto shirei o anche kamei/gourei/meirei o anche kiritsu se si parla di ordini intesi come regole leggi eccecc

 

se invece intendi "ordini" come verbo meijiru o anche iiwatasu...

 

Non sono gli aggettivi ad esser formali o non, ma i sostantivi. ^^

Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

Grandeeee..non sapevo che in questo forum, c'è un topic che si parla della lingua giapponese...sto cercando da tantissimo tempo di conoscere meglio la lingua giapponese(visto che sono un fan del Giappone e della sua cultura)

 

aggiungo 3 cose che so del giappone, che nn ho visto nel topic o forse si, nn ricordo

 

cmq (lo scrivo in base alla pronuncia, non so come si scrive)

 

Nanì: "Che cosa?" o "Cosa"

Masaka: "Non può essere" o "Impossibile"

Ksho(ma può essere) : "Maledizione!!!!"

 

ho fatto bene?

 

attendo anche altre fonti interessanti sulla lingua giapponese (RULEZ! XD)

Link to post
Share on other sites

Io vorrei che qualcuno mi togliesse una curiosità :P

Vedendo Bleach subbato, mi son sempre chiesta cosa significassero tutte le desinenze alla fine dei nomi tipo..

 

Nii - SAMA

Kaien - DONO

Kurosaki - KUN

Nee - SAN

Inoue - CHAN

 

ecc ecc ^^"..

Link to post
Share on other sites

quei suffissi sono usati come onorificenze solo nel parlato e non hanno tutti una vera e propria trasposizione italiana, infatti, noi per rivolgerci verso qualcuno usiamo al massiono l'appellativo "signore/a"

In giapponese essi sono utilizzati in secondo il grado di parentela e rispetto ma anche per indicare il grado di confidenza.

il "kun" è usato molto fra giovani amici, o da persone più grandi verso i più giovani in maniera molto confidenziale.

"san" è un suffisso che ha una grande versatilità; può essere usato in maniera formale con persone con cui non si ha un rapporto particolarmente amichevole oppure in maniera amichevole e rispettosa per rivolgersi ad un collega, un superiore (infatti negli anime noti che è usato in vari contesti).

il "dono" è un gradino sopra il "san" per formalità ed è usato verso persone per cui si ha molto rispetto.

infine il "sama" è l'onoreficienza più alta secondo il rispeto di uno verso un altro, ed è usato anche e soprattutto verso chi ricopre un'elevata carica istituzionale o religiosa ad esempio ma anche se ritenuta particolarmente importante (non dal punto di vista affettivo).

"chan" è un vezzeggiativo usato verso i bambini o anche fra ragazzi in maniera molto affettuosa, ma solo se si ha molta confidenza, altrimenti è una scortesia.

Poi ce ne sono molti altri, come "senpai", usato anche da solo, ed in un rapporto di anzianità, tipo tra studenti di anni diversi, oppure "sensei", usato anch'esso da solo a volte ed è più che un suffisso un titolo, in questo caso "maestro" (per il suo utilizzo a volte "sensei" viene erroneamente paragonato a "sama" o viceversa, ma anche se può capitare che a seconda della persona cui ci si rivolge vanno bene entrambi, generalmente è sbagliatissimo accomunarli)

in ambito familiare poi ce ne sono molti altri.

Link to post
Share on other sites

topic stupendo , vorrei ringraziare tutti per i suggerimenti e aiuti

e dei complimenti speciali a Goccia in quanto la sua conoscenza del giapponese è da rispettare secondo il mio parere in quanto studia come autodidatta e per il semplice gusto di farlo.

 

io di mio riesco a capire determinate parole negli anime anche senza leggere più i sottotitoli in quanto riconosco la parola. Questo grazie ad anime come One Piece e dopo aver letto un paio di volte il significato ora è rimasto impresso. Ho provato a cercare qualcosa su internet ma con scarsi risultati, spero di far meglio con i vostri suggerimenti .

Link to post
Share on other sites
topic stupendo , vorrei ringraziare tutti per i suggerimenti e aiuti

e dei complimenti speciali a Goccia in quanto la sua conoscenza del giapponese è da rispettare secondo il mio parere in quanto studia come autodidatta e per il semplice gusto di farlo.

 

io di mio riesco a capire determinate parole negli anime anche senza leggere più i sottotitoli in quanto riconosco la parola. Questo grazie ad anime come One Piece e dopo aver letto un paio di volte il significato ora è rimasto impresso. Ho provato a cercare qualcosa su internet ma con scarsi risultati, spero di far meglio con i vostri suggerimenti .

quoto in tutto...questo topic è davvero magnifico mi sta risultando molto utile per imparare qualcosina in più...grazie a tutti :ride:

Link to post
Share on other sites

Non si potrebbe mettere una pagina sola con tutti gli appunti? :asd:

 

Comunque mi metto anche io:

Imparato dal FF Dissidia:

Moku= Vuoto (credo eh! Il "vuoto" di Exdeath.. almeno credo)

Chikara= Potere, forza.

E l'assenza di onorifici indica comunque intimità! Ovviamente non al livello del -chan ma indica una parità tra le persone (Me lo ricordo quando si Ishida si arrabbiò con Ganju per averlo chiamato semplicemente "Ishida" .. "Da dove viene tutta questa confidenza!?)

 

Mi piacerebbe sapere cosa sono quei -oh -da usati vicino alle parole..

"Kono chikara-da!" per esempio..

Link to post
Share on other sites

ora scrivo i pronomi personali neutri (vanno bn per qualsiasi circostanza insomma xD):

watashi(watasci) io

anata (anata) tu

kare(karè)egli

kanojo(kanogio)lei

watashi-tachi(watasc(i)taci) noi*

anata-tachi(anata-taci)voi

kare-ra(kare-ra)essi

 

quelle fra parentesi sono le pronunce italiane

 

*=la "i" e la "u" tendenzialmente non vengono pronunciate.

 

(chiedo scusa se sono stati gia postati non ho letto tutti i post)

Link to post
Share on other sites
esatto lolloman ^^

a me è rimasto più impresso quando si presenta zaraki: "zaraki kenpachi da" che detto con quella vociona è fantastico XD

 

guardate che la lingua parlata negli anime non somiglia per niente a quella parlata nella vita di tutti i giorni xD... non è che si rimepiono di temèe (che i subber traducono sempre con bast***o ma significa semplicemente "tu" in modo dispregiativo) o baka o chissà che altro, anzi parlano più alla kisuke(che parla formalmente di solito) :asd: :asd:

Link to post
Share on other sites

già, quello senz'altro, anche perchè la politica giapponese li "obbliga" a parlare così, sentono molto la diversità di classe o semplicemente per rispetto .....

forse l'unico giapponese che si avvicina a quello degli anime è quello fra amici intimi, penso che anche quello familiare sia già più formale

Link to post
Share on other sites

ora i numeri(mi sento ispirato col giapponese stamattina xD):

ichi 1

ni 2

san 3

shi/yon 4 (si preferisce "yon" perchè "shi" significa anche morte :asd: :asd: )

go 5

roku 6

shici/nana 7 (si usa di piu "nana" ma non ne so il motivo xD)

hachi 8

kyuu/kuu 9 (kyuu è il piu usato)

ju/jyuu 10 (praticamente hanno lo stesso suono: giù [con la "i" che si sente])

 

da 11 in avanti si procede "montando" i primi dieci numeri, quindi:

juu-ichi, juu-ni (dieci-uno, dieci-due e così via)

per i numeri 20, 30, 40, 50, 50,70, 80 e 90 si scrive: ni-juu, san-juu ecc

il numero cento si scrive hyaku

di conseguenza 101 è: hyaku-ichi ecc

200, 300, 400, 500, 700, e 900 si scrivono: ni-hyaku ecc

600 e 800 si scrivono invece roppyaku e happyaku (c'è una contrazione insomma)

infine il numero 1000 si scrive "sen"

quindi 2000 ecc ni-sen ecc

 

es:3581=san zen* go hyaku hachi juu ichi

*zen=sen

 

 

non credevo fosse così lungo (se non è chiaro o avete dubbi dite eh)

Link to post
Share on other sites

ottimo lolloman ^^ nn conoscevo le particolarità del 600 e del 800 u.u

anche qui mi viene spontaneo fare un esempio XD quando neji usa il byakugan e la chiusura delle 128 porte dice:

hakke hyaku ni juu hachi .... anche se hachi mi pare nn lo dica per intero .....

Link to post
Share on other sites

ah ok, io pensvo che era perchè attaccata alla parole c'era una specie di grido, un po' come fa renji, nn dice zabimaru ma zabimaraaaaaaaaaaa

 

mmm forse questo fatto di nn dire i ed u è stato adottato per diminuire la lunghezza delle frasi e farle scorrere meglio .....

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...