Jump to content
Anime in Evidenza
Manga in Evidenza
Sign in to follow this  
Sephirot

La Signora Bianconera

Recommended Posts

Il rimpianto di Deschamps

L'ex tecnico della Juve: "Se potessi tornare indietro non andrei via".

Il rimpianto di Deschamps

 

Didier Deschamps si è pentito di aver lasciato la Juventus dopo averla riportata in serie A.Il tecnico della stagione in B, chiusa con la promozione e il pronto ritorno dei bianconeri nella massima serie, ha infatti espresso tutto il suo rimpianto ai microfoni di Sky per la scelta fatta a suo tempo."Ammetto che è stato un errore andare via dalla Juventus, se potessi tornare indietro non prenderei la stessa decisione - ha confessato l'allenatore francese, attualmente senza squadra -. Avevo delle divergenze sulla linea della società, sul mercato, mi sembrava difficile andare avanti senza un po' di serenità e tranquillità: allenare è molto difficile, devi sentirti a tuo agio nel lavoro quotidiano, altrimenti diventa tutto ancora più complicato".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jella bianconera: out pure Marchisio

Il giovane mediano bianconero dovrà rimanere lontanto dai campi per 25 giorni a causa di una distorsione alla caviglia

NEWS_1224677924_marchisio_new.jpg

 

TORINO - Altra pesante tegola in casa Juventus. Dopo la splendida vittoria scaccia-crisi di ieri sera in Champions sul Real Madrid, la squadra bianconera deve fra fronte all’ennesimo infortunio non di poco conto, uno dei tanti in questo inizio di stagione che sta colpendo la rosa di mister Ranieri. Stavolta a varcare le porte dell’infermeria di Vinovo è stato Claudio Marchisio, uscito decisamente dolorante nel match contro gli spagnoli al 37' del primo tempo dopo uno scontro fortuito con il compagno di squadra Sissoko. Il centrocampista cresciuto nelle giovanili della Vecchia Signora, dopo gli esami effettuati in mattinata, ha subito “una distorsione tra il primo e il secondo grado alla caviglia sinistra” come recita il bollettino stilato dallo staff medico juventino sul sito ufficiale del club, e pertanto dovrà rimanere ai box per 25 giorni. Una notizia questa che non ci voleva per Ranieri vista soprattutto l’indisponibilità in mezzo al campo attualmente sia di Poulsen che di Cristiano Zanetti.

 

Solita fortuna... -.-

 

 

La gioia di Alex

Del Piero applaude la prova di Madama contro il Real: "Siamo felici e orgogliosi"

NEWS_1224697603_alex_linguaccio_real.jpg

 

TORINO - È euforico Alessandro Del Piero nel day-after dello splendido successo in Champions League sul Real Madrid. Il capitano juventino, grande protagonista della serata dell’Olimpico di Torino con un gol dei suoi, il 41esimo sigillo personale nella manifestazione più blasonata a livello continentale, sottolinea la super-prestazione dell’undici bianconero fondamentale per il futuro della stagione dopo il momento-no attraversato negli ultimi tempi dalla Signora. “Siamo felici ed orgogliosi per la vittoria di ieri, arrivata nel pieno di un periodo per noi non facile e che ci consente di fare un bel passo in avanti nel girone di Champions League – ha spiegato 'Pinturicchio' dalle pagine del proprio sito internet - Il successo ottenuto ci dà coraggio ed entusiasmo per affrontare le prossime impegnative ed importanti gare – ha aggiunto - ad iniziare da Juventus-Torino di sabato prossimo”.

 

Mito!

 

 

Juve e Fiorentina, è sfida per due sudamericani

Felipe e Valeri nel mirino delle due società

NEWS_1224700017_valeri.jpg

 

TORINO - Com'è noto, il mercato sudamericano è costantemente monitorato dalle grandi squadre italiane che sempre più spesso sono costrette a misurarsi sui medesimi obiettivi. Secondo quanto riportato da 'Tuttosport', Firoentina e Juventus potrebbero dare vita ad un duello molto acceso nel mercato invernale per Diego Hernan Valeri, esterno di centrocampo del Lanus, e Felipe, difensore centrale del Gremio.

 

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Juve, finalmente una bella notizia

Camoranesi è tornato in gruppo

NEWS_1224783247_camoranesi.jpg

 

TORINO - L'infermeria regala finalmente una buona notizia a Claudio Ranieri. Mauro German Camoranesi è tornato oggi in gruppo, svolgendo quasi l'intera seduta mattuttina insieme ai compagni. Giorgio Chiellini si è allenato in palestra ma, al pari di Zdenek Grygera, allenatosi a parte, sarà sicuramente disponibile per il derby di sabato sera. Niente da fare invece per Cristiano Zanetti e Jonathan Zebina.

 

 

Alex Highlander!

Il metodo di preparazione del capitano bianconero diventa moda

NEWS_1224746119_delpiero.jpg

 

TORINO - Le infermerie delle squadre di calcio sono sempre stracolme di malati; strappi muscolari e legamenti stirati sono infatti ormai i refrain che accompagnano i novanta minuti della partita. In molti additano come responsabile dei guai fisici dei calciatori il ritmo eccessivo delle partite, altri se la prendono invece con il business del calcio, altri ancora con i carichi di lavoro. Indipendentemente dalla causa, i club ormai si organizzano con panchine lunghe per sopperire agli infortuni. La Juventus, come suo costume, è speciale e signora anche in questo. Nell'ultimo periodo è stata protagonista di una serie incredibile di ko: ultimo aquello del giovane Marchisio. Ma mentre tutti cadono e riccorono alle cure mediche, c'è un uomo che resta sempre in piedi: Alex Del Piero. Il capitano dei bianconeri vanta infatti una forma invidiabile, nonostante l'età non certa imberbe. Alex sta così bene che il suo metodo di preparazione sta facendo proseliti a Vinovo. Molti calciatori della Juve infatti, vogliono adottare il metodo del capitano, fatto di assistente personale, palestra, tabella e un autogestione ferrea. Alex si allena così da anni: oltre al lavoro di gruppo svolge quello personalizzato, costruito appositamente per lui da un preparatore atletico. Un modo di fare che finora ha pagato, in salute. E gli altri bianconeri ora vogliono imitarlo. Alla Juventus va di moda Alex versione Highlander!

 

Mitico capitano **

 

 

Chiellini: Derby come il Real

Il difensore carica la Juventus dopo la bella vittoria in Champions

NEWS_1224789386_chiellini.jpg

 

TORINO - Dopo la bella vittoria contro il Real Madrid in Champions, la Juventus cercherà di uscire definitivamente dalla crisi battendo il Torino sabato nel derby. Giorgio Chiellini, ospite di "Attenti a quei due" su 'Sky', ha parlato del momento in casa bianconera. "Abbiamo fatto meno di quello che ci aspettavamo anche noi stessi, in campionato soprattutto. Guardando la classifica, siamo troppo lontani dal nostro reale valore, al di là degli infortuni subiti. - spiega il difensore - Abbiamo fatto degli errori ma dobbiamo risalire, non possiamo permetterci di stare nella parte destra della classifica. Una vittoria nel derby ci porterebbe fuori dal periodo negativo, non sarebbe così in caso di sconfitta. Sabato sera saremo sicuramente un po' stanchi ma la vittoria col Real Madrid ci farà passare tutta la fatica". Nonostante le tante voci circolate in questi giorni, la Juve è tutta con Ranieri. "Remiamo tutti dalla stessa parte, si è visto contro il Real. E' chiaro che quando perdi i problemi vengono fuori. E' sempre meglio vincere. Se a Napoli avessimo vinto con gol di De Ceglie tutti avrebbero detto che il cambio di Ranieri era stato giusto. Nel calcio è così. Il gruppo è compatto. I giovani sono ben accetti, anche perchè i giovani di adesso sono quelli che sono cresciuti con noi in serie B. De Ceglie, Marchisio e Giovinco sono parte del gruppo ma lo erano già due anni fa...".

 

 

Giovinco: Crisi superata, ora datemi il derby

L'attaccante bianconero vorrebbe una maglia da titolare per il derby col Toro

NEWS_1224778670_giovinco.jpg

 

TORINO - La bella vittoria sul Real Madrid può aver aiutato la Juventus ad uscire dalla crisi in cui era sprofondata dopo le sconfitte in campionato con Palermo e Napoli e sabato all'Olimpico si giocherà un'altra gara ricca di fascino, il derby con il Torino. Un impegno a cui Sebastian Giovinco vorrebbe prendere parte dopo l'esclusione di martedì sera: "E' un momento delicato, siamo riusciti a superarlo con la vittoria contro il Real -ha spiegato la 'Formica Atomica' ai microfoni di Juventus-Channel-. E' stato bello vivere il fascino della Champions. Dentro di noi è scattato qualcosa che ha fatto sì che si entrasse in campo in maniera diversa. E' stato un bel modo per ripartire, in vista di una partita importante come il derby. Ho vissuto tanti derby con le giovanili ed è una partita diversa dalle altre, se ne parla in città, in spogliatoio, per i tifosi è speciale. Certo, giocare mi piacerebbe molto, se toccherà a me sarò pronto".

 

 

Legrottaglie svela retroscena su Juve-Real

Il difensore bianconero racconta: "Negli spogliatoi c'è stato più silenzio prima di scendere in campo"

NEWS_1224767719_legrottaglie.jpg

 

TORINO - Due giorni dopo la splendida vittoria contro il Real, Nicola Legrottaglie è tornato sulla serata magica del Delle Alpi per svelare un curioso retroscena: "Quella con il Real è stata la partita in cui negli spogliatoi c'è stato più silenzio prima di scendere in campo. È stato un tipo di preparazione fondamentale - le sue parole a Juventus Channel - per la prima volta ho notato un atteggiamento diverso da parte di Ranieri: di solito prima delle partite parla molto con noi, ci dice tante cose. Martedi, però, è stato strategico perchè ci ha lasciati concentrare, non ha avuto bisogno di dirci cosa fare. Ognuno di noi sapeva benissimo come comportarsi in campo per affrontare una squadra così importante". Ora la parola d'ordine è riscattarsi anche in campionato, a partire da sabato, serata di derby: "Ci sarà grande agonismo, sarà una partita bella e aperta perchè abbiamo bisogni entrambe della vittoria. E sono sicuro che noi giocheremo anche meglio rispetto a quanto fatto vedere con il Real".

 

 

 

 

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero un bel derby, la Juve non è riuscita ad essere spesso incisiva, merito anche di come era disposto il Toro, ma partita mai noiosa, non sarà stata eccezionale ma di sicuro bella da vedere e che catturava l'attenzione ^^ Molto bello il gol di Ama ormai fa sempre questi gol davvero belli che sul momento non sai se entra come ieri che l'aveva parata e poi pian piano la palla è entrata e quindi è stato ancor più bello esultare ^^

Il Capitano la solita prestazione superlativa da leader e da fuoriclasse... ieri nel commento ha detto una cosa bellissima Agostinelli che commentava, tanto che mi sono scese le lacrime, alla domanda dell'altro cronista "Il solito Del Piero fuoriclasse eh?" risposta "Ma qui non si parla più di campione ma di leggenda, del calcio mondiale... che vuoi dire ancora su Del Piero, questo giocatore è unico!" e difatti per me è da sempre il numero 1 al mondo, non c'è un solo calciatore al suo livello su ogni fattore, compresa classe fuori dal campo (quella servirebbe anche a molte persone viventi...).

Non sono d'accordo con Legrottaglie, Molinao ha si giocato bene ma in nazionale io non lo chiamerei per ora...

E comunque licenziassero i preparatori atletici... anche ieri infortuni, persino chi doveva entrare per sostituire un infortunto i è infortunato, questa cosa è grottesca... per non parlare di chi giocava stringendo i denti... -.- 11 infortunati...

Adesso tour de force... Bologna, poi la Roma, poi dal Real e di nuovo campionato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

eh si prova superlativa ancora una volta del capitano, amauri sta facendo il suo mestiere in modo eccellente...qst settimana finalmente con il sorriso sulle labbra, sia x il real che x il toro (nel derby è sempre cm giocare contro una squadra cm il real quindi)...dai forza juve andiamo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tifoso cade dalla stadio dopo il derby

Un sostenitore della Juventus è caduto dalla curva Scirea alla fine del derby

NEWS_1225011936_curva_scirea.jpg

 

TORINO - Poteva avere un epilogo drammatico il successo della Juventus nel derby contro il Torino. Un tifoso bianconero è infatti caduto dal secondo anello dello stadio Olimpico di Torino, durante i festeggiamenti per la vittoria della Juventus. L'uomo si è sporto dalla balaustra ed è caduto dalla curva Scirea: è stato immediatamente trasportato in ospedale e le sue condizioni non sarebbero gravi.

 

Accidenti...

 

 

Molinaro: Uniti e imbattibili

Il terzino della Juve commenta il doppio successo arrivato contro Real e Torino

NEWS_1225024931_molinaro.jpg

 

TORINO - "C'è stato un periodo di riflessione ma il gruppo è rimasto compatto e sereno, e anche il mister ci ha dato serenità. Sapevamo che sarebbe stata una settimana difficile. Già a Napoli c'era voglia di rimettersi in gioco. E la Juve ha scelto le due partite più importanti del girone d'andata". Christian Molinaro analizza la fine della crisi bianconera dopo le vittorie ottenute in settimana contro Real Madrid e Torino. I bianconeri sono finalmente usciti dal tunnel e rivedono la luce: "Abbiamo dimostrato che possiamo battere chiunque e che siamo uniti. La Juve ha sempre dimostrato di saper uscire dai momenti difficili -ha continuato il terzino intervistato da Sky-. Il prestigio delle due partite hanno portato motivazioni altissime. Era un incrocio fondamentale per uscire dal momento di difficoltà. Hanno aiutato, ma sarebbe stata la stessa cosa con altre square. Ora non cadiamo nel trappolone di giocare peggio con squadre che ci stanno dietro". Il compagno di squadra Nicola Legrottaglie ieri sera si è complimentato con lui dichiarando a fine partita che meriterebbe la convocazione in Nazionale: "Io ho sempre lavorato con serenità cercando di fare del mio meglio. La Nazionale sarebbe una grossa gratificazione e non ho mai nascosto di volerci arrivare. Resto coi piedi per terra, e speriamo in una chiamata. Amauri in azzurro? La scelta è sua. Uno come lui farebbe comodo a qualsiasi nazionale. Se fosse stato italiano, per quello che sta facendo se lo sarebbe già meritato. La scelta arriverà molto presto".

 

 

Altri 3 infortunati per Ranieri

In vista della trasferta di Bologna, il tecnico della Juventus deve affrontare l'emergenza infortuni

NEWS_1225029265_grygera.jpg

 

TORINO - La Juventus, a poche ore dal derby, è tornata in campo in vista del match infrasettimanale contro il Bologna. Oltre agli infortuni di lungo corso, salteranno la trasferta emiliana anche Paolo De Ceglie, Zdenek Grygera e Hasan Salihamidzic. L'esterno valdostano si è procurato una distorsione alla caviglia sinistra, il difensore ceco una contrattura al flessore della coscia sinistra e il centrocampista bosniaco una peritendinite achillea sinistra acuta. Tutti e tre dovrebbero farcela a recuperare per il big match del 1 novembre contro la Roma. Sulla via del completo recupero anche Tiago.

 

 

Juve - Porto scambio in vista

I bianconeri pronti a cedere Tiago per un difensore

NEWS_1224927607_tiago.jpg

 

TORINO - Forse gennaio sarà la volta buona in cui la Juventus riuscirà a 'liberarsi' di Tiago. Il portoghese che ha rifiutato diverse proposte negli utlimi tempi, nonostante non abbia mai trovato spazio nello scacchiere di mister Ranieri, potrebbe ora far finalmente ritorno a casa. Il Porto si è mostrato interessato al giocatore, mentre la Juve ha messo gli occhi su uno degli uomini di Pinto da Costa: Bruno Alves. Il club di Vinovo ha quindi proposto alla società portoghese uno scambio fra i due giocatori. Finora nessuna risposta è giunta alle orecchie di Blanc, ma a quanto pare questa potrebbe essere una strada percorribile a gennaio e un buon modo per cedere Tiago e per prendere un difensore d'esperienza.

 

Mhm...

 

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Juve, folle tentazione spagnola

Per il ruolo di regista spunta il nome di Fabregas

NEWS_1224835542_cescfabregas.jpg

 

TORINO - Quel "mi vuole una squadra italiana" pronunciato da Cesc Fabregas sta stuzzicando le fantasie di molte tifoserie italiane, smaniose di abbracciare il campione spagnolo. Dopo le voci riguardanti un interessamento del Milan, 'Tuttosport' avanza oggi un'ipotesi Juventus. In effetti i bianconeri sono scoperti proprio nel ruolo di regista e il 21enne spagnolo rappresenta quanto di meglio possa offrire il panorama mondiale in questo momento. Un'ipotesi suggestiva e sensazionale che potrebbe trarre alimento dalle bizze contrattuali del giocatore con l'Arsenal. Staremo a vedere.

 

 

Attenta Juve, l'Arsenal ti soffia...

Il club londinese molto interessato ad un obiettivo bianconero

NEWS_1224856849_wenger.jpg

 

LONDRA (Inghilterra) - Arsene Wenger, manager dell'Arsenal, potrebbe soffiare alla Juventus il centrocampista del Barcellona Sergio Busquets: è questa l'ultima indiscrezione che rimbalza dall'Inghilterra. Il giovane calciatore spagnolo è in scadenza di contratto alla fine di questa stagione e i 'blaugrana' starebbe cercando di trovare un accordo per il rinnovo. Ma la corte del tecnico francese potrebbe far vacillare Busquets, in un'operazione molto simile a quella che nel 2003 porto Fabregas all'Arsenal. La Juventus, anch'essa molto interessa al giocatore, potrebbe essere anticipata dalla mossa di Arsene Wenger, pronto a dare l'assalto al figlio d'arte (il padre, Carles, giocò come portiere nel Barcellona dal 1990 al 1999, ndr).

 

 

Buonanotte Juve, l'Espanyol ti sorpassa

Il club di Barcellona potrebbe assicurarsi il talento del River Plate Buonanotte

NEWS_1224949696_Buonanotte2.jpg

 

BARCELLONA (Spagna) - In queste settimane i maggiori osservatori di mercato europei si trovano in Sud America per visionare le partite di 'Libertadores' e dei vari campionati, alla ricerca di nuovi talenti. Secondo le ultime indiscrezioni provenienti dalla Spagna, una delle società più attive in questo senso sarebbe l'Espanyol. Stando a quanto riportato da 'As', Paco Herrera, direttore sportivo del club di Barcellona, avrebbe assistito al match di 'Libertadores' tra River Plate e Chivas (la partita è terminata 2-1 per i messicani), per spiare Diego Buonanotte. Il talento 20enne, già nel mirino di Juventus e Napoli, potrebbe approdare in Spagna già a gennaio, ad una cifra di gran lunga inferiore ai 15 milioni di euro previsti in estate. Secondo una fonte vicina al River, l'accordo tra le due società potrebbe prevedere il riconoscimento di un indennizzo agli argentini in caso di successiva cessione ad un'altra società europea.

 

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiellini, l'uomo 'centenario'

La Juventus festeggia le cento presenze in bianconero del difensore della Nazionale italiana di Lippi

NEWS_1225111366_chiello.jpg

 

TORINO - Cento volte bianconero. La Juve celebra Giorgio Chiellini che "non poteva scegliere - si legge sul sito della società momento migliore per entrare nel club dei 'centenari' della Juventus: il cartellino è stato timbrato infatti sabato sera, nella sfida contro il Torino". "Tagliare un traguardo del genere è sempre bello - commenta il difensore - specie se va di pari passo con una vittoria in un derby. Cento partite non sono poche, ma si tratta di un punto di partenza, non di arrivo". Chiellini non ha certo intenzione di fermarsi, nè per quanto riguarda le presenze, nè per quanto riguarda i successi: "Al di là della soddisfazione personale, ciò che più conta è essere riusciti a portare a casa i tre punti. Ora però siamo già proiettati alla sfida con il Bologna. Le vittorie contro il Real e contro il Toro sono state importanti anche per mettere a tacere le critiche, ma adesso dobbiamo continuare a mettere punti in cantiere e a scalare la classifica".

 

 

Due buone notizie da Vinovo

Camoranesi potrebbe essere convocato per Bologna e Zanetti per la trasferta di Madrid

NEWS_1225113539_camoranesi_allenamento.jpg

 

TORINO - "Vi voglio sempre concentrati…!". Ha incitato così la squadra, Ranieri, nel corso della seduta mattutina, la penultima, prima dell’impegno infrasettimanale di mercoledì, a Bologna. La cura cominciata col Real Madrid e proseguita col derby, non è ancora finita. Serve mantenere alta l’attenzione, fin quando non cesserà anche l’emergenza infortuni. Gli ultimi tre in ordine di tempo, Grygera, Salihamidzic e De Ceglie, questa mattina hanno svolto lavoro fisioterapico. Per l’esterno valdostano i tempi di recupero sono leggermente più lunghi (15 giorni), mentre il difensore ceco e il centrocampista bosniaco potrebbero tornare a disposizione già sabato prossimo contro la Roma, così come Poulsen e Tiago.

Le buone notizie arrivano da Camoranesi e Zanetti, che hanno svolto tutto il lavoro, compresa la partitella a ranghi ridotti contro la formazione Primavera. Su Camoranesi deciderà domani Ranieri, che potrebbe aggregarlo al gruppo già per Bologna. Zanetti prepara invece il possibile rientro in vista della trasferta di Champions col Real Madrid.

 

 

Occasione Juve: altra fumata grigia in casa Barça

Ancora un rinvio per il rinnovo di Busquets

NEWS_1225097496_diribarca.jpg

 

BARCELLONA (Spagna) - Le trattative per il rinnovo di Sergi Busquets stentano a decollare e dalla Spagna iniziano a suonare i primi campanelli d'allarme in merito alla permanenza del giovane centrocampista al Barcellona. Secondo il catalano 'Sport', nei giorni scorsi si sarebbe consumata un'altra fumata grigia tra giocatore e società. La dirigenza catalana avrebbe proposto al 20enne un contratto da 300mila euro a stagione, un'offerta accolta con una certa freddezza dall'entoruage del giocatore, che avrebbe affermato: "Sappiamo che non ha diritto a chiedere troppo, però merita molto di più". Molte squadre sarebbero disposte ad accontentarlo, Juventus in primis, non resta che attendere gli sviluppi della trattativa.

 

 

Ranieri punta un difensore romeno

Potrebbe essere romeno il rinforzo in difesa per la squadra allenata dal tecnico romano alle prese con l'emergenza infortuni

NEWS_1225107239_tamas.jpg

 

TORINO - Secondo alcuni quotidiani francesi, la Juventus avrebbe messo gli occhi sul difensore romeno Gabriel Tamas, di proprietà dell'Auxerre, ma attualmente in prestito alla Dinamo Bucarest. I continui infortuni dei giocatori bianconeri, soprattutto di difensori, avrebbero convinto i dirigenti di Corso Galileo Ferraris ad intervenire sul mercato e Tamas sarebbe il giocatore giusto individuato da Ranieri e dagli uomini mercato della 'Vecchia Signora'. Costo dell'operazione, tra i 4 e i 6 milioni di euro.

 

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Amauri: Voglio giocare!

Il bomber bianconero 'rifiuta' il turnover: "Sto bene, non mi fermo"

NEWS_1225197517_amauri_vs_catania_2.jpg

 

TORINO - Amauri non vuole fermarsi. Dopo il gol-vittoria nel derby di sabato, il settimo sigillo stagionale fra campionato e Champions League, l’attaccante brasiliano vuole proseguire sulla strada intrapresa in questo inizio della sua avventura a Torino, caricandosi sempre di più sulle spalle la 'creatura' di Ranieri dopo un periodo, forse archiviato con i successi su Real e Torino, di crisi profonda: “Non voglio fermarmi, non ci penso, voglio giocare – ha sottolineato l’ex Palermo, in orbita turnover in vista del match di mercoledì a Bologna, ieri sera a margine di un torneo di calcio a 5 giovanile nel quartiere Mirafiori dedicato alla memoria di Alessio Ferramosca – Anche A Bologna voglio essere in campo. Se Dio vuole – aggiunge Amauri - sto bene e posso andare avanti per segnare altri gol. Riposare sul più bello non mi sembra il caso...”.

 

 

Il monito di Ranieri : "Il Bologna si gasa con le grandi"

L'allenatore bianconero predica calma in vista della trasferta di Bologna

NEWS_1225204270_ranieri.jpg

 

TORINO - Il calendario e l'emergenza infortuni non danno tregua a Claudio Ranieri che anche contro il Bologna sarà costretto a convocare molti primavera. "Dobbiamo continuare a fare punti e a recuperare i giocatori infortunati". Questo è il pensiero dominante dell'allenatore romano che per domani sera recupererà Camoranesi: "Ieri si è allenato con noi per la prima volta, è in fase di recupero, anche se ovviamente non avrà i 90’ nelle gambe. Le assenze in un periodo in cui si gioca molto si sentono di più. Vorrei far rifiatare chi sta giocando tanto, ma lo potrò fare solo se mi renderò conto che quelli che recuperano dagli infortuni avranno raggiunto la forma necessaria per andare in campo". La situazione dell'infermeria potrebbe regalare un'occasione importante ai giovani, tra questi, in rampa di lancio potrebbe esserci Ekdal: "E’ una possibilità – conferma Ranieri – E’ un ragazzo che ha ottime qualità, si applica e ha un buon futuro davanti a sé. Giocando più spesso migliorerebbe ancora molto, ma questo è lo stesso discorso che faccio per Giovinco: quando hai il vento a favore è più facile inserire i giovani rispetto ai momenti di difficoltà". Difficoltà che sicuramente la Juve incontrerà a Bologna: "Il Bologna è una squadra che si esalta quando affronta le grandi squadre, come dimostrano le vittorie sul Milan e sulla Lazio. Quest’ultima partita ad esempio è stata significativa per come i rossoblu hanno aggredito l’avversaria senza lasciarla respirare. Il Bologna è una squadra che ha dubbi e vuole certezze. Sarà dura, ma noi dovremo andare a fare la nostra partita, giocando con autorevolezza e spinti dalla voglia di fare il massimo per uscire da una situazione delicata a causa degli infortuni".

 

 

I convocati di Claudio Ranieri per Bologna

Il tecnico della Juventus ha diramato la lista dei convocati per la trasferta contro i rossoblù

NEWS_1225212179_camoranesi.jpg

 

TORINO - Molti giovani nella lista dei convocati di Claudio Ranieri per la trasferta di Bologna. Non ci saranno, oltre agli infortunati di lungo corso, Nicola Legrottaglie e capitan Alessandro Del Piero, mentre recupera Mauro German Camoranesi. Questa la lista completa:

 

3 CHIELLINI Giorgio

4 MELLBERG Olof

8 CARVALHO DE OLIVEIRA Amauri

9 IAQUINTA Vincenzo

11 NEDVED Pavel

12 CHIMENTI Antonio

13 MANNINGER Alexander

15 KNEZEVIC Dario

16 CAMORANESI Mauro German

20 GIOVINCO Sebastian

22 SISSOKO Mohamed Lamine

27 EKDAL Albin

28 MOLINARO Cristian

30 CARDOSO MENDES Tiago

32 MARCHIONNI Marco

31 NOCCHI Timothy

36 CASTGLIA Luca

40 ROSSI Fausto

41 ARIAUDO Lorenzo

43 DE PAOLA Andrea

 

 

Juventus da scudetto? Cobolli Gigli ci crede...

Il massimo dirigente bianconero convinto delle potenzialità della 'Vecchia Signora'

NEWS_1225218387_cobolli.jpg

 

TORINO - "Non è il momento di fare programmi, ma di riportarci in una posizione tale per ripensare allo scudetto". Parola di Giovanni Cobolli Gigli. "Nulla è perduto - ha detto il presidente della Juventus - veniamo da una buona settimana e il campionato è livellato". La buona settimana vissuta da tutto l'ambiente viene sottolineata anche da Jean-Claude Blanc: "Cambia tutto rapidamente, otto giorni fa non c'era allegria, anche se c'era volontà di cambiare la situazione. Proprio l'opposto di quanto vissuto due giorni fa. Comunque la voglia di vincere c'era anche a Napoli".

 

Ma tu taci -.-

 

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha fatto bene, ha fatto tirare il fiato ad Alex che non può giocare sempre. Che dire... ieri grandissimo primo gol di nedved, da capitano, e sul secondo bè... la sua espressione la diceva lunga XD Ultimamente alla Juve escono questi gol così, per esultare devo aspettare perchè sulle prime non si capisce, comunque regalo di Antonioli anche se il 2-0 era meritato... e poi si è visto il gioco schifoso di Ranieri, sia nei cambi che nell'andamento... Juve che pensa di aver già vinto e si fa mettere sotto rischiando, subisce gol e poi devi stare lì a sperare che fischi -.- E anche alcuni giocatori si sono addormentati... tutto sommato considerando il primo tempo e un po' del secondo ha giocato bene però il gioco si vede...

Ora sabato sera la Roma... e non sarà affatto facile... almeno speriamo di cominciare a recuperare qualche giocatore.

 

 

Ranieri: La notte non è finita

Il tecnico bianconero fiducioso sulla ripresa dei suoi

NEWS_1225317397_ranieri.jpg

 

BOLOGNA - ' A dà passà a nuttata' si dice a Napoli. Ma di questi tempi anche a Torino, sponda bianconera. Già perchè la vittoria della Juventus sul Bologna dà fiducia e morale, ma non toglie del tutto gli incubi della crisi. "Siamo in ripresa sulla strada giusta per risalire la china - ha detto il tecnico Ranieri a Sky - prima del Bologna, stavamo al buio, era mezzanotte, ora sono le due/tre di notte, bisogna spingere l'accelleratore". La squadra è falcidiata dagli infortuni: " Abbiamo una grande rosa, qualcuno lo spremo più degli altri e gli infortuni li superiamo con l'aiuto di tutti, dei ragazzi giovani. Poi giocando ogni due o tre giorni anche per un banale infortunio si saltano sei partite". L'allenatore bianconero è soddisfatto di Tiago: "Lo devo ringraziare: ha fatto un'ora di gioco eccellente facendo un solo allenamento".

 

 

Madama e 'Furia ceca' sono tornati: "Non abbiamo mai mollato"

Pavel Nedved esulta dopo il match vinto contro il Bologna: "Non siamo mai stati in crisi"

NEWS_1225320315_nedved_oro_new.jpg

 

BOLOGNA - Dopo un periodo di magra e prestazioni non all’altezza della sua fama, Pavel Nedved è ritornato nuovamente decisivo e alfiere imprescindibile della Signora in quel di Bologna. Il centrocampista ceco, capitano per l’occasione stasera in assenza di Del Piero, si è rivelato il match-winner del 'Dall’Ara' grazie ad una doppietta delle sue e una prova finalmente sugli standard a cui eravamo abituati. La 'crisi', personale e della Juve, è quindi ormai definitivamente alle spalle: “Non c'è mai stata nessuna crisi. Ci sta di perdere qualche partita ma non bisogna mollare mai, esattamente quello che abbiamo fatto noi – ha spiegato la ‘Furia ceca’ ai microfoni di 'Sky' - Ora siamo molto contenti perché abbiamo vinto una partita che sapevamo sarebbe stata dura. Siamo stati bravi a passare in vantaggio e a difendere il risultato nella ripresa. Certo, nei 15 minuti finali abbiamo sofferto un pò, ma la vittoria è comunque arrivata”.

 

Eh bravo ^^ E comunque la vittoria è meritata.

 

 

Cobolli avvisa 'Mou': Inter, arriviamo!

Il presidente juventino soddisfatto dopo la vittoria di Bologna: "Andiamo avanti con umiltà"

NEWS_1225327122_Cobolli_Gigli-juve.jpg

 

BOLOGNA - Esprime tutta la propria gioia Giovanni Cobolli Gigli nel post-partita di Bologna-Juventus che ha visto l’undici bianconero prevalere sui rivali emiliani per 2-1 grazie alla doppietta di un rigenerato Pavel Nedved. Un successo quello ottenuto al 'Dall’Ara' che vale doppio per la truppa di Ranieri secondo il presidente di Corso Galileo Ferraris: “In questo periodo otteniamo risultati molto complicati – sottolinea Cobolli - C'è stata sofferenza e c’è soddisfazione. Nedved è stato il migliore in campo, ma mi sono piaciuti anche Mellberg e Ekdal. Tiago? L’ho visto bene, è un giocatore in più di classe che abbiamo, utile sempre e in particolare in momenti come questi”. Poi un chiaro messaggio alle concorrenti, soprattutto all’Inter, per l’obiettivo scudetto: “Andiamo avanti con umiltà – afferma il massimo dirigente della Signora - Ci tengo a sottolineare, visto che la corsa la facciamo anche sull’Inter, che in queste due partite abbiamo recuperato 4 punti”.

 

Zitto... :ggh:

 

 

Caccia in Brasile

Osservatori della Juve in Sudamerica per Felipe Mattioni

NEWS_1225269059_mattioni.jpg

 

TORINO - La Juventus è attivissima sul mercato e dopo l'interesse per Diego e Xavi, sulle pagina della 'Gazzetta dello Sport' spunta un altro nome, quello di un baby fenomeno brasiliano: Felipe Mattioni Rohde. Emissari bianconeri sono sbarcati in Brasile per osservare da vicino l'esterno destro titolare nel Gremio di Porto Alegre e nella Nazionale Under 20. Si fa un gran parlare di questo giocatore che ha attirato su di sé l'attenzione dei maggiori club europei. Con circa 7 milioni di euro l'affare va in porto.

 

 

MADAMA APRE A DIEGO, MA C'E' UNA DOPPIA INSIDIA

L'ad bianconero Blanc: "Il brasiliano verrà valutato". Sul giocatore però piombano anche Inter e Atletico Madrid

NEWS_1225279031_diego_new.jpg

 

TORINO - Malgrado le dichiarazioni di circostanza da parte del management juventino, Madama continua a vigilare con molta attenzione la situazione inerente a Diego. L’incontro in gran 'segreto' tra il padre-procuratore del fantasista brasiliano e la dirigenza bianconera ieri non c’è stato e Blanc incalzato sull’argomento aveva chiuso ad un suo eventuale acquisto (“Il mercato è chiuso, questo è solo un gioco di agenti per promuovere il loro assistito”). Stamani, però, sulle colonne di 'TuttoSport', l’amministratore delegato di corso Galileo Ferraris ha compiuto un deciso passo indietro aprendo le porte all’arrivo dell’asso del Werder Brema a Torino: “Diego verrà valutato – ha ammesso il dirigente francese - Noi, d’altronde, abbiamo un metodo ben preciso: prima analizziamo il giocatore in base alla sua adattabilità al modulo di gioco, poi andiamo a vedere le sue caratteristiche tecniche e personali e infine valutiamo l’aspetto economico della trattativa, ovvero quanto può costare il cartellino e quanto di ingaggio. Anche con Diego opereremo così. D’altra parte – prosegue - stiamo effettuando una selezione molto accurata su giocatori famosi e meno famosi in tutto il mondo. Anche se non ci dimentichiamo mai dei nostri giovani: a Napoli, c’erano in campo Giovinco, Marchisio, Ekdal e De Ceglie. Ragazzi che ormai rappresentano una certezza per la Juventus”.

 

Intanto, non si è fata attendere la replica del Werder, piuttosto infastidito dalle voci che vogliono Diego salutare Brema e la Bundesliga: “Parlino pure, poi dovranno venire da noi”, ha detto il ds dei tedeschi Ollofs.

 

Ultimo retroscena: sul cartellino di Diego, valutato sui 20-25 milioni di euro, è piombata anche l’Inter, vista la stima che nutrono per il giocatore sia il patron Moratti che il tecnico Mourinho. Non è escluso che i rappresentati del nazionale verdeoro dopo Torino raggiungano pure Milano per parlare con la società di Via Durini e porre le basi così per un nuovo 'clamoroso' sgarbo della Beneamata alla Vecchia Signora accasando Diego in nerazzurro.

 

Quella interista potrebbe non essere comunque l'unica insidia per la Juventus. Agenti e padre del giocatore sono infatti dati in partenza per la Spagna dove in estate il brasiliano poteva vantare più di un ammiratore. Tra questi, c'era il Real Madrid, anche se con l'arrivo di van der Vaart le 'Merengues' appaiono ormai coperti in quel ruolo. Casella che rimane invece scoeprta all'Atletico Madrid. I 'colchoneros' nei mesi scorsi effettuarono dei timidi sondaggi con il Werder Brema. Il rendimento altalenante dell'undici di Aguirre potrebbe 'costringere' la dirigenza 'rojiblanca' a cercare il grande colpo a gennaio. Staremo a vedere.

 

 

La Signora premia De Ceglie

Ritocco dell'ingaggio in vista per il giovane difensore

NEWS_1225281006_de_ceglie_new_juve.jpg

 

TORINO - Cobolli Gigli & soci sono pronti a 'premiare' Paolo De Ceglie. Il 22enne mancino nato ad Aosta, rientrato alla casa base dopo l’esperienza dello scorso anno a Siena, si sta mettendo in mostra con delle prestazioni positive in questo avvio di stagione, con il ds bianconero Secco che nella serata di martedì si è incontrato con l’agente del difensore Pallavicino per discutere di un sensibile ritocco dell’ingaggio. Si parla di 500 mila euro a stagione fino al 2013.

 

Sono contento, mi piace molto questo ragazzo, è un buon difensore.

 

 

Juve, un ex Napoli nel mirino

I bianconeri sarebbero sulle tracce di Galletti

NEWS_1225295005_galletti.jpg

 

ATENE (Grecia) - Secondo alcune indiscrezioni provenienti dalla Grecia, la Juventus sarebbe sulle tracce di Luciano Galletti, centrocampista offensivo dell'Olympiacos. L'ex giocatore di Parma e Napoli sembra aver trovato nell'Ellade la sua maturità tecnico-tattica. Impiegato soprattutto sulle fasce, il 28enne argentino la scorsa stagione ha realizzato 8 reti in 24 presenze, facendosi apprezzare anche come uomo assist.

 

 

La Juve sceglierà Gasperini per il dopo Ranieri?

Ci sarebbero stati alcuni contatti tra l società bianconera ed il mister, che ha sempre detto di voler restare al Genoa fino al termine del contratto

NEWS_1225301449_gasperini_genoa.jpg

 

GENOVA - Alcune voci che girano da giorni nel capoluogo ligure, danno come molto possibile un addio di Gasperini al Genoa. Secondo alcuni giornalisti, il mister sarebbe stato cercato dalla Juventus. Se, infatti, Ranieri non dovesse arrivare lontano in Champions League e soprattutto piazzarsi dal quinto posto in giù in campionato, parrebbe difficile rivederlo sulla panchina torinese e Gasperini sarebbe il primo tra i papabili sostituti. Per il tecnico di Grugliasco si tratterebbe di un ritorno dopo aver guidato per tre anni di fila la Primavera bianconera e scoperto tantissimi prospetti interessanti (Konko, Palladino, Paro, Mirante, Bentivoglio, solo per citare alcuni). Il diretto interessato ha però più volte ribadito: "Resto qui fino alla fine del contratto, il Genoa è già una grande squadra".

 

 

Ranieri: Tiago non è una bufala!

Il tecnico juventino ha fiducia nel portoghese

NEWS_1225321283_tiago_juve.jpg

 

BOLOGNA - Stasera Tiago è sceso in campo come titolare ed ha giocato un'ora a buon livelli. Era tanto che non capitava e non era facile immaginarselo. Già perchè da quando il portoghese ha messo piede a Vinovo, praticamente non ha mai disfatto le valigie. Nonostante l'affetto dei tifosi infatti Tiago non era riuscito a dare buone prestazioni e di conseguenza non era risucito a conquistarsi la fiducia di Ranieri. Forse qualcosa ora è cambiato. Il tecnico della Juve difende infatti la scelta fatta nell'estate del 2007 e rispedisce al mittente chi accusava la Vecchia Signora di aver preso un bidone. "I ragazzi che vengono acquistati vengono soppesati- ha detto il tecnico a Sky - Tiago ora non si sente un giocatore acquistato, non sente la responsabilità, non è facile venire alla Juve e non fare bene, ma Tiago non è un acquisto sbagliato". E' forse ora che il centrocampista disfi le valigie?

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se dobbiamo mandare via ranieri per gasperini preferisco mille volte ranieri!Il primo goal di nedved è stato stupendo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Juventus, due rientri importanti contro la Roma

Contro la squadra di Spalletti, il tecnico juventino Ranieri recupera Legrottaglie e Del Piero

NEWS_1225374901_intjuv02.jpg

 

TORINO - La Juventus di Claudio Ranieri ha definitivamente superato la crisi di risultati con la terza vittoria consecutiva. Dopo aver battuto Real Madrid e Torino, la Juve ha superato il Bologna con una doppietta del sempreverde Pavel Nedved. Nonostante una serie interminabile di infortuni, l'infermeria bianconera si sta progressivamente svuotando. Torneranno a disposizione nell'anticipo serale contro la Roma il difensore Nicola Legrottaglie e capitan Del Piero che é pronto a riprendersi il posto in attacco al fianco di Amauri. Migliore la situazione anche per quanto riguarda Grygera e Salihamidzic, con il danese Poulsen che resta in dubbio e Mauro German Camoranesi che si candida per un posto nell'undici di partenza.

 

Vai capitano!

 

 

Amauri vede giallorosso: Totti, ti stimo e ti batto

Il centravanti bianconero con la testa rivolta al confronto di sabato sera

NEWS_1225394998_amauri.JPG

 

TORINO - La crisi bianconera sembra essersi definitivamente chiusa ieri con il successo sul Bologna. La Juventus si prepara ad affrontare la sua prossima avversaria, una delle rivali storiche di sempre, la Roma, in un match che giocatori e tifosi delle due squadre sentono particolarmente. Il centravanti della Signora, Amauri, è già con la mente rivolta a sabato sera: "Totti è uno dei giocatori italiani che mi piace, mi piace come gioca, è bello da vedere -ha affermato l'attaccante in un'intervista per la rubrica di Sky, 'Permette Signora'- La crisi? Direi che abbiamo fatto un passo avanti, quando siamo un gruppo compatto possiamo mettere in difficoltà e battere qualunque squadra. Quella di sabato è una partita affascinante e bella, al di là dei problemi che sta passando la Roma, che comunque è sempre una grandissima squadra. E' un bel confronto, un banco di prova, abbiamo un vantaggio perché giochiamo in casa". L'intenzione è quella di conquistare i tre punti per compiere un altro passo verso i due obiettivi della stagione: "L'obiettivo è quello che abbiamo detto all'inizio della stagione: vogliamo tornare ad essere la regina d'Italia e d'Europa, vincere lo scudetto e la Champions. La Nazionale? Sapere che la Nazionale Campione del Mondo ha un occhio di riguardo nei miei confronti è motivo d'orgoglio. Vado per la mia strada e vediamo cosa succederà in futuro. Lippi non mi ha mai chiamato, ci siamo incontrati negli spogliatoio dopo la partita contro l'Inter, quest'estate, e ci siamo detti delle cose belle, tutto qui. Adesso, come sapete, ho fatto la domanda per il passaporto e aspetto. Ma non sappiamo quanto tempo ci vorrà ancora".

 

Quanto già adoro questo giocatore...

 

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene almeno in difesa siamo apposto con Legrottaglie e Chiellini al centro in attacco pure con Del piero e Amauri speriamo almeno che riusciamo a prendere 3 punti importanti per la classifica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devo innanzi tutto dire k sono soddisfatto della nostra Juve, dell'ennesimo capolavoro del Capitano e del lampo di Marchionni...vorrei precisare delle cose:

 

1-E' due partite che Tiago mi sorprende, sempre al suo posto, passaggi corretti...la domanda è: Sta uscendo in lui il campione che era al Lione?? (lo spero, nn farebbe male)

2-Perche non gioca Giovinco?

3-Ranieri ancora non ha capitolo spirito della Juve: si gioca per VINCERE, sempre e comunque...anche sul 2-0 non ho mai visto un allenatore Juventino scherare una formazione che alla fine si rivela un 5-3-2...

4-Ammiro da sempre il Capitano, ma secondo me al posto di Amauri doveva uscire il grande Alex e lasciare + gioco ad Amauri che si è sempre comportato bene durante la partita

5-anche se ripetitivo non riesco a capire la necessità di mettere 3 centrali e 2 esterni difensori...nn ce n'è motivo, la Roma a parte il palo iniziale non si è mai resa pericolosa, se la partita la fa la tua squadra devi STRAVINCERE e non fermarti al 2-0 e kiuderti x paura di subire...

 

X il resto forza ragazzi ^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già la juve ieri ha dominato sopratutto mi e piaciuto tantissimo il gol di alex troppo bello continua così juve che ci fai sognare .

infattti non so perchè poi ha messo Iaquinta al posto di Amauri che cercava a tutti i costi il gol. Sopratutto bellissima la rovesciata di Amauri al volo.

Tiago sta facendo vedere che sta forse per rinascere speriamo perchè un aiuto in più non fa male.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devo dire che forse è stata la partita più bella della Juve quest'anno per ora (peccato che la mia gola non mi ha permesso di urlare...), perchè a differenza delle altre (anche quella col Real dove lasquadra ha si fatto una prestazione da Juve contro Real classica, ma poi si è troppo chiusa per la solita mentalità) qui per 90 minuti ho visto una Juve determinata a lottare... stavolta il gioco di ranieri è stato meno brutto delle altre volte anche se come al solito doveva fare qualche cavolata come togliere Amauri e come addormentare il gioco, ma ho avuto l'impressione che al squadra andasse con una volontà diversa, non quella di lui appunto, e quindi il ritmo è stato molto bello. Niente da dire una partita molto bella e ho rivisto la mia Super Juve ammazza grandi (spero domi allo stesso modo Inter e Milan... cose che non hanno prezzo ^^")... se continua così allora sì che c'è da divertirsi e già mercoledì torniamo a madrid in uno stadio teatro di ottime sfide pure quello e non vedo l'ora anche se sarà durissima!

Per il resto che vuoi dire ella leggenda vivente di Alex? Solo a guardarlo in campo ieri veniva da commuoversi per quello che riesce a fare ancora... una meraviglia quel gol all'incrocio come la sua intera prestazione che prende in mano la squadra da vero leader... degno Capitano della squadra più importante d'Italia.

Nedved... questo giocatore alla sua età riesce a fare delle partite da 8 e ha una grinta unica... non si può non amare!

Così come Amauri... non so quando lo vedo in campo, dai gesti, dalle espressioni, dalle movenze (e dai gol!) vedo proprio un ragazzo che è felice di stare alla Juve, si sente parte di una squadra eccelsa e ce la mette tutta, con la classe che ha, per questo è già un idolo della curva!! Stupenda la sua sforbiciata, davvero meravigliosa.

Marchionni totalmente recuperato (giocatore che sono da sempre stato felice sia stato acquistato dalla Juve) e gol ottimo!

Su Thiago ammetto che sono due partite che gioca molto bene, speriamo di avere un arma in più ora. Anche Molinaro sembr abbia finalmente archiviato il periodo buio e gioca molto bene. Sissoko finalmente h fatto una partita senza errori come agli inizi... che dire meno male che il gioco di ranieri ieri non ha rovinato la prestazione da 10 e lode della Juve per tutta la partita anche se ci ha provato. Vediamo un po' di dargli fiducia se capisce che deve cambiare lui stesso atteggiamento...

Ora a Madrid. Posso solo dire grazie Juve!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non bisogna dimenticare che la Juve ha festeggiato sabato il 111° compleanno della sua gloriosa storia e quale regalo migliore di battere una rivale storica come la Roma!

 

AMAURI: ECCO LA MIA NAZIONALE!

L'attaccante brasiliano taglia corto con una 'battuta' sul suo futuro in nazionale: "Brasile o Italia? Scelgo la...Juve"

NEWS_1225667570_amauri_vs_catania_2.jpg

 

ROMA - Amauri ha finalmente 'scelto' la sua nazionale… Il bomber brasiliano, protagonista di un eccellente inizio di stagione in questi suoi primi mesi con la casacca della Vecchia Signora e in bilico tra la selezione verdeoro di Carlos Dunga e quella campione del mondo allenata da Marcello Lippi, ha svelato a modo suo verso quale 'rappresentativa' batte il proprio cuore: “Brasile? Non è arrivato nessun segnale – ha spiegato l’ex attaccante del Palermo a 'Controcampo' – Sono un pò imbarazzato, essere conteso da due nazionali del genere non è cosa di tutti i giorni. Vivo alla giornata, vediamo quello che sarà… Per il passaporto stiamo aspettando, siamo in attesa. Per il momento la mia nazionale è la Juve”. Amauri, poi, parlando dell'ottimo stato di forma attaversato dall'undici di Ranieri con le quattro vittorie consecutive in dieci giorni tra campionato e Champions League, ha indicato capitan Del Piero come l'elemento fondamentale per la 'rinascita' di Madama dopo il periodo burrascoso di qualche settimana fa: "Alex è cresciuto tanto nelle ultime partite aiutandoci moltissimo ad uscire da un momento delicato - ha sottolineato il centravanti nato a Carapicuiba - Lui è un giocatore dallo straordinario talento, non c'è niente da discutere sulle sue prestazioni. Ogni anno dimostra sempre di essere un giocatore determinante per la Juve. In coppia con lui mi trovo alla grande - aggiunge - ma anche con Iaquinta c'è un ottima intesa". Per concludere, un pensiero alla sfida 'stellare' di mercoledì in Champions nella tana del Real Madrid: "Il Real è una squadra straordinaria, nelle cui fila militano dei grandi giocatori - spiega Amauri - Giocare in uno stadio come il Bernabeu sarà molto emozionante per me. Questa emozione però la metterò da parte quando inizierà la partita e con tutta la squadra cercheremo di far bene".

 

Adoro questo giocatore!!

 

 

Del Piero ha una richiesta

Il capitano soddisfatto della vittoria contro la Roma chiede "continuità in campionato"

NEWS_1225630110_delpiero.jpg

 

TORINO -Ieri sera un suo bellissimo gol su punizione ha mandato all'inferno la Roma ed ha fatto salire sull'ascensore per il paradiso la sua Juventus. Alessandro del Piero ribadisce in ogni gara il suo ruolo di capitano e dei leader dei bianconeri. Ieri sera ha sbloccato il risultato contro i giallorossi ed ha guidato i suoi verso una vittoria che rafforza la risalita verso la vetta della classifica. Quello che adesso Alex vuole è "continuità" e lo chiede tramite il suo sito internet. "Abbiamo compiuto un altro bel passo avanti, contro una squadra forte e ben organizzata come la Roma. L'intraprendenza, l'iniziativa e l'ottimo gioco di squadra ci hanno premiato. Ora bisogna avere continuità per chiudere questo ciclo ravvicinato di gare importanti con buoni risultati".

 

Capitano!!

 

 

Juventus, Ranieri ritrova Zanetti

Il centrocampista verrà schierato in Champions League

NEWS_1225636786_cristiano-zanetti.jpg

 

TORINO - A poche ore dalla grande vittoria ottenuta sulla Roma, la squadra ha ripreso immediatamente la preparazione. Mercoledì c’è un altro appuntamento molto atteso: la trasferta in casa del Real Madrid, valida per la 4ª giornata del Gruppo H di Champions League. La squadra ha svolto una seduta a Vinovo, in una domenica mattina piovosa. Solito lavoro defaticante per chi è sceso in campo con i giallorossi, normale attività per gli altri. Aggregati anche alcuni ragazzi della Primavera.

Il match di sabato sera ha avuto come unica conseguenza un modesto affaticamento alla coscia sinistra per Grygera, la stessa a cui già aveva accusato il precedente problema muscolare, ma non sono stati rilevati elementi di aggravamento. La sua partecipazione alla trasferta in Spagna verrà valutata nelle prossime ore.

Tra gli altri infortunati, migliora Salihamidzic. Il bosniaco ha ancora svolto un lavoro differenziato, ma già da domani c’è la possibilità che riprenda la normale attività. Differenziato per Poulsen e Zebina, e anche per Marchisio. Il centrocampista è tornato per la prima volta sul campo e i tempi di recupero restano ancora di 15 giorni. Chi invece è recuperato pienamente è Cristiano Zanetti. Il centrocampista è ormai a completa disposizione di mister Ranieri.

 

Infine Dario Knezevic. Come da programma, in mattinata è stata effettuata l’artroscopia sul ginocchio sinistro infortunato a Bologna, è stata eseguita l’asportazione dei frammenti cartilaginei distaccatisi a seguito della distorsione subita nella partita di mercoledì. L’intervento, eseguito ad Arezzo dall’equipe del professor Giuliano Cerulli, ha avuto esito soddisfacente.

 

Il giocatore sarà dimesso presumibilmente nella giornata di martedì per fare ritorno a Torino. I tempi per il pieno recupero agonistico sono valutabili intorno ai 90 giorni.

 

 

Nedved, comunque Juve

Per il ceco una carriera in bianconero

NEWS_1225460097_nedved.jpg

 

TORINO - Ha 36 anni eppure continua a correre come una 'Furia Ceca'. Pavel Nedved nonostante il passare del tempo rimane un centrocampista imprescindibile per la Juventus, ma la scadenza del contratto impone una riflessione sul suo futuro. Cobolli Gigli, presidente dei bianconeri, non ha dubbi su cosa fare. " Gli proponiamo un altro anno di rinnovo, o una carriera da dirigente. Comuqnue lui resterà alla Juve".

 

Resta sempre con noi!!

 

 

Juve, sfida alle big d'Europa per il nuovo Robinho

La spedizione sudamericana ha interessato anche alcuni brasiliani

NEWS_1225452700_douglas_costa.jpg

 

PORTO ALEGRE (Brasile) - Sulle sue tracce ci sono da tempo club del calibro di Barcellona, Manchester United e Real Madrid, ma le corteggiatrici di Douglas Costa sono destinate ad aumentare col passare dei mesi. Stando a quanto riferito da 'Tuttosport', anche la Juventus si sarebbe messa sulle tracce del 18enne fantasista, già battezzato in patria come il nuovo Robinho. Chiunque vorrà portarlo nella propria scuderia dovrà tuttavia convincere il Gremio a suon di milioni, visto che la clausola rescissoria del ragazzo è stata fissata in 26 milioni di euro.

 

 

 

Marchionni ci ha preso gusto: "Ora il Bernabeu"

Dopo il gol alla Roma, il centrocampista bianconero vuole fare bene anche in Champions

NEWS_1225701706_marchionni_juventus.jpg

 

TORINO - La vittoria contro la Roma ha definitivamente lanciato la Juventus alla caccia di Inter e Milan. Protagonista della sfida di sabato all'Olimpico è stato anche Marco Marchionni, tornato al gol dopo un lungo digiuno. "Stiamo guarendo con il lavoro: le parole, belle o brutte, servono a poco. Sono orgoglioso di aver dato una mano. - ha detto Marchionni a 'La Stampa' - Sto uscendo dal tunnel dopo due anni sofferti per colpa degli infortuni a ripetizione. Era tanto tempo che non giocavo con continuità, sto prendendo fiducia e mi riescono cose che prima nemmeno pensavo". Nonostante i problemi, Marchionni non ha mai pensato di lasciare la Juve. "Non ho mai avuto dubbi neanche nel momento più buio, la famiglia e mia moglie Claudia mi hanno aiutato ad andare avanti. Volevo far vedere chi era il vero Marchionni. Ora l'obiettivo è far bene con la Juve: ho in testa solo il Bernabeu, uno stadio dove da sempre sogno di giocare".

 

 

Juve, i convocati per il Real Madrid

Zanetti e Grygera restano a Vinovo ad allenarsi

NEWS_1225716533_zanetti_juve.jpg

 

TORINO - Domani la Juventus volerà a Madrid per una gara dal fascino irresistibile ma anche dalle molte difficoltà. Nel lavoro volto stamane molto riscaldamento ed esercizi tecnici e di reattività. In campo con il gruppo anche Zanetti, che però non partirà per Madrid ma resterà ad allenarsi a Vinovo, così come Grygera. E' rientrato invece agli ordini di Ranieri Marchisio. Il mister ha convocato anche quattro primavera: Ariaudo, Castiglia, Nocchi e Rossi. Ecco l’elenco completo dei convocati per la gara di Champions League:

 

3 Chiellini

4 Mellberg

8 Amauri

9 Iaquinta

10 Del Piero

11 Nedved

12 Chimenti

13 Manninger

16 Camoranesi

19 Marchisio

20 Giovinco

22 Sissoko

28 Molinaro

29 De Ceglie

30 Tiago

32 Marchionni

33 Legrottaglie

31 Nocchi

36 Castiglia

40 Rossi

41 Ariaudo

 

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marchisio non parte per Madrid

Il sito ufficiale della Juventus aveva inserito nella lista dei convocati il centrocampista che ancora non ha recuperato dall'infortunio

NEWS_1225739458_marchisio.jpg

 

TORINO - Claudio Marchisio non partirà con la squadra per la trasferta di Champions League contro il Real Madrid. Il giocatore era stato inserito, erroneamente, nella lista dei convocati apparsa sul sito ufficiale della Juventus. Nelle ultime ore, però, il nome del centrocampista di Torino è scomparso dalla lista. Il 22enne non ha ancora recuperato dalla distorsione alla caviglia patita proprio nella gara d'andata di 15 giorni fa contro i castigliani.

 

 

Tiago dice basta

Il portoghese ha rivelato alla tv lusitana di voler lasciare la Juventus

NEWS_1225708413_tiago_juventus.jpg

 

TORINO - Proprio ora che è finalmente diventato utile alla causa bianconera, Tiago Mendes prepara le valigie. Contro la Roma il portoghese ha giocato no­vanta minuti di alto livello, come alla Juventus non avevano mai visto, ma il portoghese, alla tv lusitana 'Antena 1', ha però spiazzato tutti i tifosi bianconeri: "Non gioco, anzi gioco poco, per questo motivo posso pensare di tornare a casa. Il Portogallo è il mio Paese ed è chiaro che se avessi una buona opportunità rientrerei. - ha detto Tiago - Il Benfica? Il club deve dimostrare che mi vuole e poi pos­so mostrare la mia preferenza, nel caso ci fosse­ro due o tre squadre interessate a me. Ma pri­ma di tutto io sono un calciatore professionista e per questo non posso dire che in Portogallo gio­cherei solo nel Benfica".

 

Che faccia tosta... -.-

 

 

[calciomercato.it]

Share this post


Link to post
Share on other sites

va bè diciamo k tiago l'ha fatto apposta...avrà pensato "prima o poi giocherò bene e quindi mi prenderanno in considerazione, ma a quel punto io me ne andrò" beh alla fine x cio k hai fatto nn c perdiamo nulla :XD: vai via va buffone -.-" e se resterà e giocherà bene solo x qst parole sarai sempre buffone...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...