Jump to content
Anime in Evidenza
Manga in Evidenza

[News] - Scarica da Emule - Arrestato -


Trunks02
 Share

Recommended Posts

Potevo aprirla in hi-tech o nella sezione emule e torrent, ma qui è più in evidenza :fumo:

 

Riporto tale notizia che è vera!!!

 

-----------------------------------------------------------

 

Scarica illegalmente un film d'avventura. Nel suo pc arriva un porno con bambini

MASSIMO NUMA

TORINO

 

Mauro è un operaio di 22 anni, vive con i genitori a Moncalieri. E’ incensurato. Da qualche ora la sua vita s’è trasformata in incubo. Stringe fra le mani un foglio della procura della repubblica di Savona: c’è scritto che è indagato per aver scaricato e scambiato film di contenuto pedo-pornografico. Rischia cinque anni di carcere e un marchio infamante e indelebile.

 

Alle 7 di una mattina gli agenti della polizia postale di Torino, su delega dei pm liguri, hanno bussato alla sua porta. Due ore di perquisizione nell’alloggio al terzo piano di un condominio residenziale. Gli hanno portato via il computer, sequestrati tutti i cd compresi quelli con le immagini della fidanzata e i video delle vacanze. Sconvolto e incredulo. Perchè? «Non ho mai scaricato materiale pedo-pornografico. Mi fanno ribrezzo. Ma non so come difendermi e come allontanare da me l’immagine del mostro», dice. Il suo legale, Emanuele Crozza di Torino, gli ha creduto e ora tenterà di difenderlo. «Intanto - spiega - prima di assisterlo ho voluto mettermi in contatto con un perito informatico. Il tempo di spiegare la situazione e ho subito avuto la risposta: sì, è possibile essere coinvolti in un’indagine telematica contro la pedofilia, senza avere alcuna responsabilità».

 

Già. Perchè Mauro utilizzava, per scaricare film e musica, il sistema di peer-2-peer cioè la cosiddetta condivisione dei file con altri navigatori che possono prelevare o inserire, nella stessa cartella dei pc collegati, ogni tipo di file. Scaricare film o musica protetta dal copyright è comunque un reato penale, anche se da tempo è in corso una querelle sulla liceità dell’operazione se è «per uso personale».

 

Ogni file pirata, se il reo volesse estinguere la pena, può valere alcune centinaia di euro. Ma un conto è affrontare l’accusa di essere un hacker, un’altra quella di scoprirsi pedofilo. «Secondo la polizia - ha spiegato il giovane al legale - il video proibito, che non ho mai visto e che qualcuno ha prelevato dalla mia lista, sarebbe stato scaricato alcuni mesi fa. Qualche volta, durante la ricerca di un tema, sotto una parola-chiave in apparenza innocua ho registrato involontariamente pornofilm. Ma mai con bambini come soggetti».

 

Rete di scambio

I veri pedofili da sempre usano la rete come forma di scambio, e proprio col sistema peer-to-peer. I film vengono nascosti sotto nomi comuni o insospettabili, come «Alice nel paese delle Meraviglie». Sui loro siti, conosciuti solo da loro, dettagliano orari e tempi in cui possono «scambiare». È una rete organizzata e ramificata a livello mondiale. «Stiamo studiando la prossima mossa - spiega l’avvocato Crozza - e non vogliamo commettere passi falsi. Nessuno sa che cosa contengano i file sequestrati. Saranno i periti del pm ad accertarlo, ci vorranno mesi. Noi procederemo con i periti di parte, con un solo scopo: cancellare l’accusa. Mauro, quando mi ha incontrato, era accompagnato dalla madre. Mi ha colpito il dramma che vive una famiglia coinvolta in casi così delicati. E la facilità con cui chiunque, soprattutto gli internettiani fai-da-te che usano il pc senza conoscerne i segreti, può trasformarsi in un infame criminale».

 

Attenti alle chat

Nessun commento dalla polizia postale torinese. Solo la conferma del pericolo di scaricare video e immagini proibite senza controllo. E un piccolo episodio, emblematico. «Un signore s’è presentato da noi - dice Giusi Territo, il dirigente - con un cd e un file pedo-pornografico. Lo aveva scaricato, cercando opere di tutt’altro genere, in modo casuale. Questa è una procedura corretta, che può evitare rischi più gravi. Comunque, se l’illecito è stato commesso una sola volta, non procediamo. Dall’analisi dell’hard disk siamo in grado di stabilire quante volte è stata effettuata l’operazione, comprese le cancellature».

 

Ma i consigli non bastano mai. Quindi tenete d’occhio i vostri figli adolescenti, quando stanno davanti al computer. Non sono solo i programmi di peer-2-peer a essere pericolosi ma anche una chat come Messenger (utilizzata dai ragazzini) può nascondere insidie e il pericolo di intercettare clip illegali.

 

Insomma, meglio spendere due soldi per programmi che si possono monitorare e vietare l’accesso agli indirizzi pericolosi.

Fonte. Lastampa.it

Link to comment
Share on other sites

allucinante....... o_O

 

Sui loro siti, conosciuti solo da loro, dettagliano orari e tempi in cui possono «scambiare». È una rete organizzata e ramificata a livello mondiale

 

scusate ho un dubbio!!!!

loro come fanno a sapere che il soggetto "X" ha tale film?

hanno dei codici per riconoscerli? ...

 

 

scusate la mia ignoranza ... ma che qualcuno mi dia delucidazioni :ok:

Link to comment
Share on other sites

 

scusate ho un dubbio!!!!

loro come fanno a sapere che il soggetto "X" ha tale film?

hanno dei codici per riconoscerli? ...

 

 

scusate la mia ignoranza ... ma che qualcuno mi dia delucidazioni :ok:

 

 

Forse l'avranno scaricato anche loro e poi su emule esiste anche l'anteprima :XD:

Oppure fanno come per la musica che è la stessa casa che produce musica a distribuirla su emule per poi beccarti :cannabis:

Link to comment
Share on other sites

io non ci credo... cioè questi sono più organizzati della mafia O.o... è incredibile...

mia sorella avendo due figli piccoli scarica cartoni per bambini e a volte gli è capitato di ritrovarsi un film porno, ma bambini... madò ma io li ammazzo se li becco :ink: :ink: dovrò dirgli di non scaricare più niente... a parte che se nn sbaglio, si possono vedere anche i commenti riguardanti il file che scarichi... però dipende se ci sono o no...

Link to comment
Share on other sites

Se il pezzo da me postato al pimo post è vero. Allora tanto innocente mi sa che non è :gocciola:

 

«Secondo la polizia - ha spiegato il giovane al legale - il video proibito, che non ho mai visto e che qualcuno ha prelevato dalla mia lista, sarebbe stato scaricato alcuni mesi fa. Qualche volta, durante la ricerca di un tema, sotto una parola-chiave in apparenza innocua ho registrato involontariamente pornofilm. Ma mai con bambini come soggetti».

Link to comment
Share on other sites

Più che diffusione da quello che ho capito, sto qua si è scaricato un filmato ma non l'ha visto e l'ha lasciato in condivisone per mesi e dopo è stato beccato.

Magari si è scaricato un film ed era un porno ma non lo sapeva e l'ha lasciato sul suo computer fino al giorno della cattura da parte dei caramba :roll:

Link to comment
Share on other sites

In realtà, rispondendo a sasuke, nessuno di quei soggetti che scaricano da emule o da altri programmi p2p, andrebbero incontro a sanzioni penali. Un art. del codice penale tratta qst argomento, tuttavia anche se è contenuto nel c.p da più di 20anni a questa parte è intervenuta una depenalizzazione... per cui la condivisione e il download di materiale nell'ordine di file audio e video SENZA FINI DI LUCRO (a contenuto non PEDOpornografico, sottolineo il pedo... perchè i porno... quelli fatti come film e venduti in ogni angolo nascosto di videoteche nn son considerati come materiale soggetto a reato (se poi ora vogliamo fare tutti i moralisti e puntare il dito contro uno che scarica porno invece di intasare siti come uporn... si faccia pure... però a me pare decisamente un'ipocrisia... ma sicuramente per tutto questa indignazione la morale generale apporrà a taluni soggetti una bella medaglia al valore. W l'indignazione per pubblica piazza... )) non costituiscono un realto, insomma nn sono illeciti penali... sono solo illeciti civili e sono puniti con delle semplici sanzioni amministrative nell'ordine dei 50€ fino a un massimo di poco più di 2mila €.

Nella fattispecie è da dimostrare ancora, senza alcun margine di dubbio, che la persona in questione abbia effettivamente ed INTENZIONALMENTE scaricato un film PEDOpornografico, e se sia in tal caso un reato reiterato nel tempo...

L'intenzionalità e la reiterazione del reato son fondamentali... perchè a volte, anzi più che a volte, capita di mettere in dl dei film, e lasciarli a scaricare la notte senza badare a che si scarica, finito il dl apriamo il file e che ci troviamo? un porno amatoriale di bassa lega... ma come ho detto prima... il porno è una cosa... la pedopornografia un'altra...

Il reato di pedofilia comporta altri dettagli che sicuramente per ora non saranno resi noti...

Di per se chi scarica materiale pedopornografico (ma poi qui c'è sempre il discorso della intenzionalità a meno che può essere un'attenuante in caso di formulazione di condanna da parte di un tribunale) e li tiene nel pc, e ancora peggio li mette in condivisione, è sempre e comunque perseguibile indipendentemnete dal numero di filmini che ha sul suo computer; contando anche quei file che son stati cancellati (in quanto il pc ne lascia traccia e chi di dovere cerca sul pc delle vecchie tracce... li può trovare).

Io penso che questo per ora sia solo un povero s**** che ha scaricato il file sbagliato, non si è curato di vederlo per controllare cosa avesse effettivamente scaricato... e ora è nei guai.

Tuttavia dato che l'intenzionalità di per se non è verificabile in modo certo e al di la di ogni ragionevole dubbio (a meno che poi nel computer ci siano tracce di altri filmini pedopornografici e quindi si presenti come ho prima ho detto il caso di reiterazione), secondo il mio umile parere il tizio in questione non andrà di certo dietro le sbarre, e si avrà un bel non luogo a procedere, in sede penale. In sede civile avrà un'ammenda da definirsi.

Link to comment
Share on other sites

In realtà, rispondendo a sasuke, nessuno di quei soggetti che scaricano da emule o da altri programmi p2p, andrebbero incontro a sanzioni penali. Un art. del codice penale tratta qst argomento, tuttavia anche se è contenuto nel c.p da più di 20anni a questa parte è intervenuta una depenalizzazione... per cui la condivisione e il download di materiale nell'ordine di file audio e video SENZA FINI DI LUCRO (a contenuto non PEDOpornografico, sottolineo il pedo... perchè i porno... quelli fatti come film e venduti in ogni angolo nascosto di videoteche nn son considerati come materiale soggetto a reato (se poi ora vogliamo fare tutti i moralisti e puntare il dito contro uno che scarica porno invece di intasare siti come uporn... si faccia pure... però a me pare decisamente un'ipocrisia... ma sicuramente per tutto questa indignazione la morale generale apporrà a taluni soggetti una bella medaglia al valore. W l'indignazione per pubblica piazza... )) non costituiscono un realto, insomma nn sono illeciti penali... sono solo illeciti civili e sono puniti con delle semplici sanzioni amministrative nell'ordine dei 50€ fino a un massimo di poco più di 2mila €.

Nella fattispecie è da dimostrare ancora, senza alcun margine di dubbio, che la persona in questione abbia effettivamente ed INTENZIONALMENTE scaricato un film PEDOpornografico, e se sia in tal caso un reato reiterato nel tempo...

L'intenzionalità e la reiterazione del reato son fondamentali... perchè a volte, anzi più che a volte, capita di mettere in dl dei film, e lasciarli a scaricare la notte senza badare a che si scarica, finito il dl apriamo il file e che ci troviamo? un porno amatoriale di bassa lega... ma come ho detto prima... il porno è una cosa... la pedopornografia un'altra...

Il reato di pedofilia comporta altri dettagli che sicuramente per ora non saranno resi noti...

Di per se chi scarica materiale pedopornografico (ma poi qui c'è sempre il discorso della intenzionalità a meno che può essere un'attenuante in caso di formulazione di condanna da parte di un tribunale) e li tiene nel pc, e ancora peggio li mette in condivisione, è sempre e comunque perseguibile indipendentemnete dal numero di filmini che ha sul suo computer; contando anche quei file che son stati cancellati (in quanto il pc ne lascia traccia e chi di dovere cerca sul pc delle vecchie tracce... li può trovare).

Io penso che questo per ora sia solo un povero s**** che ha scaricato il file sbagliato, non si è curato di vederlo per controllare cosa avesse effettivamente scaricato... e ora è nei guai.

Tuttavia dato che l'intenzionalità di per se non è verificabile in modo certo e al di la di ogni ragionevole dubbio (a meno che poi nel computer ci siano tracce di altri filmini pedopornografici e quindi si presenti come ho prima ho detto il caso di reiterazione), secondo il mio umile parere il tizio in questione non andrà di certo dietro le sbarre, e si avrà un bel non luogo a procedere, in sede penale. In sede civile avrà un'ammenda da definirsi.

 

 

...guarda ke ti sei bevuta il cervello..!!..io non ho fatto nessuna indignazione morale verso di lui..anzi mi sembra di aver detto "speriamo ke ne venga fuori se è innocente.."!!..ma almeno leggi quello ke scrivo..!!tutto il resto di quello ke hai detto..potrebbe essere..ad ogni modo non ho fatto il moralista..mi riferivo solo ai download ke pensavo fossero illegali da e-mule... :ggh: ..visto ke la finanza aveva bloccato già un altro programma simile..poi ho parlato di pornografia e non di pedopornografia..visto ke hai voluto fare la sottile distinzione..x poi arrivare al discorso della morale..lo so ke guardare un comune porno non è reato..ma io non lo so..ma ci vò coraggiu..!!

Link to comment
Share on other sites

In realtà, rispondendo a sasuke, nessuno di quei soggetti che scaricano da emule o da altri programmi p2p, andrebbero incontro a sanzioni penali. Un art. del codice penale tratta qst argomento, tuttavia anche se è contenuto nel c.p da più di 20anni a questa parte è intervenuta una depenalizzazione... per cui la condivisione e il download di materiale nell'ordine di file audio e video SENZA FINI DI LUCRO (a contenuto non PEDOpornografico, sottolineo il pedo... perchè i porno... quelli fatti come film e venduti in ogni angolo nascosto di videoteche nn son considerati come materiale soggetto a reato (se poi ora vogliamo fare tutti i moralisti e puntare il dito contro uno che scarica porno invece di intasare siti come uporn... si faccia pure... però a me pare decisamente un'ipocrisia... ma sicuramente per tutto questa indignazione la morale generale apporrà a taluni soggetti una bella medaglia al valore. W l'indignazione per pubblica piazza... )) non costituiscono un realto, insomma nn sono illeciti penali... sono solo illeciti civili e sono puniti con delle semplici sanzioni amministrative nell'ordine dei 50€ fino a un massimo di poco più di 2mila €.

Nella fattispecie è da dimostrare ancora, senza alcun margine di dubbio, che la persona in questione abbia effettivamente ed INTENZIONALMENTE scaricato un film PEDOpornografico, e se sia in tal caso un reato reiterato nel tempo...

L'intenzionalità e la reiterazione del reato son fondamentali... perchè a volte, anzi più che a volte, capita di mettere in dl dei film, e lasciarli a scaricare la notte senza badare a che si scarica, finito il dl apriamo il file e che ci troviamo? un porno amatoriale di bassa lega... ma come ho detto prima... il porno è una cosa... la pedopornografia un'altra...

Il reato di pedofilia comporta altri dettagli che sicuramente per ora non saranno resi noti...

Di per se chi scarica materiale pedopornografico (ma poi qui c'è sempre il discorso della intenzionalità a meno che può essere un'attenuante in caso di formulazione di condanna da parte di un tribunale) e li tiene nel pc, e ancora peggio li mette in condivisione, è sempre e comunque perseguibile indipendentemnete dal numero di filmini che ha sul suo computer; contando anche quei file che son stati cancellati (in quanto il pc ne lascia traccia e chi di dovere cerca sul pc delle vecchie tracce... li può trovare).

Io penso che questo per ora sia solo un povero s**** che ha scaricato il file sbagliato, non si è curato di vederlo per controllare cosa avesse effettivamente scaricato... e ora è nei guai.

Tuttavia dato che l'intenzionalità di per se non è verificabile in modo certo e al di la di ogni ragionevole dubbio (a meno che poi nel computer ci siano tracce di altri filmini pedopornografici e quindi si presenti come ho prima ho detto il caso di reiterazione), secondo il mio umile parere il tizio in questione non andrà di certo dietro le sbarre, e si avrà un bel non luogo a procedere, in sede penale. In sede civile avrà un'ammenda da definirsi.

 

 

...guarda ke ti sei bevuta il cervello..!!..io non ho fatto nessuna indignazione morale verso di lui..anzi mi sembra di aver detto "speriamo ke ne venga fuori se è innocente.."!!..ma almeno leggi quello ke scrivo..!!tutto il resto di quello ke hai detto..potrebbe essere..ad ogni modo non ho fatto il moralista..mi riferivo solo ai download ke pensavo fossero illegali da e-mule... :ggh: ..visto ke la finanza aveva bloccato già un altro programma simile..poi ho parlato di pornografia e non di pedopornografia..visto ke hai voluto fare la sottile distinzione..x poi arrivare al discorso della morale..lo so ke guardare un comune porno non è reato..ma io non lo so..ma ci vò coraggiu..!!

 

 

1) non mi son bevuta il cervello

2) la risposta a te era riferita al primoperiodo in cui davo una risp alla tua affermazione percui le persone che scaricano dovrebbero essere ttt sogggette a eventuali sanzioni

3) non era rivolto a te il mio commento sl ipocrisia di un moralismo. ma a r4izen.

Link to comment
Share on other sites

1) non mi son bevuta il cervello

2) la risposta a te era riferita al primoperiodo in cui davo una risp alla tua affermazione percui le persone che scaricano dovrebbero essere ttt sogggette a eventuali sanzioni

3) non era rivolto a te il mio commento sl ipocrisia di un moralismo. ma a r4izen.

 

 

..e allora dillo prima..!!..l'unica persona ke hai nominato nel tuo commento sono io..!!..x una buona volta fai i nomi di quelli ke ti stanno sulle palle o meglio di quelli di cui non condividi le idee..!!...ora l'hai detto ke era riferito a r4izen..non prima..!!

Link to comment
Share on other sites

Non mi sembrava di aver letto nulla di ciò che tu avevi prima scritto che fosse riconducibile a un'ipocrisia. E poi dovresti saperlo ormai -_-' che se a te ho qlcs da dire uso msn o gli mp e non i vari topic. Cmq tengo a precisare che non mi stanno sl palle le persone con idee diverse dalle mie, anche se trovi tali idee ipocrite. Solo non convergo nelle idee. Cmq la risposta era qst commento incriminato csì è chiaro e se r4izen vuole giustamente replicarmi mi manda un pm o lo scrive qui

 

coglione......

cmq se sapeva che era un porno è coglione 2 volte e gli sta bene.....se non lo sapeva lo è 3 volte.....ma cavolo guarda cosa ti scarichi no?

 

//OT

Link to comment
Share on other sites

madonna che casino...comunque se fossi un'altro ora darei addosso a goccia...ma siccome anch'io so la differenza tra pornografia e pedopornografia, condivido pienamente ciò che ha detto prima. l'errore è mio che nel post ho scritto "porno" al posto di "pedoporno", pensando che fosse sott'inteso visto che mi riferivo esplicitamente al suddetto caso. goccia la penso anch'io come te, ma d'altra parte essendo quella parte del codice penale e civile non potrei dire altrimenti. quello che dicevo, sul fatto di essere coglioni, era riferito solo nel caso di materiale pedopornografico.

1)perchè oggi come oggi si sa che c'è un alto rischio di essere acchiappati quando si ha a che fare con queste cose.

2)quando si usano programmi p2p è dovere andare a verificare cosa si sta scaricando perchè poi alla fine il filmino è sul tuo pc, io almeno controllo sempre.

3)perchè fermo restando che sapesse che era un filmino pedoporno, spero che invece di una sanzione lo sbattano in galera dove nell'ora della doccia ti fanno capire molto educatamente che certe cose non si pensano nemmeno.

questo è quello che penso io non sul fatto in questione in quanto non se ne sa molto di preciso, almeno non in questo thread, ma su chi intenzionalmente utilizza materiale pedoporno.

Link to comment
Share on other sites

ok io ho risolto tramite pm l'incomprensione tra me e goccia dovuta ad un mio errore di scrittura mettendo "porno" invece di "pedoporno" da cui è nato poi l'equivoco con sasuke e goccia, siccome ho ammesso che la colpa è mia ed ho risolto mi farebbe piacere che anche voi due faceste pace, dopotutto è solo una scemenza.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...