Jump to content
Anime in Evidenza
Manga in Evidenza
Sign in to follow this  
Sephirot

La Signora Bianconera

Recommended Posts

Partita al cardiopalma ieri...Non si può dare coraggio dopo essere andati in vantaggio ad una squadra che giocando in casa gioca alla morte per portare un risultato positivo...Certo lo stacco di Amauri è stato bellissimo per la grinta ed elevazione...E che dire della punizione di Giovinco...Magistrale...D'altra parte col grandissimo maestro che si trova come compagno.... :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bè la Juve è la Juve!

 

GIOVINCO PARLA DI PUNIZIONI, DI MILAN E DEL SUO RUOLO

La 'Formica Atomica' ha parlato su 'Juventus Channel' commentando la rete siglata ieri e il suo momento

NEWS_1228751835_Giovinco,_Sebastian.jpeg

 

TORINO - Il talento tascabile della Juventus Sebastian Giovinco é stato di parola: dopo aver dichiarato nei giorni scorsi di voler a tutti i costi mettere il suo primo timbro stagionale é riuscito nell'impresa a Lecce con una splendida punizione: "Sono contento di come è andata ieri ma non si può vivere di gloria. Ci sono subito altre partite e sono pronto per affrontarle. C'è stato un rimpallo fortunato - ha aggiunto Seba parlando a 'Juventus Channel' - poi Giacomazzi ha commesso fallo e da lì è nata la punizione, in una posizione dalla quale credo fosse giusto calciare in quel modo. Ci sono riuscito: evidentemente gli allenamenti di tutti i giorni hanno dato i loro frutti".

 

GIOVINCO COME DEL PIERO: DECISIVO SU PUNIZIONE

 

Il calcio di punizione sembra davvero un marchio di fabbrica bianconera vista la classe di Alessandro Del Piero, specialista in queste situazioni: "Ne ho segnate tante anche nelle giovanili, ma un conto è segnare in Primavera o a livello giovanile, un conto riuscirci in serie A. Ho sfogato una gioia immensa. Spero di provarne ancora tante altre. Sono corso sotto il settore dei nostri tifosi e credo fosse giusto così: loro mi sono sempre stati vicini con i loro cori, anche nei momenti in cui ho giocato poco. Li ho ripagati in questo modo e poi l'avevo detto: al primo gol vado sotto la curva. Nel primo tempo non è stata una bella gara, ma la ripresa è iniziata con uno spirito diverso e poi il gol ha cambiato sia la loro che la nostra partita. Io ho cercato delle azioni personali, è un pò il mio gioco. Mi è stato detto di muovermi liberamente e per un pò credo di esserci riuscito. Ho sentito dire che tutte le volte in cui ho giocato avevamo racimolato solo due pareggi e una sconfitta, così ho pensato, che se avessimo pareggiato ancora, nella quarta partita in cui sono partito titolare, sarebbe nato un piccolo caso. Per fortuna poi ha segnato Amauri. Sono stato più felice dopo il suo gol che dopo il mio...".

 

L'UMILTA' DELLA 'FORMICA ATOMICA'

 

Il calendario non permette però di fermarsi neanche un attimo visto il prossimo impegno di campionato contro un Milan affamato di vittorie: "Ora ogni giornata è difficile, non possiamo sbagliare. Contro il Milan sarà uno scontro diretto e anche la partita contro il Bate è importante. È un momento delicato, ma riusciremo a superarlo. Davanti a me ci sono dei grandi campioni e io devo solo aspettare il mio turno. Giocare meno di altri ci sta, per un giovane è normale. Io sono tranquillo e cerco di lavorare al massimo".

 

[calciomercato.it]

 

Bravo piccolo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi e domani si torna alla giornata di Champions che chiude il girone, sperando di pareggiare almeno per mantenere il 1° posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di solito è il campo che decide.

 

Bianconeri al lavoro in mattinata

Amauri(2).jpg

 

Allenamento mattutino quest’oggi per i bianconeri, reduci dalla vittoria sul Lecce e dunque impegnati in un lavoro defatigante. Alla seduta non ha preso parte Vincenzo Iaquinta, fermato da un fastidioso torcicollo che oggi gli ha impedito di allenarsi. Dal punto di vista medico si tratta di un inconveniente di poco conto, ma dal punto di vista sportivo impedisce al giocatore di muovere liberamente il collo, di correre e colpire di testa. Nei prossimi giorni verrà valutata la sua situazione.

 

Non destano preoccupazione le condizioni di Del Piero che non ha preso parte alla trasferta pugliese per un affaticamento muscolare alla gamba destra. Oggi ha ripreso ad allenarsi, senza forzare, Potrebbe forse recuperare già per la sfida contro il Bate Borisov, sicuramente per la partita di domenica prossima contro il Milan.

 

Procede anche il recupero di Camoranesi. In settimana dovrà effettuare i test per valutare le conseguenze di eventuali scontri con avversari o di cadute sulla spalla. Qualora avessero esito positivo potrebbe rientrare per la partita contro il Milan.

 

[juventus.it]

 

Bravo Amauri, guarda che bel faccione sorridente XD

Share this post


Link to post
Share on other sites

dai che una vittoria non dovrebbe essere un impresa...poi andrebbe bene il pareggio se nel caso lo Zenit batta il Real...ma con la figura che quest'ultima a fatto col siviglia non mi stupirei se ci riuscisse...è in una totale crisi nera!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

No il pareggio va bene comunque, perchè il Real a pari punti con la Juve sarebbe seconda visti gli scontri diretti, poi è ovvio che la Juve non dovrebbe nemmeno faticare a battere il batev, ma non si può sapere con che spirito entra in campo, spero positivo pur essendo una partita facile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No. Se anche il batev vincesse e lo Zenit perdesse a pari punti passerebbe in uefa lo zenit per via degli scontri diretti. Il Batev è già fuori da tutto, l'unica cosa ancora non sicura è il primo posto del girone, il resto è già tutto deciso.

 

 

Ranieri: Del Piero sì, Camo no

Per la gara di Champions convocato il capitano, ancora out l'oriundo

NEWS_1228827135_delpiero.jpg

 

TORINO - Per l'ultima partita di Champions League del 2008 contro il Bate Borisov, mister Ranieri non ha intenzione di accontentarsi di un pareggio, non vuole una gara giocata al lumicino, vuole i tre punti, il ché si traduce in 'niente turnover': "Non ci sono giocatori che possiamo risparmiare- dice il tecnico bianconero- Non posso fare tanti stravolgimenti. I giocatori sono contati, e dobbiamo concludere bene questo girone. Giochiamo per vincere. Deve essere anche uno stimolo per il futuro, perchè d'ora in avanti può capitare che venga una partita dove basta il pareggio per qualificarsi. Dobbiamo finire primi e mantenere il ritmo dell'ultimo mese. Non mi piace una squadra che sta lì a pensare. La nostra mentalità è: lottiamo ogni partita". Ranieri ha deciso di non convocare Camoranesi e Iaquinta, così come saranno assenti Tiago, Ekdal, Knezevic, Poulsen, Salihamidzic, Sissoko (per squalifica), Buffon, Trezeguet e Zebina. Saranno invece della gara Alex Del Piero e Cristiano Zanetti, il quale probabilmente giocherà uno spezzone di gara, e i Primavera Castiglia, Esposito, Nocchi, Ariaudo e D'Elia. "Del Piero ha recuperato perfettamente - spiega Ranieri - invece Iaquinta ha il torcicollo. Cristiano Zanetti sono diversi giorni che sta facendo la preparazione con la squadra. Devo parlare con lui e capire quanto può giocare. Nedved sa sacrificarsi per la squadra. Nel momento del bisogno ha giocato anche centrale, al limite potrebbe giocare lì". Per la gara Ranieri si augura una Juve coriacea: "Temiamo tutto il Bate. Non vogliamo fare brutta figura. Nella prima parte dell'altra partita ci hanno asfaltato, erano in vantaggio per 2-0. Correvano tutti tantissimo. E quella scena ce l'abbiamo ben presente davanti agli occhi". A gennaio torneranno a disposizione Trezeguet e Buffon: "Mi auguro di averli subito a disposizione. Ma non mi dimentico degli altri. I ragazzi che li hanno sostituti hanno fatto grandi cose. Non immaginavamo di utilizzare tanti sostituti tutti insiemi, e questo ha evidenziato che tutti sono entrati nel meccanismo della squadra e che nessun acquisto è stato sbagliato. Tutti stanno facendo la loro parte".

 

Ecco i 20 giocatori convocati: Giorgio Chiellini, Olof Mellberg, Cristiano Zanetti, Amauri, Alessandro Del Piero, Pavel Nedved, Antonio Chimenti, Alexander Manninger, Claudio Marchisio, Sebastian Giovinco, Zdenek Grygera, Cristian Molinaro, Paolo De Ceglie, Marco Marchionni, Nicola Legrottaglie, Timothy Nocchi, Simone Esposito, Luca Castiglia, Salvatore D'Elia, Lorenzo Ariaudo.

 

[calciomercato.it]

 

 

Nedved sorpreso...dal fisico

La 'Furia ceca' giocherà contro il Bate Borisov

NEWS_1228829131_nedved.jpg

 

TORINO - Passano gli anni, ma Pavel Nedved è ancora lì, inamovibile e irrunciabile perno del centrocampo, corridore senza fiatone, nonostante i 36 anni. Domani sera la Furia Ceca scenderà in campo per aiutare la sua Juventus a laurearsi prima del girone di Champions League: "Sono rimasto sorpreso per come abbiamo giocato il girone. Erano due anni che non giocavamo ogni tre giorni, e avevamo tanti ragazzi giovani. Non abbiamo dimenticato come si faceva. Ma questo è solo il girone, dobbiamo continuare su questa strada". L'età però si fa sentire, tanto che Nedved aveva pensato di smettere: "Dubbi ne avevo, e ora è molto più difficile recuperare da una partita all'altra. Ma sono sorpreso di come abbia risposto il mio fisico. Non pensavo di poter fare tutte le partite che ho fatto". Forse il ruolo da centrale lo ha aiutato: "Oggi si corre dappertutto, uno deve giocare dove la squadra ha bisogno. Io sono a disposizione e sono contento se gioco. È impossibile gestirsi". Dopo la Champions c'è la partitissima con il Milan: "Non ci dobbiamo pensare al Milan, la Champions va giocata con la massima concentrazione. Da giovedì poi penseremo al Milan. Così siamo abituati a fare. La Champions non ti permette di sbagliare nemmeno una partita. Perciò è bella. Niente sbagli, vogliamo arrivare alla finale. A maggio voglio esserci. Mi piacerebbe molto giocare quella partita". Nella celebre finale di Manchester, il sempre presente Nedved era assente per squalifica:"Non ho rimpianti per il passato. È destino che io abbia saltato quella finale. È la squadra che è importante. E non l'ho rigiocata mentalmente. Mio figlio, magari, l'ha giocata sulla Playstation... Io non guardo indietro. Lo farò quando smetterò". E ancora non è il tempo.

 

[calciomercato.it]

 

Ti adoro Pavel!

 

 

Diego sì, Diego no...

Ranieri boccia il fantasista che tifosi e società vorrebbero ingaggiare

NEWS_1228812912_diego_gol.JPG

 

TORINO - La Juve è alla continua ricerca di giocatori di grande classe in grado di farle compiere il definitivo salto di qualità che le consentirebbe di combattere alla pari con le grandi d'Europa. Manca ancora qualcosa e il nome di Diego è ancora di moda. Ma il percorso per arrivare all'asso brasiliano si sta complicando, e non poco. Claudio Ranieri continua a dirsi contrario al suo acquisto, e anche domenica, dopo la partita con il Lecce, ne ha aprofittato per ribadire il suo credo tattico ("Con Diego in campo, sarei costretto a cambiare sistema di gioco e dovrei tenere fuori i miei esterni"). Il titolo in prima pagina di Tuttosport di oggi è dedicato proprio questa contorta vicenda. E' una pista percorribile quella per il fantasista del Werder Brema. A dimostrarlo è l'incontro segreto tenutosi a Torino con lo stesso giocatore a fine ottobre. La società lo vuole, i tifosi anche, il mister no. Cosa fare? La Signora è a un bivio e deve decidere se dar retta al cuore o alla testa.

 

[calciomercato.it]

 

Ranieri vattene!

Share this post


Link to post
Share on other sites

bè però giocherà per salvarsi la faccia almeno....se battesse la juve o pareggiasse sarebbe un motivo d'orgoglio per loro e per la loro immagine...

Share this post


Link to post
Share on other sites

cm mi aspettavo e finita in pareggio...cmq ottima prova della squadra......ora ragà non ci resta che aspettare il sorteggio pregando di incontrare una squadra fortissima in ogni reparto(anche se sono tutte fortissime :asd: ) cosi da avere le motivazioni giuste e arrivare in finale con un'altra squadra italiana....alla faccia delle squadre inglesi e quelle spagnole :inferiore:

Share this post


Link to post
Share on other sites

già...un bel sorteggio sarebbe incontrare lo Sporting che anche se forte non è del tutto al livello di squadre come Barcellona o Manchester e sicuramente a me non piacerebbe...io volevo incontrare il Barcellona per finirla subito...e passare gli ottavi...mah vabbè^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco come mi aspettavo... come avevo scritto... partita giocata tanto per, non gli hanno neanche dato un rigore per fallo di mano che invece a noi hanno dato, lasciamo perdere il rigore di Giovinco -.-

Per il resto conta il primo posto e ora via ai sorteggi il 19, per continuare a sognare in Champions.

 

 

Ranieri: Gattuso, guarisci presto!

Il trainer bianconero dopo il pari contro il Bate: "Importante che nessuno si sia fatto male"

NEWS_1228946042_ranieri_new_2.jpg

 

TORINO - Malgrado il pareggio contro il Bate Borisov, Claudio Ranieri accoglie con soddisfazione lo 0-0 dell'Olimpico di Torino che consente a Del Piero & soci di conquistare il primato nel girone H della Champions League: "Abbiamo cercato in primis di non prendere gol, e poi ovviamente di farlo noi - ha dichiarato il tecnico bianconero ai micorfoni di 'RaiSport' - Ma va bene così: non abbiamo concesso loro spazi in contropiede e fortunatamente non si è fatto male nessuno. Il Milan senza Gattuso? Sapevo che era squalificato - sottolinea Ranieri in vista del big-match di domenica - ma la notizia del suo infortunio mi ha molto rattristato perché è un grande giocatore sia per la nazionale che per il Milan. Gli auguro una pronta guarigione".

 

 

Giovinco non fa drammi: "Rigore? Pazienza..."

Il talento bianconero sereno malgrado il penalty sbagliato contro il Bate

NEWS_1228948937_giovinco-new.jpg

 

TORINO - La prende con filosofia Sebastian Giovinco negli spogliatoi dell’Olimpico di Torino dopo il rigore fallito nel match pareggiato contro il Bate Borisov. Il talento bianconero, domenica grande protagonista in campionato in quel di Lecce, mette subito alle spalle l’errore dagli undici metri al cospetto della squadra bielorussa: “Ho sbagliato, pazienza… - afferma Giovinco a 'RaiSport' – Non lo guarderò più, va bene così. Spero, comunque, mi ricapiti un’altra occasione in futuro. L’abbraccio dei compagni? Preferivo segnare – ammette la 'Formica Atomica' però sono contento di come mi hanno aiutato dopo aver sbagliato il rigore”.

 

 

Nedved: Brava Juve!

Il centrocampista ceco contento per il primo posto nel girone di Champions

NEWS_1228951680_nedved_oro_new.jpg

 

TORINO - Pavel Nedved, subito dopo il pareggio conquistato dai bianconeri contro il Bate Borisov, tiene a sottolineare la caparbietà della Vecchia Signora: "La Juve mi piace perché ottiene quello che vuole - ha dichiarato la 'Furia Ceca' nel post-match - Stasera volevamo questo punto e ce lo siamo preso. Non è stata una gara spettacolare e noi potevamo anche chiuderla prima, comunque non abbiamo mai rischiato. In mezzo al campo è andata bene - prosegue - è facile giocare a fianco di Zanetti e lui ci darà una grande mano da qui in avanti. Il sorteggio? Non mi interessa - ammette il 36enne nativo di Cheb - quello che conta è essere arrivati primi nel girone".

 

 

LA JUVE SUL NUOVO HAMSIK

Schweinsteiger non arriverà alla Juventus, che punta allora Savio Nsereko

NEWS_1228981562_nsereko_germania.jpg

 

TORINO - Bastian Schweinsteiger ha prolungato ieri il suo contratto con il Bayern Monaco, cancellando ogni proposito di vestire la maglia della Juventus. Il tedesco ha firmato un nuovo accordo con i bavaresi fino al 2012, lascinado di sasso i bianconeri, che erano ormai convinti di poterlo prendere a giugno a parametro zero. Alla fine, però, ha vinto il Bayern Monaco, nonostante giorni fa Rummenigge si mostrasse piuttosto scettico sulla permanenza di Bastian a Monaco.

 

IL NOME NUOVO Perso il tedesco, la Juve cerca allora il tanto sospirato erede di Pavel Nedved. I bianconeri puntano allora sul giovane Savio Nsereko, 19enne ugandese ma di passaporto tedesco, in forza al Brescia. Nato a Kampala, Nsereko si è trasferito giovanissimo in Germania, dove ha iniziato a giocare nelle giovanili del Monaco 1860. Nel 2005 il presidente Corioni ha deciso di portarlo a Brescia e l'investimento si è rivelato azzeccato. Nsereko ha dimostrato da subito ottime qualità, tant'è che il presidente delle Rondinelle sostiene che "può giocare in tutte le posizioni e, per questo, tutti lo vogliono". Secondo la 'Gazzetta dello Sport', la Juve considera il giovane ugandese l'acquisto giusto per sostituire Pavel Nedved ma la sua valutazione è piuttosto alta: circa 7 milioni di euro. Di lui si dice comunque un gran bene e può vantare anche il titolo di campione europeo Under 19, vinto con la Germania da protagonista. Alla Juve si ricordano bene l'affare Marek Hamsik, finito proprio dal Brescia al Napoli perchè i bianconeri ritenevano troppo alta la sua valutazione, salvo poi mangiarsi le mani. Per questo motivo la Juventus non vuole farsi scappare Nsereko, per non commettere due volte lo stesso errore.

 

"Parecchi club sono interessati a Savio – ha spiegato in esclusiva a ilsussidiario.net Patrick Bastianelli, procuratore del giocatore – ma per ora il ragazzo deve solo pensare a concludere questa stagione importantissima per la sua crescita e per il ritorno del Brescia in Serie A. Non faccio nomi ma posso confermare che che ci sono alcune squarde in Italia e all'estero che lo seguono. Questo succede già da quando Savio è stato eletto miglior giocatore dell'Europeo Under 19 disputatosi in Francia la scorsa estate".

 

 

Juve-Gallas, nuove conferme da Londra

Incontro tra Secco e il dg dell'Arsenal

NEWS_1228992316_gallas.jpg

 

LONDRA (Inghilterra) - Dopo le indiscrezioni di ieri, arrivano oggi nuove conferme in merito alla trattativa tra Juventus e Arsenal per Gallas. Secondo la stampa inglese, infatti, Alessio Secco avrebbe incontrato Ivan Gazidis, nuovo direttore generale dei 'Gunners', in occasione della sfida di Champions tra Chelsea e Cluj, forte anche del gradimento del giocatore, smanioso di riabbracciare Ranieri, artefice del suo passaggio ai 'Blues' nel 2001.

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ranieri attende il Milan: "Sono fortunato, non pago il biglietto..."

Il tecnico bianconero scherza tre giorni prima del match fra bianconeri e rossoneri

NEWS_1229002022_ranieri_del_piero.jpg

 

TORINO - Juve-Milan è già iniziata. Non ufficialmente, ma di sicuro nei pensieri di bianconeri e rossoneri. Dopo le dichiarazioni di Carlo Ancelotti di ieri, oggi è stata la volta di Claudio Ranieri ai microfoni di Sky Sport: "Quando ci sono tutti questi grandi giocatori in campo lo spettacolo è assicurato: Ronaldinho, Del Piero... ti possono regalare qualcosa di unico e irripetibile. Io sono fortunato perchè sono seduto in panchina, in prima fila e non pago il biglietto. Una sfida per stabilire l'anti-Inter? E' una grossa partita tra due squadre che hanno dato lustro al calcio italiano nel mondo. Significa tanto ma non è ancora decisiva. Sono convinto che fino in fondo ce la giocheremo in tanti. Ancelotti? Carlo ha fatto la gavetta, e poi è tornato alla casa madre a ha vinto tutto. Mi piace quella sua serenità e la lucidità. Mi piace molto come persona".

 

 

Grygera: "Siamo forti, ci crediamo"

Il difensore bianconero è fiducioso in vista della sfida contro il Milan di domenica sera allo stadio Olimpico

NEWS_1229005296_grygera.jpg

 

TORINO - Il difensore della Juventus, Zdenek Grygera, ha dichiarato a Juventus Channel: "Non abbiamo paura del Milan, sicuramente è una buona squadra. L'attacco è strepitoso, ci sono Kakà, Ronaldinho e Pato ma secondo me adesso ci presentiamo come una squadra forte e possiamo metterli in difficoltà. Siamo allo stesso livello di Inter e Milan. Era molto importante raggiungere il primato nel girone. Non me l'aspettavo ma dopo la partita contro il Real abbiamo cominciato a crederci, adesso guardiamo al sorteggio. Non abbiamo preferenze sulle squadre da affrontare agli ottavi, secondo me sono tutte forti, ogni partita sarà difficile. Abbiamo buone possibilità sia per la Coppa sia per vincere il campionato. Ci credo nello scudetto. Abbiamo dimostrato anche contro il Lecce che ci crediamo e che siamo forti. Vogliamo vincere tutte le partite".

 

 

Buone notize per Claudio Ranieri

Nell'allenamento pomeridiano si sono allenati con il resto del gruppo Vincenzo Iaquinta e Mauro Camoranesi

NEWS_1229014756_iaquinta.jpg

 

TORINO - Arrivano buone notizie dall'allenamento pomeridiano della Juventus per il tecnico Ranieri in vista della difficile sfida di domenica sera contro il Milan di Carlo Ancelotti. Si è rivisto sul campo di Vinovo Vincenzo Iaquinta. L'attaccante calabrese era rimasto fuori dalle ultime due sfide, contro Lecce e Bate Borisov, per un fastdioso problema al collo. Ha svolto una buona seduta anche Mauro German Camoranesi, reduce dall'infortunio alla spalla patito contro la Reggina. I due sembrano in netto recupero e potrebbero essere a disposizione dell'allenatore romano per il match contro i rossoneri.

 

 

Lapo: "Kakà o Dinho? Prenderei..."

Il nipote dell'Avvocato Agnelli vede la Juve in corsa per lo scudetto assieme a Milan e Inter

NEWS_1229023520_lapo_elkann.jpg

 

TORINO - Sarà una corsa a tre per la vittoria finale del tricolore. Ad emettere tale pronostico è Lapo Elkann, rampollo della famiglia Agnelli e ovviamente grande fan della Vecchia Signora. Il nipote dell’Avvocato indica la sua Juve, insieme alle due milanesi, come le candidate principali per la Serie A 2008/2009: “Per lo scudetto per me sarà una corsa a tre, che vedrà impegnate Inter, Milan e Juventus – ha detto Elkann - Solo a gennaio, dopo la ripresa del Campionato, ne potremo sapere di più e valutare le chance di ogni singola squadra. Kakà o Ronaldinho? Prenderei sicuramente quest'ultimo – ha sottolineato in riferimento al big-match di domenica prossima contro il Milan - per il semplice fatto che io amo lo spettacolo”.

 

 

Legrottaglie 'sogna' Juve-Barça...

Il difensore bianconero sulla Champions: "Ce la giochiamo con chiunque"

NEWS_1229027114_legrottaglie_new_2.jpg

 

MILANO - Sarà una sfida equilibrata e aperta ad ogni risultato finale Juve-Milan per Nicola Legrottaglie. Il centrale bianconero, indisponibile per il match-clou di domenica per squalifica al pari dell’infortunato Gattuso, vede una contesa sul filo del rasoio tra le due formazioni più vincenti del panorama italiano: “Siamo sullo stesso livello. Sarà una partita molto aperta, non si fanno calcoli, il pareggio può capitare – ha dichiarato Legrottaglie ad 'Attenti a quei due', trasmissione che va in onda ogni giovedì sui teleschermi di 'Sky' – Peserà sicuramente l’assenza di Gattuso più che la mia. Vorrei fargli un in bocca al lupo”. Il discorso poi passa sul sorteggio degli ottavi di Champions di domani: “Con le partite secche ce la possiamo giocare con tutti. Arsenal? Meglio di no adesso, poi è chiaro che tutte quelle che verranno saranno comunque difficili. Però, andrei volentieri a vedere Lisbona… Una ipotetica finale? Juve-Barcellona non sarebbe male…”. Un pensierino finale anche su singoli: “Del Piero? Lui è un esempio, anche per me stesso, mi stimola. Giovinco? È un grande talento e lo ha dimostrato”.

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...