Jump to content
Anime in Evidenza
Manga in Evidenza

Che ne pensate della pena di morte?


sasukeuchiha87
 Share

Recommended Posts

io sn assolutemente contrario noi condanniamo le persone che hanno ucciso qualcuno xke hanno privato della vita una persona, cosa che nessuno può fare x qusto vengono condannati allora anke noi uccidendoli cn la pena di morte priviamo qualcuno della vita cs che nn va mai fatta. Se la si fa per me si e allo stesso livello dell'assassino che viene condannato

Link to comment
Share on other sites

Se la giustizia venisse veramente applicata non ci sarebbe bisogno della pena di morte... ma, ahimè, viviamo in un mondo ingiusto. Sono quindi favorevole a ciò solo se la giustizia dell'ergastolo non fosse pienamente applicata... altrimenti la ritengo del tutto superflua e inutile. Il problema non è avere o meno la pena di morte... il problema di fondo è che la giustizia in questo mondo non esite. Pensiamo prima a risolvere questo problema e poi potremmo pure disquisire sul fatto che la pena di morte dovesse venir reintrodotta o meno, considerata giusta oppure no.

Link to comment
Share on other sites

allora ho una concezione un po complessa su qst argomento...

io sono molto contrario al fatto ke dobbiamo essere noi a decidere la vita di un altro essere umano e non DIO...altrimenti centinaia di anni a lottare per l'indipendenza e per il libero arbitrio verrebbero gettati subito nella spazzature...

ma ahimè devo confessare ke nella società odierna sono costretto ad accettare qst estrema decisione!!!

come si possono liberare persone pluriomicide, stupratori, ubriaconi del ca**o...ma sopratutti i pedofili(non mi toccate i bambini)...loro si ke dovrebbero essere bruciati vivi!!!

 

spero di essere stato kiaro!!!

Link to comment
Share on other sites

se pensate che esista un caso limite per applicare la pena di morte fate così:

andate dal condannato e sparategli voi in mezzo agli occhi senza lasciare la bisogna a terzi e poi fate sapere al mondo quanto vi sentite meglio ora

son contro la pena di morte ma non necessariamente alla vendetta

resta il fatto che uccidere non è sempre giusto ed anche quando lo è non è facile

credo che sia da vigliacchi far uccidere qualcuno da qualcun'altro,in più non credo che lo stato possa disporre della vita o della morte della gente

quindi:

vendicatevi se volete ma se non ne siete capaci lasciate perdere,si rischia di avere una vita sulla coscienza anzichè la fiamma della giustizia...

Link to comment
Share on other sites

beh guarda un topic piu delicato nn si poteva aprire

io penso che una persona che compie un reato grave(e qst grave e un po difficile da spiegare perche ognuno da un proprio peso ad un atto) deve pagare in rapporto al reato,ma mai una persona puo decidere di ucciderne un altra per qualunque ragione,nn ci e permesso giudicare

quindi sono sfavorevole

Link to comment
Share on other sites

Coloro che si oppongono alla pena di morte lo fanno soprattutto per motivi morali. Al di là dell'atrocità insita in questo strumento (atrocità che non si esaurisce nel momento dell'esecuzione, ma consiste in anni di angoscia nell'attesa che essa venga eseguita), essi ritengono che nessun uomo né individualmente né come rappresentante della comunità abbia il diritto di togliere la vita ad un altro uomo, indipendentemente dalla gravità delle colpe da quest'ultimo commesse.

 

Secondo gli oppositori della pena di morte, questa contravviene al principio secondo cui la pena non deve tendere alla vendetta o alla semplice punizione del colpevole, ma alla sua rieducazione e al suo recupero sul piano umano e sociale: e quale recupero sarà mai possibile nei confronti di un morto? In realtà il timore di trascurare i dettagli ed i mezzi legali a cui il condannato ricorre dilatano molto i tempi dei processi e ritardano il momento dell'esecuzione, per cui la persona che viene soppressa a volte è molto cambiata rispetto a quella che ha commesso il crimine, con il risultato di mandare a morte individui sostanzialmente diversi da quelli a suo tempo condannati

Link to comment
Share on other sites

Direi che sono fondamentalmente contrario nonostante il mio sadismo proprio per i motivi che ha elencato Lelouch. Quello che mi stranisce è come mai li abbia espressi tutti in forma impersonale come se non condividesse nella totalità le motivazioni di fondo. Io penso che un mondo che si reputi veramente civile nessuno può decidere della vita altrui semplicemente perchè è contro le libertà personali dell'individuo sancite dalla dichiarazione dei diritti dell'uomo ed è sorprendente come un paese quale l'America che si reputa tale abbia ancora simili laceranti contraddizioni al suo interno. La pena di morte poteva essere uno strumento valido nei tempi passati e nelle società tribali ma oggi in comunità sempre più vaste ha poco senso. Invece ha senso la rieducazione dell'individuo possibilmente con metodi poco soft non solo per far capire lo sbaglio commesso ma anche per far capire che la vita nel mondo non è facile. Altro che 41bis, ai mafiosi io darei lavori forzati da monaci benedittini antichi: sveglia alle 5, zappare la terra, messa, digiuno, pasti frugali,ecc... Così magari ripensano un attimo cosa vuol dire derubare le famiglie tramite il pizzo mentre loro vivono come pascià grazie ai frutti dei loro traffici illegali. Oppure scoprono il vero significato della religiosità che va ben oltre i santini e gli inciuci con il vescovo di Catania e altri della provincia di Palermo. Lo stesso vale per gli stupratori: una bella evirazione che sia farmacologica o clinica non importa. Così imparano innanzitutto cosa vuol dire provare dei sentimenti e solo in seguito un possibile reinserimento nella società, anche se lo credo poco probabile. Però, nel frattempo, sono impossibilitati a nuocere e al contempo si rendono utili. Cose che al giorno d'oggi nel nostro sistema carcerario mancano. Forse perchè in prigione, ci finiscono raramente quelli che devono andarci, normalmente finiscono a Montecitorio. =.=

Link to comment
Share on other sites

Direi che sono fondamentalmente contrario nonostante il mio sadismo proprio per i motivi che ha elencato Lelouch. Quello che mi stranisce è come mai li abbia espressi tutti in forma impersonale come se non condividesse nella totalità le motivazioni di fondo.

 

volevo solo far capire le due differenze in modo da chiarire l'argomento e i concetti ( anche se mi sembra abbastanza ovvio . )

Link to comment
Share on other sites

Secondo me dovrà ancora scorrerne molta di acqua sotto i ponti prima di poterci definirci anche solo come l'ombra di una "società civile". Dire che la pena di morte non serve perchè siamo "civili" è quasi una barzelletta... anch'io però concordo nel ritenere che la pena di morte è alquanto futile, a meno che, naturalmente, l'ergastolo non venisse applicato.

Link to comment
Share on other sites

Quando ci si riferisce a "società civile" non ci si riferisce quasi mai alla nostra ma ad una civiltà ideale e teoretica. Nessun paese in questo mondo può definirsi un paese civile perfetto in questo senso perchè siamo sempre suscettibli di miglioramenti. Tuttavia è innegabile che esistono paesi in cui si vive meglio di altri. Perchè? Perchè ci sono valori ed idee diverse che vengono portate avanti ossia, tutto ciò che forma la cultura di una civiltà in primis la filosofia (il "Dei delitti e delle pene" docet per l'Italia). Tuttavia non metterei la mano sul fuoco dicendo che uno stato è migliore di un altro solo perchè non ha la pena di morte. Quindi la società ideale civile di cui si parla è una categoria mentale più che reale perchè non esiste una società perfetta ma tante società perfettibili. Questo non significa che non bisogna sforzarsi per raggiungere dei risultati, ovviamente.

Link to comment
Share on other sites

personalmente non credo ci siano posti migliori di altri:esistono diverse persone e culture ogniuna con i suoi pregi e difetti

vi faccio un esempio

il mondo moderno occidentale inorridisce di fronte alla sharia(la legge islamica),

ebbene sappiate che per esempio in caso d'omicidio la cosa andrebbe risolta tra le famiglie in causa, senza intervento di qualsivoglia stato,con la possibilità ,implicita nell'essere buoni mussulmani,del perdono(negli stati coranici)

sempre presso di loro la persecuzione per eresia(interna) fu praticamente sconosciuta

detto questo se ti fai la donna altrui essendo sposato...parte/iva la sassaiola

 

che ci possiamo fare?ogni civiltà perviene a picchi di civiltà ma...

 

l'ideale sarebbe integrare tra loro il meglio di tutte

Link to comment
Share on other sites

Quello che voglio chiedere ai membri del forum è siete favorevoli o no alla pena di morte? io peronalmente si, sono assolutamente favorevole, poi dipende dal reato

a me basta che nel reato abbia ucciso qualcuno può essere anche Ucciso ;)

Link to comment
Share on other sites

"Due ingiustizie non fanno una giustizia"

 

Dico subito che io parlo da cristiano cattolico catechista e molto credente...

 

La vita, il massimo dono che da Dio ci è stato dato, solo da lui può esser tolto secondo le sue leggi che l'uomo non è in grado minimamente di comprendere...

 

La giustizia non è di questo mondo e tutto questo ne è la prova...

 

La prigione fu concepita prima come punizione e poi sarebbe dovuta evolversi come una sorta di riabilitazione di coloro che non hanno compreso ciò che davvero è la legge o che non ne hanno capito l'importanza.e quindi si pensa di dare un taglio al problema semplicemente eliminando la mela mrcia:ASSOLUTAMENTE NO :smash:

 

Uccidendo chi ha ucciso inizierebbe un circolo vizioso non dissimile dal caos poichè dovremmo uccidere chi ha ucciso per primo e poi chi ha ucciso il primo Boia e così via...

 

La legge del taglione non è di quest'epoca... :gocciola:

 

per chi non lo avesse capito sono contrarioXDXD

Link to comment
Share on other sites

Mi piacerebbe che chi si fosse espresso a favore motivasse decentemente il perchè della scelta.

 

Premetto che sul piano giuridico dove Dio c'entra poco, la vita non può essere tolta in base al diritto naturale perchè ciò andrebbe contro la libertà e i suoi stessi limiti. In parole povere non si può uccidere qualcuno per un reato perchè sarebbe un abuso di libertà nei confronti di qualcun altro l'atto del togliere la vita, palesando in questo modo non un diritto ma un abuso. Il fatto che oggi qualcuno si arroghi questo diritto ci fa capire come nelle comunità sopravvivano ancora strascichi di società tribale. Il problema però è che si presuppone che ci siamo evoluti abbastanza da quella fase e siamo entrati in una società più ampia in cui probabilmente dobbiamo ancora imparare a vivere. Probabilmente sarebbe più fruttuoso ragionare meno di pancia e più di testa. Basta ragionare per capire che la pena di morte non può e non deve essere una risposta perchè non ha senso per due semplici motivi:

-non può essere applicata dallo stato nei confronti di un cittadino perchè il cittadino, per criminale che sia, non ha mai messo in pericolo lo Stato nella sua totalità e nella sua libertà; se fosse applicata in questo senso sembrerebbe la guerra di tutti contro un solo individuo, e questa non è democrazia, soprattutto quando si mette in gioco il diritto alla vita che stà alla base del diritto naturale.

-non è mai servita (guardare l'America) a distogliere i criminali dai loro intenti, quindi è palesemente inutile in questo senso; inoltre non si può punire con un atto che si considera un grave delitto un delinquente.

Se affermi ch uccidere è un delitto, lo Stato e la comunità per norma e per esempio non dovrebbero uccidere. Questo a rigor di logica che è tanto cara alla testa ma poco importa alla pancia. -.-

Link to comment
Share on other sites

Mi piacerebbe che chi si fosse espresso a favore motivasse decentemente il perchè della scelta.

 

Premetto che sul piano giuridico dove Dio c'entra poco, la vita non può essere tolta in base al diritto naturale perchè ciò andrebbe contro la libertà e i suoi stessi limiti. In parole pvere non si può uccidere qualcuno per un reato perchè sarebbe un abuso di libertà nei confronti di qualcun altro l'atto del togliere la vita, palesando in questo modo non un diritto ma un abuso. Il fatto che oggi qualcuno si arroghi questo diritto ci fa capire come nelle comunità sopravvivano ancora strascichi di società tribale. Il problema però è che si presuppone che ci siamo evoluti abbastanza da quella fase e siamo entrati in una società più ampia in cui probabilmente dobbiamo ancora imparare a vivere. Probabilmente sarebbe più fruttuoso ragionare meno di pancia e più di testa.

 

Quoto ma differisco solo di una cosa...Dio nel mio discorso centra come esempio, per rafforzare come due ingiustizie non facciano una giustizia per i motivi che ho detto prima^_^

Link to comment
Share on other sites

Quando ci si riferisce a "società civile" non ci si riferisce quasi mai alla nostra ma ad una civiltà ideale e teoretica. Nessun paese in questo mondo può definirsi un paese civile perfetto in questo senso perchè siamo sempre suscettibli di miglioramenti. Tuttavia è innegabile che esistono paesi in cui si vive meglio di altri. Perchè? Perchè ci sono valori ed idee diverse che vengono portate avanti ossia, tutto ciò che forma la cultura di una civiltà in primis la filosofia (il "Dei delitti e delle pene" docet per l'Italia). Tuttavia non metterei la mano sul fuoco dicendo che uno stato è migliore di un altro solo perchè non ha la pena di morte. Quindi la società ideale civile di cui si parla è una categoria mentale più che reale perchè non esiste una società perfetta ma tante società perfettibili. Questo non significa che non bisogna sforzarsi per raggiungere dei risultati, ovviamente.

La mia era solo una nota visto che avevate cominciato a dire che siamo "ormai civilizzati" [...], la società "ideale" civile non verrà mai raggiunta solo per il semplice motivo che l'uomo è sempre tenuto a migliorarsi (mi auguro arriveremo ad un livello quasi ideale ma esso non verrà mai raggiunto dall'uomo altrimenti non avrebbe più senso la vita visto che si ridurrebbe a sola esistenza :U_U: )

 

Mi piacerebbe che chi si fosse espresso a favore motivasse decentemente il perchè della scelta.

 

Premetto che sul piano giuridico dove Dio c'entra poco, la vita non può essere tolta in base al diritto naturale perchè ciò andrebbe contro la libertà e i suoi stessi limiti. In parole povere non si può uccidere qualcuno per un reato perchè sarebbe un abuso di libertà nei confronti di qualcun altro l'atto del togliere la vita, palesando in questo modo non un diritto ma un abuso. Il fatto che oggi qualcuno si arroghi questo diritto ci fa capire come nelle comunità sopravvivano ancora strascichi di società tribale. Il problema però è che si presuppone che ci siamo evoluti abbastanza da quella fase e siamo entrati in una società più ampia in cui probabilmente dobbiamo ancora imparare a vivere. Probabilmente sarebbe più fruttuoso ragionare meno di pancia e più di testa. Basta ragionare per capire che la pena di morte non può e non deve essere una risposta perchè non ha senso per due semplici motivi:

-non può essere applicata dallo stato nei confronti di un cittadino perchè il cittadino, per criminale che sia, non ha mai messo in pericolo lo Stato nella sua totalità e nella sua libertà; se fosse applicata in questo senso sembrerebbe la guerra di tutti contro un solo individuo, e questa non è democrazia, soprattutto quando si mette in gioco il diritto alla vita che stà alla base del diritto naturale.

-non è mai servita (guardare l'America) a distogliere i criminali dai loro intenti, quindi è palesemente inutile in questo senso; inoltre non si può punire con un atto che si considera un grave delitto un delinquente.

Se affermi che uccidere è un delitto, lo Stato e la comunità per norma e per esempio non dovrebbero uccidere. Questo a rigor di logica che è tanto cara alla testa ma poco importa alla pancia. -.-

L'america non può essere portata come esempio per due motivi:

- I condannati vengono giustiziati molti anni dopo il delitto commesso (in pratica uccidono un'altra persona)

- La pena capitale viene concessa solo a pochissime persone (nella maggior parte dei casi gli americani preferiscono patteggiare)

P.s. gradirei che le motivazioni non abbiano nulla a che vedere con dio... io sono ateo e se scaricassi le motivazioni di come la società fa schifo solo su di lui o sul suo giudizio insindacabile smetterei di pensare... date le vostre motivazioni senza coinvolgere la religione, grazie :capo:

Link to comment
Share on other sites

P.s. gradirei che le motivazioni non abbiano nulla a che vedere con dio... io sono ateo e se scaricassi le motivazioni di come la società fa schifo solo su di lui o sul suo giudizio insindacabile smetterei di pensare... date le vostre motivazioni senza coinvolgere la religione, grazie

 

io credo invece che la religiosità non sia così lontana dal concetto di giustizia...la legge deriva da consuetudini e leggi morali che spesso derivano proprio anche dalla religione...

 

Io sono cristiano e credo sia giusto PER ME mettere in mezzo il Signore, poichè anche la mia religiosità influisce sul mio pensiero e sulla mia vita...

 

e in secondo luogo io posso usare qualsiasi cosa per spiegare il mio pensiero che è insindacabile come quello di chiunque altro^_^

 

p.s. non è detto con cattiveria ma per me è giusto parlare apertamente dell'argomento spiegando perchè si ha un determinato pensiero anche passando per la religiosità

Link to comment
Share on other sites

P.s. gradirei che le motivazioni non abbiano nulla a che vedere con dio... io sono ateo e se scaricassi le motivazioni di come la società fa schifo solo su di lui o sul suo giudizio insindacabile smetterei di pensare... date le vostre motivazioni senza coinvolgere la religione, grazie

 

io credo invece che la religiosità non sia così lontana dal concetto di giustizia...la legge deriva da consuetudini e leggi morali che spesso derivano proprio anche dalla religione...

 

Io sono cristiano e credo sia giusto PER ME mettere in mezzo il Signore, poichè anche la mia religiosità influisce sul mio pensiero e sulla mia vita...

 

e in secondo luogo io posso usare qualsiasi cosa per spiegare il mio pensiero che è insindacabile come quello di chiunque altro^_^

 

p.s. non è detto con cattiveria ma per me è giusto parlare apertamente dell'argomento spiegando perchè si ha un determinato pensiero anche passando per la religiosità

Io ho detto che gradirei che l' opinione riguardo la pena di morte fosse spiegata evitando di passare per la religiosità, poi sei liberissimo di fare come credi^^ Tuttavia io che sono ateo trovo il fatto che basarsi sull'appoggio di un entità (di cui non si è dimostrata nemmeno l'esistenza) sia come una giustificazione senza senso. Siamo uno stato laico (magari ci fossimo davvero...) e la religione non dovrebbe mai entrare come motivazione nel sostegno di una legge o di qualsiasi opinione riguardo lo stato e le sue norme. Ovvio che la tua religiosità influisce sul pensiero e sulla tua vita (anche il fatto che io non sono cristiano lo fa)... quindi se si può evitare di usare dio fatelo... usate la Ragione e solo questa e trovate motivazioni che non hanno nulla a che vedere con Dio.

citando degli esempi:

Premetto che sul piano giuridico dove Dio c'entra poco, la vita non può essere tolta in base al diritto naturale perchè ciò andrebbe contro la libertà e i suoi stessi limiti. In parole povere non si può uccidere qualcuno per un reato perchè sarebbe un abuso di libertà nei confronti di qualcun altro l'atto del togliere la vita, palesando in questo modo non un diritto ma un abuso.

La vita, il massimo dono che da Dio ci è stato dato, solo da lui può esser tolto secondo le sue leggi che l'uomo non è in grado minimamente di comprendere...

Link to comment
Share on other sites

P.s. gradirei che le motivazioni non abbiano nulla a che vedere con dio... io sono ateo e se scaricassi le motivazioni di come la società fa schifo solo su di lui o sul suo giudizio insindacabile smetterei di pensare... date le vostre motivazioni senza coinvolgere la religione, grazie

 

io credo invece che la religiosità non sia così lontana dal concetto di giustizia...la legge deriva da consuetudini e leggi morali che spesso derivano proprio anche dalla religione...

 

Io sono cristiano e credo sia giusto PER ME mettere in mezzo il Signore, poichè anche la mia religiosità influisce sul mio pensiero e sulla mia vita...

 

e in secondo luogo io posso usare qualsiasi cosa per spiegare il mio pensiero che è insindacabile come quello di chiunque altro^_^

 

p.s. non è detto con cattiveria ma per me è giusto parlare apertamente dell'argomento spiegando perchè si ha un determinato pensiero anche passando per la religiosità

Io ho detto che gradirei che l' opinione riguardo la pena di morte fosse spiegata evitando di passare per la religiosità, poi sei liberissimo di fare come credi^^ Tuttavia io che sono ateo trovo il fatto che basarsi sull'appoggio di un entità (di cui non si è dimostrata nemmeno l'esistenza) sia come una giustificazione senza senso. Siamo uno stato laico (magari ci fossimo davvero...) e la religione non dovrebbe mai entrare come motivazione nel sostegno di una legge o di qualsiasi opinione riguardo lo stato e le sue norme. Ovvio che la tua religiosità influisce sul pensiero e sulla tua vita (anche il fatto che io non sono cristiano lo fa)... quindi se si può evitare di usare dio fatelo... usate la Ragione e solo questa e trovate motivazioni che non hanno nulla a che vedere con Dio.

citando degli esempi:

Premetto che sul piano giuridico dove Dio c'entra poco, la vita non può essere tolta in base al diritto naturale perchè ciò andrebbe contro la libertà e i suoi stessi limiti. In parole povere non si può uccidere qualcuno per un reato perchè sarebbe un abuso di libertà nei confronti di qualcun altro l'atto del togliere la vita, palesando in questo modo non un diritto ma un abuso.

La vita, il massimo dono che da Dio ci è stato dato, solo da lui può esser tolto secondo le sue leggi che l'uomo non è in grado minimamente di comprendere...

 

va bene...allora modificherò quello che ho detto da renderlo più lontano dalla religiosità...la vita non è un oggetto che può esser tolto da un altra persona e nemmeno da se stessi,nemmeno come una punizione poichè si entrerebbe dentro un circolo vizioso...

ma continuo a sostenere tutto ciò che ho detto.

 

non vorrei andare fuori argomento ma Dio esiste fino a prova contraria, poichè non si è dimostrato neanche che egli non esista...e non è una giustificazione senza senso, tu magari non la pensi come me ed è giusto e normale che sia così, ma un senso cel ha e come visto che si sta parlando di cosa ne pensiamo quindi come persone singole e non come stato,quindi per me Dio centra e come

 

ovviamente nulla di personale^_*

 

Link to comment
Share on other sites

va bene...allora modificherò quello che ho detto da renderlo più lontano dalla religiosità...la vita non è un oggetto che può esser tolto da un altra persona e nemmeno da se stessi,nemmeno come una punizione poichè si entrerebbe dentro un circolo vizioso...

ma continuo a sostenere tutto ciò che ho detto.

 

non vorrei andare fuori argomento ma Dio esiste fino a prova contraria, poichè non si è dimostrato neanche che egli non esista...e non è una giustificazione senza senso, tu magari non la pensi come me ed è giusto e normale che sia così, ma un senso cel ha e come visto che si sta parlando di cosa ne pensiamo quindi come persone singole e non come stato,quindi per me Dio centra e come

 

ovviamente nulla di personale^_*

Non è nemmeno mia intenzione andare OT ma dire "Dio esiste fino a prova contraria" è come dire "Dio non esiste fino a prova contraria" (Io ho detto che non abbiamo provato la sua esistenza comunque, e non che dio non esista)... è una giustificazione senza senso solo perchè lo stato è laico e le sue leggi dovrebbero esserlo altrettanto... si sta parlando riguardo al fatto di dire che lo stato conceda o meno la pena di morte e non se uccidere è giusto o sbagliato (in quest'ultimo caso lo stato non c'entra nulla)

P.s. anche per me non c'è nulla di personale tranquillo^^ (io ci vivo con i cristiani :rotfl:)

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...