Jump to content
Anime in Evidenza
Manga in Evidenza
Sign in to follow this  
Sephirot

La Signora Bianconera

Recommended Posts

perchè vuole andare via :)

 

Non è un motivo valido per mettere un cadavere in una partita che potevi e dovevi vincere, non renderla uno schifo ulteriore. Poi con quella prova sublime che ha fatto è proprio certo che andrà via...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A quanto pare la Juve vorrebbe "parcheggiare" al Bologna sia Immobile che Pasquato, giocatori che interessano moltissimo ai felsinei, tanto da essere disposti a dare alla Juve sia Ramirez(con conguaglio ridotto) sia Mudingayi...uno scambio più conguaglio.....sinceramente preferirei dare Pasquato è dare in prestito Immobile per avere solo Ramirez...questo sarebbe un affare!

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate il doppio post

Grande Juve, abbiamo espugnato un campo difficile come quello di Bergamo, giocando con grande concentrazione(soprattutto nella fase difensiva, dove si è vista chiaramente l'assenza di Bonucci^^)....due gol veramente splendidi, il primo su un passaggio impressionante di Pirlo l'architetto che poi insacca Lichtsteiner(sempre eccellente la sua prova), nel secondo, bellissimo assist di Marrone(molto talentuoso il nostro gioiello^^) dove Giaccherini(ottima anche la sua prova) non può sbagliare....male Marchisio, ho capito subito la sua sostituzione, evidentemente non è in forma, speriamo che ritorni il principino dei primi mesi....Matri, prova di grande sacrificio, ma sottoporta molto deludente....Vucinic, anche lui ottima prova in fase difensiva, ma pessima sul controllo palla, sui passaggi e sulla parte offensiva del gioco....evidentemente manco lui è nella sua forma top....cmq martedi ci aspetta una battaglia durissimo....il gioco di Luis Enrique ora sta uscendo fuori......

Share this post


Link to post
Share on other sites

molte cose da dire,chiellini un vero maestro della difesa stasera,de ceglie molto affidabile in confronto a bonucci (che tocca 2 palloni e uno lo lascia all'attaccante neroazzurro),pirlo un maestro come sempre,aspettavo di vedere giocare un po' boriello,mi e' piaciuto giaccherini e il mitico lichstainer,grandi campioni,una marea di palle sprecate ma e' una vittoria da tenere stretta.Vucinic una furia come sempre,marchisio opaco stasera secondo me,Comunque grandi campioni con grandissima voglia di vincere!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi ma è una piccola consolazione, ma essere Campioni D'Inverno anche se non è un vero e proprio titolo, dopo anni di agonia è una cosa stupenda per me! Ora se si farà lo stesso identico girone di ritorno come l'andata, ben venga :D se no speriamo di fare meglio. Se fossimo a due giornate dalla fine direi "voglio lo scudetto" ne mancano 19 e dico "voglio arrivare più in alto possibile" grazie capitan conte!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Evvai è andata come volevo, un gran passo avanti dopo Lecce e il Cagliari, certo ancora dobbiamo essere più incisovi, ma ieri ha strameritato. Lo so è solo simbolico il titolo, ma dopo questi anni per me significa davvero tantissimo!

 

Campioni d’inverno!

a4457111-535e-43d7-af23-36cf9e2155f3.jpg

 

Non arricchisce il palmares, né porta la gente in piazza a festeggiare. Non dà certezze sull’esito finale del campionato e anzi mette le avversarie ancora più in guardia. E’ solo un titolo virtuale e, come tale, non ha valore... Sarà anche tutto vero, ma ci piace gridarlo forte ugualmente: la Juventus è campione d’inverno! E solo per una sera, la società, la squadra e i tifosi meritano di godersi in pieno un risultato che, a Torino mancava dal 2006 e che solo qualche mese fa, sembrava irraggiungibile ai più. Non ad Antonio Conte e ai suoi splendidi ragazzi però, che lo hanno raggiunto con un lavoro duro meticoloso e lo hanno legittimato con una superba prestazione contro l’Atalanta. Il 2-0 addirittura non rende loro sufficiente merito visto il dominio sugli avversari, la marea di occasioni costruite e l’invidiabile condizione atletica. Chi aveva avanzato dubbi sulla tenuta dei bianconeri dopo le ultime due partite è servito.

Dopo l’ottima prova contro il Cagliari, De Ceglie viene confermato nell’undici titolare e Chiellini rientra, ma al centro della difesa, al fianco di Barzagli. Sono queste le uniche novità della squadra che scende in campo a Bergamo con una determinazione feroce. Le gambe girano e la manovra è fluida e dopo neanche tre minuti Matri, imbeccato da Pepe, arriva già al tiro nell’area piccola, mettendo alto.

L’inizio è un assedio e all’8’ arriva un’altra palla gol: Marchisio ruba palla sulla tre quarti e manda alla conclusione Pepe, che angola troppo la mira. L’Atalanta risponde con il destro sporco di Bonaventura, neutralizzato da Buffon. Ben più pericoloso il sinistro di Barzagli che, deviato da Consigli colpisce il palo esterno.

Il portiere nerazzurro deve superarsi su Vucinic, che cerca l’angolo alto da posizione defilata, mentre è impotente sulla girata di De Ceglie, potente ma fuori misura. Sono passati appena dodici minuti e i bianconeri hanno già costruito cinque occasioni limpide. Se non ne fioccano altre subito dopo è perché la troppa foga porta via un po’ di lucidità e di precisione all’ultimo passaggio.

La supremazia bianconera è netta, anche quando il ritmo si abbassa leggermente e, a maggior ragione, si trasforma in un dominio assoluto quando la Juve torna a spingere sull’acceleratore. Ancora De Ceglie cerca di girare di testa la punizione di Pirlo, mettendo alto. Pepe prova a fare tutto dal solo, al 40’ e il suo tiro dal limite impegna Consigli, sulla cui respinta Matri non riesce a intervenire. Poi è Vidal a cercare la conclusione dalla distanza, con una saetta che si stampa sulla traversa. La porta nerazzurra sembra stregata e sarebbe una vera beffa se il destro al volo di Denis non finisse sul fondo. Quello procurato dal “Tanke” è l’ultimo brivido di un primo tempo vibrante, che incredibilmente, vista la mole di occasioni prodotte dei bianconeri, si chiude a reti bianche.

Conte inizia la ripresa con Giaccherini al posto di Marchisio, ma non cambia il modulo, visto che l’ex cesenate agisce da interno di centrocampo. E non cambia neanche il copione, anzi si ripete quasi identico con Matri che, dopo aver ricevuto da De Ceglie, va nuovamente alla conclusione al 3’ dall’area piccola, sbagliando la mira.

I bianconeri ricominciano a macinare gioca e finalmente vengono premiati al 10’: Pirlo temporeggia sulla tre quarti, aziona il radar e vede l’inserimento di Lichsteiner. A quel punto per uno gli mette il pallone sulla testa, solo da spingere in rete. Un assist telecomandato che lo svizzero capitalizza siglando il suo secondo gol in bianconero.

La gara si vivacizza ulteriormente, con l’Atalanta che è costretta a uscire dalla tana lasciando di conseguenza più spazi a disposizione della Juve che al 17’ ha un’occasione clamorosa per chiudere la partita. Matri ruba palla a ferri, si invola verso l’area e supera Consigli con un pallonetto delizioso. Delizioso, ma a lato.

Al 24’ Conte perde Pepe, che atterra male sulla caviglia durante un contrasto e viene sostituito da Marrone, mentre Giaccherini si sposta in avanti. La reazione dell’Atalanta allo svantaggio dura davvero poco e la Juve torna subito padrona del campo, amministrando il gioco e il ritmo della gara. Quando i nerazzurri si fanno vedere dalle parti dell’area di rigore trovano gli insuperabili Chiellini e Barzagli e, in extrema ratio, un certo Buffon.

 

Dalla parte opposta dialogano bene Matri e Marrone al 36’, ma il destro del centrocampista viene respinto da Consigli. Il prodotto del vivaio bianconero veste allora le vesti di uomo assist un minuto dopo e lo fa con successo, regalando a Giaccherini, perfetto nell’inserimento, il pallone del 2-0, da spedire in rete con un bel tocco al volo. Per gli ultimi cinque minuti di gara conte passa al 5-4-1, inserendo Bonucci al posto di Vucinic, ma a questo punto si tratta solo di far scorrere il cronometro.

 

E quando il fischio finale arriva, i bianconeri tornano negli spogliatoi con tre punti in più e con la consapevolezza che, giocando così, l'etichetta di campioni, e non solo d’inverno, è più che meritata.

 

ATALANTA-JUVENTUS 0-2

 

RETI: Lichtsteiner 10’ st, Giaccherini 37’ st

 

 

ATALANTA

 

Consigli; Raimondi, Ferri, Manfredini, Peluso; Schelotto (32’ st Ferreira Pinto), Cigarini, Padoin, Bonaventura (17’ st Marilungo); Moralez (38’ st Gabbiadini), Denis.

A disposizione: Frezzolini, Minotti, Stendardo, Tiribocchi.

Allenatore: Colantuono

 

JUVENTUS

Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, De Ceglie; Vidal, Pirlo, Marchisio (1’ st Giaccherini); Pepe (24’ st Marrone), Matri, Vucinic (41’ st Bonucci).

A disposizione: Storari, Krasic, Del Piero, Borriello.

Allenatore: Conte

 

 

ARBITRO: Celi di Bari

ASSISTENTI: Grilli, Rosi

QUARTO UFFICIALE: Rocchi

AMMONITI: 6’ st Lichtsteiner, 22’ Marilungo

 

[juventus.it]

 

E' comunque bello poter ridire dopo tanto tempo: Juventus Campione d'Inverno, sperando di arrivare fino alal fine così e poter essere campioni definitivamente, ma intanto grazie mister, grazie ragazzi e Forza Juve!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

La soddisfazione è tanta....andando avanti cosi, come minimo la Champions non ci sfuggirà, se poi arriva lo scudetto...tanto di cappello^^

Intanto ieri si è vista la mancanza di Bonucci da centrale, Chiellini ha fatto un gran lavoro dietro al posto, sembrava quasi un Thiago Silva in un certo senso....poi verso la fine appena entrato, Bonucci si è fatto riconoscere per un passaggio errato ad un avversario.....ormai è chiaro che ci serve un difensore, Caceres in questo caso sarebbe il più adatto....De Ceglie ha giocato davvero bene, se manterrà questa forma fino alla fine....Bonucci può rimanere fisso in panchina

 

edit: cmq ragà, volevo sapere....si parla di scelta tra Caceres e Guarin, visto che abbiamo disponibile solo un posto da extracomunitario, mi chiedo quindi...se vendessimo Krasic subito già a gennaio, non libereremo un'altro posto da extracomunitario? in questo caso si potrebbero prendere entrambi, occupando quindi tutti e due i posti da extracomunitari....non so se ho reso l'idea... :mhmm:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finalmente campioni d'inverno , mi limito ad essere contento per questo senza aggiungere altro per scaramanzia. marchisio stara fuori solo per una settimana pepe invece rischia da 2 a 3 settimane questo spinge la juve a trovare un centrocampista ed io spero in naiggolanXD

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo Tuttosport, Cellino, presidente del Cagliari, ha ammesso che per giugno Nainggolan sarà un giocatore della Juventus, in base ad un accordo morale fatto con Marotta, però i nostri dirigenti lo vorrebbero subito, cosa che Cellino non sarebbe disposto, vista la mancanza di centrocampisti al pari di Nainggolan.....quest'ultimo poi a discapito di quanto aveva affermato, sarebbe entusiasta di venire alla Juve, stregato dal nostro stadio(ci credo^^)....cmq vada, per giugno ci siamo assicurati un centrocampista dal grande futuro...bravo Marotta, ora cominci a ragionare da vero dirigente juventino.

un'altra notizia è quella che attualmente Juventus e Man City, sono le uniche candidate per ottenere le prestazioni di Paul Pogba, talento francese classe 93' del Manchester United ed ex-Le Havre....si parla un gran bene di questo giocatore, speriamo di riuscire a prenderlo prima noi. Devo ammettere che quest'anno Marotta e Paratici stanno facendo bene....stanno prendendo dei giovani che possono diventare grandi campioni in futuro, speriamo bene....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma nessuno ha detto nulla? Grandissima partita ieri e Juve in semifinale di Coppa Italia ** Grandissimo e immenso gol del mio capitano che finalmente segna nel nuovo stadio :capo: Sei sempre il N°1!

 

Spettacolo Juve, leggenda Del Piero

a5d4ab8c-1d35-4830-871f-733ab54086a8.jpg

 

Quando una squadra ha un’identità solida, poco importa che giochi in coppa o in campionato. Ancor meno conta chi scende in campo: se lo spartito è conosciuto e condiviso, la musica sarà comunque soave, chiunque la interpreti. E così gli orchestrali bianconeri suonano la Roma con il consueto ritmo, nonostante i cambi operati dal maestro Conte rispetto al recente concerto di Bergamo.

Il più evidente riguarda il modulo, un 3-5-2 con Estigarribia e Lichtsteiner larghi sulle fasce all’altezza del trio di centrocampo, composto da Marrone, Pirlo e Giaccherini. Il più eclatante è il lancio di Borriello dal primo minuto, proprio contro il suo recente passato. Al suo fianco, immenso, capitan Del Piero, fresco di Oscar alla carriera.

Un Oscar, a dire il vero, lo meriterebbe anche Emanuele Giaccherini, per lo straordinario momento di forma che sta attraversando. L’ex cesenate, dopo aver punito l’Atalanta sabato, si ripete dopo appena sei minuti di gara anche contro la Roma. Un filtrante rasoterra di Barzagli taglia in due il campo e trova il pronto scatto del centrocampista che entra in area, supera Stekelenburg con un preciso diagonale e si prende il primo coro personalizzato dello Juventus Stadium.

Il gol a freddo e la partenza al fulmicotone dei bianconeri, aggressivi fin dai primi secondi, stordiscono la Roma, che rischiano subito di farsi sorprendere con un’azione analoga a quella della prima rete, ma il signor Maggiani ferma Estigarribia, solo in area, per un fuorigioco quantomeno dubbio.

La reazione giallorossa produce un’uscita bassa di Storari per anticipare Bojan e un colpo di testa alto di Kjaer, ma la manovra della Juve appare decisamente più incisiva. La velocità di alcuni scambi non è solo efficace, ma anche spettacolare. Prova ne sia il triangolo tra Marrone e Del Piero che manda al tiro il capitano al 21’, con la conclusione che si perde di poco sul fondo.

Alex è in palla e si vede: pressa, gioca di prima, cerca continuamente il dialogo con i compagni... Si capisce che gli manca il gol. Gli manca terribilmente, perché qui, allo Juventus Stadium non ha ancora segnato. La Coppa Italia però è da sempre benevola con lui e i suoi record. In Coppa Italia, sei anni fa, contro la Fiorentina, era diventato il miglior marcatore della storia bianconera, superando Boniperti con una tripletta. E in Coppa Italia, questa sera, diventa il primo e unico giocatore della Juventus ad aver segnato in tutti gli stadi in cui la Signora ha giocato, dal dopoguerra in avanti. Per stabilire un primato del genere però ci vuole un gol speciale. Un gol “alla Del Piero”. Al 30’ Alex temporeggia al limite, indeciso se cercare lo scambio con Borriello, che però è in fuorigioco. Poi vede un varco. Uno spiraglio tra le maglie bianche degli avversari che incornicia giusto il “sette” della porta. E allora eccolo, il suo tiro a giro, che parte potente e si insacca nell’angolino alto alla sinistra di Stekelenburg che può solo guardare. Potesse, forse applaudirebbe anche. L’applauso parte comunque ed è quello dei 40.000 dello Juventus Stadium che accompagnano con il loro boato la corsa del capitano, pazzo di gioia per l’ennesima prodezza.

Sul 2-0 la gara è più che mai in discesa e, per quanto la Roma provi a farsi più intraprendente in nel secondo tempo, quando la Juve affonda, specie sulla sinistra con Estigarribia, si ha sempre la sensazione del pericolo imminente.

Il destro di Gago e il colpo di testa di Borini, mandato in campo al posto di Bojan, entrambi fuori dallo specchio della porta, sono quanto l’attacco giallorosso riesce a produrre nei primi venti minuti della ripresa. Lamela, sistematicamente annullato dalla difesa bianconera, si sfoga su Chiellini a palla lontana e finisce anzitempo negli spogliatoi lasciando, al 23’, i compagni in dieci. Totti prova ad imitarlo poco dopo intervenendo in ritardo su Bonucci, ma il cartellino è solo giallo e tocca quindi a Luis Enrique interrompere la sua partita, sostituendolo con Perrotta. Intanto Conte, che aveva già richiamato Borriello, positivo alla sua prima da titolare, mandando in campo Matri, al 32’ regala a Del Piero la doverosa standing ovation. Al suo posto ecco Quagliarella, con tanto di maschera protettiva. Neanche un minuto e Fabio potrebbe gridare al gol, ma la sua deviazione sotto misura, su perfetto assist di Matri, si stampa sulla traversa.

Il finale è da accademia, come quando la Juve si concede un lungo possesso palla, sottolineato dagli olé del pubblico, fino al lancio millimetrico di Pirlo per Quagliarella, che manda al tiro Estigarriba. Il pallone termina a lato, ma l’azione è spettacolo puro. I bianconeri sembrano addirittura non voler infierire quando Matri non trasforma le due occasioni avute negli ultimi minuti, ma il 3-0 arriva ugualmente, con Kjaer che, proprio per anticipare il bomber, devia nella sua porta il cross basso di Quagliarella.

Il successo è rotondo ed è un inno alla Juve che non solo gioca un calcio aggressivo e spettacolare, ma riesce a farlo con tutti i suoi interpreti. Anche chi ha avuto meno occasioni finora, come Giaccherini , Marrone o Estigarribia, è ormai perfettamente integrato nei meccanismi. E questa, per Conte, è una notizia bella quanto il passaggio del turno.

 

JUVENTUS-ROMA 3-0

 

RETI: Giaccherini 6’ pt, Del Piero 30’ pt, aut. Kjaer 45’ st

 

JUVENTUS

Storari; Bonucci, Barzagli, Chiellini; Lichtsteiner, Marrone, Pirlo, Giaccherini (43’ st Krasic), Estigarribia; Borriello (18’ st Matri), Del Piero.

A disposizione: Manninger, De Ceglie, Pazienza, Vidal.

Allenatore: Conte

 

ROMA

Stekelenburg; Taddei, Heinze, Kjaer, Josè Angel; Simplicio (22’ st Greco), Gago, Pjanic; Totti (27’ st Perrotta); Bojan (13’ st Borini), Lamela.

A disposizione: Lobont, Rosi, Juan, Viviani.

Allenatore: Luis Enrique.

 

ARBITRO: Banti

ASSISTENTI: Tonolini, Maggiani

QUARTO UFFICIALE: Bergonzi

AMMONITI: 9’ pt Estigarribia, 39’ pt Pjanic, 21’ st Simplicio, 27’ st Totti, 44’ st Krasic

ESPULSI: 23’ st Lamela

 

 

Del Piero: «Il mio gol per l’Avvocato»

6ead72b0-7c03-4358-a502-410e80653f25.jpg

 

La carriera di Alessandro Del Piero è una summa di momenti straordinari. Per i successi ottenuti, per i record stabiliti, per il significato particolare che hanno tante sue gesta. Si pensi all’ultima, al gol segnato contro la Roma: è stato un capolavoro dei suoi, un gol “alla Del Piero” e non poteva che essere una rete simile, la prima messa a segno nello Juventus Stadium. Ma Alex è andato oltre e non l’ha resa speciale solo per come l’ha realizzata, ma anche per il giorno scelto: il 24 gennaio, anniversario della scomparsa dell’Avvocato. «Credo che l’avrebbe battezzata con una delle sue frasi storiche - commenta Alex a fine gara - E’ stato un bel gol e sono felice di averlo fatto in una giornata tanto particolare per la storia di questa società. Non aver segnato fino a oggi non mi procurava ansia, ma un piccolo peso me lo sono tolto, perché questa rete era attesa da me e da tanti tifosi».

Quando il pallone si è insaccato sotto la traversa, lo stadio è letteralmente esploso e Alex è corso fin sotto la tribuna dove sedeva la sua famiglia: «E’ stato bello segnare anche perché il gol non è stato sol un episodio, ma è arrivato durante una buona prestazione, fatta di tanto movimento e scambi con i compagni. Volevo giocare una bella partita, centrare la qualificazione e poi, nel profondo del mio cuore, fare gol.». E in effetti la prova di Del Piero è stata maiuscola, come quella di tutta la squadra: «Sì, abbiamo giocato bene - continua il capitano - e il fatto che oggi ci fosse più di metà squadra composta da ragazzi che di solito giocano meno dà ancor più valore alla vittoria».

Lo stadio gremito, una rete da cineteca, la qualificazione centrata... Insomma, una serata da incorniciare: «Sì, è stato bello giocare un quarto di finale in questo stadio. Per noi la vicinanza del pubblico è di grande aiuto. Personalmente sono contento, ma la prova di questa sera cambia poco per me. Continuerò a prepararmi al meglio, come sempre, per farmi trovare pronto, esattamente come fanno i miei compagni. Stiamo lavorando tutti con grande impegno per lo stesso obiettivo e i risultati ci stanno dando ragione. Dovremo essere bravi a continuare su questa strada».

 

[juvetus.it]

 

Alex **

Share this post


Link to post
Share on other sites

ieri vedevo la partita da un'altra parte per cui al pc non ho potuto scrivere nulla.....Che partita la Juve! che Partita!!! che gol il capitano...Che GOL!!!!!! non poteva far di meglio, e proprio nel giorno dell'anniversario del nostro amato, straordinario e indimenticabile avvocato Gianni Agnelli...il suo(e anche nostro^^) Pinturicchio, gli ha fatto un grandissimo regalo....in generale è stata una partita a mio avviso meritata sotto ogni punto di vista, che grande Giaccherini, migliora sempre di più, Estigarribia sembrava Bale tanto era veloce ed abile nel saltare l'uomo, gli manca solo la precisione in zona gol e a quel punto, altro che Bale!! Marrone poi, che bel lavoro che ha fatto, il centrocampo era una sicurezza, nonostante mancassero il principino e il guerriero....spero proprio che non lo diano in prestito, questo ragazzo, deve crescere tantissimo e per farlo ha bisogno di stare insieme a gente come Pirlo e Del Piero, che gli possono insegnare tanto....grande Juve! grandissimo Mister Conte!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho potuto vedere la gara ma ho visto i gol e soprattutto il gol alla Del Piero di Del Piero,che dire,grazie capitano dal cuore.Quando quel pallone va a giro sotto l'incrocio non si può fare altro che ringraziare pinturicchio.Essendo cresciuto nel mito del tiro alla Del Piero quando gioco a calcio cerco sempre quel tipo di conclusione ma con scarsi risultati,mi basta però che lo faccio lui...

Se rimettono la Juve il martedì uccido chi organizza la cosa :taja: perchè io il martedì sera ho da fare,sempre!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se rimettono la Juve il martedì uccido chi organizza la cosa :taja: perchè io il martedì sera ho da fare,sempre!

 

mi spiace Goku10 :asd: ...ma preferisco il martedi, si ha più tempo per riposarsi e per preparare le partite del sabato o la domenica :XD: ....cerca di liberarti il martedi a questo punto :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate il doppio post

si parla sempre di Nainggolan alla Juve, proposto metà Immobile più Parolo, nel caso la Juve lo prende e lo giri al Cagliari, la trattativa comunque è ben avviata, si spera in una felice conclusione. A quanto ho capito, neanche Marotta vuole dare in prestito Marrone(e ci credo^^), e preferisce dare metà Immobile, e nel caso pure Toni per sei mesi, oltre che come scritto prima, Parolo. Non sfugge però la pista a Behrami....che colpo sarebbe prelevare Behrami e Nainggolan, lo scudetto sarebbe in cassaforte! chiaramente poi si dovrebbe vendere Pazienza e Krasic per poter pensare di acquistare due centrocampisti....

 

edit: Secondo le ultime notizia, se vendiamo Pazienza(al Genoa o all'Udinese), la Juve farà un doppio colpo Nainggolan-Palombo(o Pizarro)! che roba sarebbe ragà, il centrocampo a quel punto sarebbe inferiore solo a quello del Barça...altri non ne vedo.

Secondo Sky invece, Parolo è la chiave per Nainggolan, speriamo vada in porto questa trattativa. Cmq devo ammettere che Marotta quest'anno mi sta impressionando, finalmente mostra un pò di quella bravura che ho sempre visto in lui quando era nella Samp è che l'anno scorso non ha dimostrato. Sempre secondo Sky, la Juve darebbe Kasami al Cesena per avere Parolo, per poi girarlo al Cagliari, bella mossa davvero....Kasami andrà solo in prestito....e come se non bastasse, sempre secondo Sky, Guarin ha deciso di aspettare giugno per venire alla Juve........spero solo che quanto ho scritto, si realizzi del tutto in vero :gocciola: :XD:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma è semrpe la stessa squadra o è successo un miracolo?? Non sembra che sia passato solo un anno dalla juve deludente e depressa degli anni scorsi , ora non vorrei portar male ma forza ragazzi!!!!

 

Vardeck che hai sangue bianconero come il mio, mi stupisco di te :asd: , stiamo semplicemente giocando come dovrebbe fare la vera Juve, niente di eclatante :asd: ...solo la normalità per la nostra squadra :asd: .....è i giochi non sono finiti :mrgreen: . Stasera o domani speriamo che si riesca a chiudere per Nainggolan, un centrocampista con la sua personalità e le sue caratteristiche sono sempre ben accetti è in più è un giovane classe 88' di grande prospettiva, speriamo bene :mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites

cmq a quanto pare Nainggolan non verrà da noi alla fine; Cellino ha affermato che intende tenerlo, perchè l'interessato, non gli ha detto nulla sul fatto che vuole andare alla juve o altro...quindi non sarà ceduto! vabbè pazienza, accontentiamoci intanto del baby olandese che pare la juve abbia messo le mani da qualke ora, Ouasim Bouy, centrocampista talento della cantera dell'Ajax....secondo Raiola(il suo agente) è un giocatore di grandi qualità e di prospettiva....speriamo bene!

entro martedi almeno vorrei uno tra Pizarro, Palombo, Parolo o Candreva....giusto per far rifiatare uno del trio del centrocampo....possibilmente i primi 2^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate il doppio post!

la Juve ha preso Padoin come rinforzo per il centrocampo! sinceramente ho moltissimi dubbi, però a quanto ho capito, Conte ha chiesto espressamente proprio Padoin alla società, nel caso non si fosse riusciti a prendere Nainggolan(che cmq a giugno sarà nostro, in base ad un patto fatto con il Cagliari)...se è stato il mister a volerlo, allora dobbiamo solo aspettare(ho fiducia nel mister, finora ha azzeccato tutto)...magari ci è capitato tra le mani un'altro Giaccherini....Padoin è sicuramente un bel centrocampista, non da Juve certo, ma sicuramente un giocatore molto duttile che può essere schierato in varie zone del campo...il classico giocatore che piace al mister, speriamo di aver fatto un buon colpo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sia domenica che ieri mi sono scordato di commentare l'ottima prova che ho visto con l'udinese, squadra che dimostra coem sta in quel posto non per caso ma anzi meritando. Il campo tiene bene anche con la nevem, che stadio **

Comunque davvero una bella Juve e spero sempre così, vediamo già stasera a Parma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi introduco al thread lasciando alcuni cenni riguardanti la stagione corrente per la Juventus.

I risultati in campo hanno riflettuto il cambiamento fisico e psicologico della squadra gestita da Conte, il quale ha infuso tutt'un altro spirito al team.

É virtuale il titolo di "Regina d'inverno", ma essa ha saputo premiare la squadra più tenace, tagliente, resistente e costante.

Solo il Milan, attualmente, riesce a tenere il nostro ritmo, portandosi sempre alle nostre calcagna. Era ed è senz'alcun dubbio ancora la favorita del campionato -persino Conte lo riconosce. Signore umile-.

Il risultato del calciomercato invernale è stato positivo.

La società è infatti stata protagonista assoluta: dimostrando velocità con Borriello, determinazione con Caceres (una telenovela brodosa), astuzia, strappando al Milan il talentuoso Bouy.

Anche se è un rimpiazzo quello di Padoin (mancato Behrani, mancato Naingollan, mancato Guarin) lo preferisco di molto a Naingollan.

Infine, per l'estate, si pensa ad un nuovo obiettivo, uno di qualità, per spendere i soldi che si risparmieranno con l'eliminazione degli esuberi tecnici (Amauri, Grosso, Toni, Iaquinta) e una possibile cessione di Krasic -anche se personalmente mi dispiace per egli-. 25-35 milioni di euri °>°

Spero possa continuare a fare del bene questa Juventus, aggiundicandosi lo scudetto e la Coppa Italia. Perchè non sperare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...