Jump to content
Anime in Evidenza
Manga in Evidenza
Sign in to follow this  
lollosayan

Napoli

Recommended Posts

De Laurentiis: "Pandev? Se sono rose fioriranno. Lavezzi? Mai ricevuto offerte. Contratto aumentato 6 mesi fa. Se si impunta sarà deferito, si rovinerà la carriera. Sta tradendo Napoli. Un atleta non va a bere di notte e a prostitute"

 

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ospite a Sorrento per ritirare il premio Golden Gol come "Migliore presidente"ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport 24. Ecco quanto evidenziato da Tutto Napoli.net: "Lavezzi? I contratti sono bilaterali, fatti di diritti e doveri. E' partito di testa sua. Lo posso anche perdonare perchè è un ragazzo, ma lui si deve anche far perdonare. Offerte? Non parlo di cifre. Poichè si parla di offerte a noi non ci ha mai contattato nessuno. Se ci fossero state offerte, da persone educate ci saremmo seduti a parlare anche se comunque sarebbe arrivato un no. Campagnaro? Marino sta concludendo la trattativa. Sono due anni che lo seguo con grande interesse. Ci sono altri acquisti all'orizzonte. L'anno prossimo ci sarà una squadra rivoluzionata. Tifosi? Li ho sempre apprezzati, sia quelli virtuali che quelli che vengono allo stadio. Bisogna saper crescere insieme ai tifosi, speriamo di poterli accontentare. Pellissier? Quest'anno ha fatto davvero bene, grazie a lui il Chievo si è salvato. Con Campedelli c'è grande amicizia, se serve a lui io non mi avvicino a trattare. Pandev? E' un giocatore forte. Non so quanto Lotito, con cui ho un ottimo rapporto, sia disponibile a lasciarlo andare. Se sono rose fioriranno. Di Vaio? Non l'abbiamo mai trattato".

 

(tratto dal Corriere dello Sport) In conferenza De Laurentiis ha poi parole di fuoco nei confronti di Lavezzi e dei suoi procuratori. «Il signor Lavezzi non può dire proprio nulla, nè possono dire qualcosa i suoi procuratori- ha detto il produttore cinematografico a muso duro- lui prendeva una cifra già considerevole appena arrivato dal Sudamerica, una cifra che dopo sei-sette mesi è stata ritoccata verso l'alto. Mica si possono sempre chiedere aumenti... Io non concepisco questa cosa. Marino mi ha detto che nel calcio funziona così, ma non qui, non nel Napoli. Tra l'altro fa anche piacere fare un regalo quando si riscontra un certo rendimento positivo, ma visto che questo rendimento non c'è stato... Avessimo raggiunto l'Uefa, la Champions.. Poi, sia chiara una cosa: se fai il professionista, devi farlo sempre. Io mi chiedo: sei un atleta o altro? Se sei un atleta non vai a bere di notte e non vai a prostitute. Quando giochi difendi i colori di una città, e se la sera vai a ubriacarti e vai a prostitute, stai tradendo la gente di quella città. Detto questo, dato che si tratta di ragazzi, serve uno staff per fare capire loro come comportarsi. Comunque, tornando alla questione del contratto, Lavezzi ne ha firmato uno, è un contratto bilaterale, ed allora entrambe le parti lo devono rispettare. Dovesse impuntarsi, non giocherà, e magari lo deferiremo. E potrebbe rovinarsi la carriera. Ognuno ha la propria dignità e la propria mentalità. Io ho la mia. Le promesse al giocatore? Marino è una persona al di sopra di ogni sospetto. Magari sarà sfuggita qualche frase tipo 'poi vediamo...'. Spesso si fa così. Noi probabilmente avremmo concesso qualcosa in caso di buon campionato, invece non è andata così. Io ero inviperito alla cena di fine stagione, avrei voluto addirittura non andarci. Il campionato per me era già finito a marzo. Offerte per Lavezzi? Non, non c'è stata mai nessuna offerta ufficiale. Ne dovessero arrivare di pazzesche, se ne potrebbe chiaramente parlare, perchè ogni cosa ha un prezzo. Però, se poi devo farne una questione etica, sarei capace di rinunciare anche a 25 milioni di euro».

 

è vero che l presidente è sempre stata una pesona schietta ma dire avanti alla stmpa ke un giocatore va a p****e è molto offnsivo...penso ke adesso lavezzi per davvero non torna +... :wallbash: :wallbash:

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi stanno venendo dei seri dubbi...pero' se rimane giochera' da skifo xkè sara' svogliato visto che è minacciato di non giocare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho Trovato quest'articolo u un giornale non se se vi può interessare

 

Lavezzi e Navarro, bravate e ore piccole: il racconto dei ragazzi: Piazza Plebiscito è da anni isola pedonale. Uno spettacolo vero per gli occhi di abitanti della zona e dei turisti. Di sera la luce artificiale è perfetta e regala alla piazza un'atmosfera e un fascino tutto particolare. La sera qualche decina di giovani affolla da anni il colonnato di San Francesco di Paola, punto di ritrovo dei ragazzi del quartiere Pallonetto Santa Lucia e di Pizzofalcone. Ci si gioca anche a pallone, tante volte. Una sera come tante è diventata motivo di notizia, di sorpresa, di scandalo. Due motorini con quattro persone in sella sfrecciano nell'isola pedonale di Piazza del Plebiscito. Due dei quattro sono giocatori del Napoli, si tratta di Ezequiel Lavezzi e Nicolas Navarro BRAVATE DA RAGAZZINI- La sorpresa monata. due nomi cosi noti, due personaggi cosi amati, stanno eseguendo una bravata da ragazzini sotto gli occhi increduli di tutti. Filippo E., uno dei ragazzipresenti in quel momento ci ha raccontato quella strana serata: " Erano le 22.30, stavamo giocando a calcio, come di consueto, quando vediamo due scooter attraversare velocemente la piazza, salire contro senso per piazzetta Demetrio Salazar, girare alle spalle del colonnato e sbucare di nuovo in piazza Carolina. Si era sparsa la voce che fosse il Pocho e quindi eravamo tutti li fermi. Increduli. Si divertivano ad attraversare la piazza, che è un'isola pedonale, con gli scooter. Poi si sono fermati vicino a noi, con Lavezzi c'era il proprietario di "Regina Margherita" con Navarro c'era quello di "Antonio e Antonio" SEMBRAVANO UN Pò BRILLI. Il racconto di Filippo è dettagliato, chiaro, ma non stiamo parlando solo di un'infrazione del codice della strada. Nella piazza si respirava curiosità, c'era la chance di avere un contatto con i propri beniamini. Il divertimento e l'incredulità on quelle ore facevano da padrone : " Non mi sembrava vero che fosse lui- continua Filippo - tanto è vero che per accertarmene, gli ho preso le misure del polpaccio con le dita. Poi gli ho mostrato una maglia della Juventus e lui l'ha rifiutata. Lo abbiamo invitato anche a fare due passaggi con noi ma si è rifiutato, perchè aveva male ad una gamba. Sembravano un pò brilli, sono andati via a mezzanotte e si dice che sono andati nella zona di Secondigliano intorno alle 2 di notte, perchè volevano vedere i quartieri più degradati della città". Il tutto filmato dai cellulari dei ragazzi che erano presenti in piazza SEMENTA MULTERà I DUE- Il Generale Sementa, capo dei vigili urbani di Napoli, multerà Lavezzi e Navarro per aver violato l'isola pedonale, scorazzando con gli scooter : " Il video che immortalato Navarro e Lavezzi in moto nell'isola pedonale di piazza del Plebiscito? L'ho visto, l'ho rivisto. E poi ho deciso. C erto, sarebbe auspicabile che i due si autodenunciassero, che chiedessero scusa alla citàà. Hanno commesso un azione gravissima. E qui non si tratta solo di infrazione al Codice della strada. Qui entra in gioco il loro ruolo di sportivi, di calciatori, di esempi per i giovani. E l'esempio in questo caso è negativo. Diciamola tutta : ci troviamo di fronte a due incoscienti che pensano di essere impuniti, che sono certi di poter agire sopra le regole". Il capo dei vigili urbani ha anche ricordato altri episodi che hanno visto coinvolti giocatori del Napoli, come la multa a Fabiano Santacroce e quella allo stesso Lavezzi per essere stato pizzicato senza cinture di sicurezza durante "Scherzi a parte" "Sia chiaro: nessuno è al di sopra della legge. E' questo vale per Lavezzi e per tutte le altre stelle del calcio, dello spettacolo, per i baroni dell'università e per i politivi". RISPETTO PROFESSIONALITà? . Ore piccole, notti brave, tasso alcolico a volte in eccesso. Una costante della stagione di alcuni giocatori del Napoli, nonostante il tentavio della società di usare il pugno duro contro questa tendenza. Girare contro mano in un'isola pedonale che è un tempio della citàà, denota uno scarso rispetto dei luoghi, della gente che la domenica spera di andare a vedere una squadra di ragazzi che si allenano e sudano per la maglia. Di una città che ha dato, e dà tanto amore ai propri beniamini, e poi li incontra mezzi brilli nelle ore piccole e nei posti più improbabili. C'è da riflettere sul rispetto, sulla professionalità di certi comportamenti, su quanto la società voglia investire sui giocatori e quando loro vogliano investire nell'amore per la maglia azzurra. Questi sono presupposti fondamentali di un futuro dignitoso. I calciatori sono amati dai giovani. devono dare l'esempio. Perchè sarà difficile ora spiegare ad un ragazzino che a piazza del Plebiscito non si circola in motorino, e nemmeno bisogna alzare il gomito prima di farlo, dato che hanno visto farlo nientemeno a Lavezzi e Navarro. Rispetto inanzitutto, per sè stessi e per gli altri.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il 23 AGOSTO VORREMMO RIVEDERE UN NAPOLI…BELLO!

Aurelio ha deciso di mettere la "testa a posto", e se si confermeranno le ipotesi di acquisto di quel napoletano che ha fatto le fortune dell'Udinese, se arriverà quel forte centrocampista potrebbe essere un buon punto di partenza...

 

Ed ora tutti in attesa di sbirciare sulla “bancarella” del calcio mercato, come delle casalinghe inciucione ci apposteremo al fianco di quelle più parsimoniose per vedere gli articoli “bullonati” più preziosi da loro scelti, ci sarà pure qualche “scarto” buono per il Napoli?

Invece a quanto sembra, il bizzarro Presidente Aurelio ha deciso di mettere la “testa a posto”, e se si confermeranno le ipotesi di acquisto di quel napoletano che ha fatto le fortune dell’Udinese, se arriverà quel forte centrocampista col vizio del gol, potrebbe essere un buon punto di partenza per rinverdire ambizioni di molto sopite dopo il disastroso finale del campionato appena messo in archivio.

Un mio carissimo amico, competente di salotti pallonari, il buon Sava mi faceva notare tra un caffè e l’altro che forse l’appannamento quasi eclissale di Marek, i muscoli flaccidi del Pocho delle ultime partite, col conseguente slittamento al 12° posto, hanno indotto chissà, i 2 fuoriclasse azzurri a mantenere un profilo alto, ovvero quello dell’onore da recuperare a tutti i costi. Restare a Napoli, davanti a quel pubblico che li ha sempre amati e rispettati, e dimostrare coi fatti l’attaccamento a quella maglia che volenti o dolenti li ha catapultati al centro dell’attenzione dei media nazionali, li ha fatti crescere come uomini, ha incrementato le loro quotazioni di mercato, e li ha fatti diventare “idoli” . Già…idoli, quando per appropriarsi di questo appellativo… sotto il Vesuvio,(la storia lo insegna) ci vuole ben altro.

E non ci riferiamo ovviamente al ciclo di Diego e di quel Napoli scudettato, ma di tutti quei buoni, ottimi calciatori che sono rimasti per decenni nel cuore della tifoseria azzurra (Sivori, Zoff, Savoldi, Krol, Giordano, Carnevale, Bagni, Ferrara, Cannavaro…), gli altri teneteveli nella vs. mente a mò di insegnamento per i nuovi talenti.

Il BONUS è finito, è con l’arrivo (si spera) di nuove forze, quei 2 non potranno che giovarsene.

Col recupero del “motorino” Gargano, dei polmoni di Maggio, della rivincita alla sfortuna di Jezzo, dell’orgoglio di Mister Donadoni (a proposito Mister, perché non fa una telefonatina a Seedorf?), quel ragazzo maturo assai, è interessante, perfino Ancelotti vuole portarsi con sé Maldini.

E poi, sempre ritornando al mercatino di cui sopra, c’è disponibile “l’usato sicuro”. Quello che costa poco e che puoi sempre usare nei momenti di magra. Avrete già capito che mi sto riferendo a quei 3 di ieri, che si sono messi a segnare, non solo gol di ottima fattura, ma hanno mantenuto una concentrazione (forse personale) tale da, una parte mordersi le mani, e dall’altra elogiarli e basta.

La domanda sorge spontanea, ma se ieri pomeriggio al San Paolo ci fosse stato il Chievo, il piccolo Chievo bisognoso di punti, quello in forma e cinico targato “Pellissier” (che in sala stampa si è offerto alla grande), come sarebbe finita?

Chiediamoci pure però, come sarebbero finiti i destini di altre squadre, se solo gli azzurri avessero fatto il loro dovere, se non avessero lasciato ignobilmente punti e onore in partite che sarebbe stato solo da prenderli a schiaffi.

Allora forza Marino, spingi Aurelio, apri alle idee Mister Donadoni, e dimostrate ai napoletani che il Napoli può riaffacciarsi nel calcio che conta, il pubblico non chiede altro, e lo sapete benissimo che gli applausi sono già lì, pronti per farsi sentire.

Vorremmo solo rivedere un Napoli bello, semplicemente bello, un aggettivo che riassume tutto, senza tanti giri di parole. Ne cinico, ne potente, ne presuntuoso, solo un Napoli bello, riusciranno i ns. EROI?

 

 

dai ragazzi speriamo bene...forza aurelio(però tieni un po la bocca chiusa), vai marino(compra bei giocatori), vai mister (miett bbuon i giocatori in campo :XD: )

Share this post


Link to post
Share on other sites
:sigh: mi sono commosso...un bel napoli...cioè a me non importa se vince o perde...basta che facciamo del buon calcio...pero' se si vince è meglio XD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fatta per la metà di De Ceglie. De Sanctis come numero uno, anche M. Cassano se parte Iezzo. Per Pandev duello con lo Shakhtar Donetsk

 

aggiornamenti calcio mercato del napoli :ok:

 

104me8g.jpgDe Ceglie sarà il quarto colpo del Napoli. Nella giornata di ieri il dg Marino e l'ex capo osservatori della Juventus, attualmente a tutti gli effetti dirigente operativo, Castagnini, hanno trovato l'accordo per la comproprietà ad una cifra intorno ai 4,5mln. Il giocatore, come Cigarini, è impegnato negli europei di categoria, quindi l'ufficialità potrebbe slittare. Dopo Quagliarella, Cigarini e Campagnaro arriveranno ancora un portiere (due se ci sarà la partenza di Iezzo) e un altro attaccante. Almeno per quanto riguarda l'undici titolare. Il Napoli nelle prossime ore si farà vivo per Goran Pandev. Lotito deve cedere il giocatore con cui non ha trovato l'accordo per il rinnovo del contratto (il giocatore prende 400mila euro l'anno, ha promesso di non ricorrere allo svincolo tramite l'art.17 ma che vuole andare via). Il presidente laziale chiede una cifra intorno ai 17mln, si può chiudere intorno ai 12-14mln, o qualcosa in meno inserendo una contropartita tecnica gradita a Ballardini (come Bogliacino). Sul giocatore ci sarebbe solo l'interesse dello Shakhtar, la Juventus si è tirata ufficialmente indietro considerando che Trezeguet resterà e il Bayern ha già acquisto Gomez ed Olic ed ha in rosa Toni, Podolsky e Klose. Difficilmente arriverà Totò Di Natale. La società friulana ha confermato, però (dopo le cessioni di Quagliarella e probabilmente di D'Agostino) non vuole soldi ma contropartite tecniche valide. Non convincono neanche le condizioni fisiche del giocatore che non potrebbe prendere parte al ritiro. Da scartare, ormai, anche i nomi di Pellissier ed Acquafresca. Sfuma il giovane Bellusci, il giocatore pare destinato al Catania. Napoli e Juventus, che si erano avvicinate al giocatore dell'Ascoli già a gennaio nel momento di chiudere hanno fatto un passo indietro. Per il ruolo di portiere il favorito resta De Sanctis (rientrato al Siviglia dopo il prestito al Galatasaray) dopo che Cellino ha dichiarato incedibile Marchetti, quindi difficile anche il trasferimento di Calaiò a Cagliari. Mannini non ha ancora trovato l'accordo con la Sampdoria, ma in ogni caso non potrebbe saltare l'affare Campagnaro. In caso di rifiuto del giocatore Campagnaro arriverebbe lo stesso ma con un conguaglio maggiore. Gianello è ad un passo dalla Sampdoria, può sostituirlo Cassano del Piacenza, Chievo alla finestra. Era in scadenza anche Grava ma, come anticipato da Tutto Napoli.net, rimarrà per un'altra stagione come premio per la sua professionalità e il suo attaccamento alla maglia. Il difensore Romito (in comproprietà) diventerà interamente del Pescara. A centrocampo verso l'addio Pazienza (c'è l'interesse di Bologna e Palermo, piace anche al Catania), rientra dal prestito il giovane Palumbo che verrà nuovamente girato in Lega Pro. Blasi interessa al Palermo. Zalayeta, in comproprietà con la Juventus, può andare a Parma. Da piazzare Bucchi, De Zerbi e Rullo. Andrà in prestito (probabile il Marcianise) il giovane bomber della primavera Ciano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

haaaaaaa , de ceglie quanto e forte *-* pekkato ke lui stesso ha detto ke e allo scuro di tutto >.> wabe la stessa cosa lo diceva anke qualgia :roll: . Per pandev , spero vivamente ke venga , in modo di ke mandiamo a fanciulo el mocho lavezzi !!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

De Laurentiis: "Pandev? Ne abbiamo parlato, ma Lotito è una prima donna. La sua richiesta? Cà nisciuno è fesso. De Sanctis? Interessa. Di Natale? La moglie non vuole venire a Napoli"

 

 

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha rilasciato importanti dichiarazioni sul mercato azzurro a Gr Parlamento. Ecco quanto evidenziato da Tutto Napoli.net: "Pandev è un fantastico giocatore. Ho qualche dubbio perchè è una seconda punta più che una prima punta. Pandev mi tenta molto, ma c'è una situazione complessa, c'è Lotito... Sì, ne abbiamo parlato. Ma Lotito è una prima donna, e come tutte le prime donne o lei conquista te o la conquisti tu, non è facile. Lotito mi fa venire in mente com'ero io da giovane, è anche un personaggio molto da cinema, mi fa molto sorridere. Quando si fa una trattativa bisogna farla in due. Se lui vuole farsi una chiacchierata da solo io lo scorterò e prenderò appunti per i miei futuri personaggi. La richiesta che è stata fatta? A Napoli si dice: cà nisciuno è fesso. Lavezzi? Sono stato male interpretato quando ho parlato di donnine e di giocatori che vanno in giro in Ferrari fino all'alba. Quella frase mi è stata carpita a Sorrento, e non avevo parlato poi di donne di malaffare. Siamo stati tutti quanti giovani e sappiamo che l'alba non era mai l'alba quando avevamo diciotto anni. Questi signori devono capire che sono degli atleti: finchè non lo capiranno continueranno a sbagliare, sempre. A un atleta olimpico non c'è mica bisogno di dire: ti devi preparare alle Olimpiadi, non devi mangiare questo ma quest'altro. Gli atleti olimpici sanno curare da soli il loro corpo e la loro psiche. Questi del calcio non si considerano atleti. Lavezzi ora sta in vacanza. Se vorrà chiarire quando tornerà, chiariremo. Io non sono vendicativo. Se Lavezzi deciderà di occidentalizzarsi e di napoletanizzarsi, e questo io non lo intendo certo come un insulto, e abbandonerà le sue modalità 'indigene, siamo pronti ad accoglierlo a braccia aperte. Progetto? Nel primo quinquennio avevamo il limite della risalita da dover fare, e c'era quel voler strafare che non mi ha mai convinto. Adesso però sono nel mio secondo quinquennio. Programmi? Per me c'è un codice comportamentale che chi vuole sposare bene, lo sposi, se no se ne vada, e un marketing da reimpostare. Questo è perchè io penso al calcio sostanzialmente come a un business. Nei primi cinque anni ho voluto parlare poco perchè non ero competente in materia calcistica, ma adesso parlerò di più e mi dovranno stare a sentire. Donadoni? L'ho sempre stimato tantissimo perchè l'avevo conosciuto cinque anni fa, in tempi non sospetti. Ha dalla sua che è bergamasco, di origini contadine, e crede nelle cose vere. Se ha un difetto è che è spigoloso e lo sono anch'io. Io mi aspetto grande cose da lui. Credo soprattutto nell'uomo Donadoni. Di Natale? Di Natale ha la moglie che non vuole venire a Napoli, e io non posso forzare le famiglie, Capisco anche che per una donna che vive al Nord venire in una città dove non conosce più nessuno diventa complesso. Di Natale lo stimo moltissimo, ma purtroppo non l'ho potuto avere. Cassano? Mi diverte tantissimo. Con me, ne sono sicuro, si sarebbe comportato da grande professionista. Portieri? Compreremo due portieri, se li troveremo. De Sanctis può interessare? Assolutamente sì. Marchetti? De Sanctis io lo trovo migliore, e poi la bottega di Cellino è piuttosto cara, perchè certi presidenti pensano che la loro roba sia migliore e così uno non si avvicina neanche. Gargano? Interessa soprattutto me, gli altri stessero calmi. Datolo? Sa cosa mi piace di lui? Che è arrivato che sembrava un cucciolo che tremava e non sapeva l'italiano, adesso mi è venuto a trovare con un sorriso come l'arcobaleno. Ho capito che non è semplice venire in Italia e giocare subito bene. Per questo voglio comprare in Italia adesso, perchè non devo aspettare che si ambientino. De Ceglie? È una situazione fluida, abbiamo vari giocatori all'esame per la fascia sinistra, come ne abbiamo per la destra, e questo, ovviamente, oltre a Vitale a sinistra e a Maggio a destra".

 

il primo discorso interessante che ha fatto il ns presidente :gocciola:

Share this post


Link to post
Share on other sites

UFFICIALE: Zuniga al Napoli per una cifra di 8,5 milioni...

 

Mancano solo gli ultimi accordi...ma sembra che il Napoli abbia bruciato sul tempo la concorrenza del Genoa... :smash: altro grande acquisto... :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...