Jump to content
Anime in Evidenza
Manga in Evidenza
Sign in to follow this  
Gambit

Hyperversum

Recommended Posts

Allora volevo sapere se qualcuno sul forum conosce/ha letto/gli è piaciuto questo fantastico libro insieme ai due seguiti;

La storia tratta di un gruppo di ragazzi che giocando ad un gioco di realtà virtuale si ritrovano proiettati nel tempo dell'ambientazione del gioco, ovvero la Francia del 1214. Dopo una serie di avventure, nel bene e nel male dovranno decidere da che parte schierarsi nella guerra tra Francia e Inghilterra che si va delineano.

Il libro è molto interessante, scritto descrivendo ambientazioni e personaggi con fedeltà ma utilizzando un linguaggio "moderno" così da rendere più piacevole escorrevole la lettura.

Concludo consigliando questa lettura a tutti gli amanti di fantasy e romanzi a carattere storico, e invitando tutti coloro che l'avessero già letto a esprimere qui la loro opinione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uppo il topic nella seranza che lettore di questo stupendo libro non avesse lo avesse notato :ok:

 

Vi prego fatevi avanti T.T, non posso essere l'unico che ha letto Hyperversum :wallbash:

Share this post


Link to post
Share on other sites

oh, ma chi ritrovo a parlare di un libro che mi ha intrigato! il buon vecchio gambit! Dev'essere destino, credo cambiero' il mio nick in WOLWERINE :ride:

 

devo dire che come idea mi e' piaciuta molto, forse non troppo i personaggi, ma le storie fantasy in genere le apprezzo e questa non fa eccezzione!

non mi ricordo piu' come finisce, pero'! sono rimasto che il giovine

rientra nel mondo antico per caso, con un tizio che non centra niente e va in cerca del fratello

 

 

Edit: lol, come ho finito di scrivere, mi e' venuto in mente :ride:

 

lui, dopo essere stato ripudiato perche' si scopre che viene dal futuro e non solo dall'america, alla fine riceve il perdono del padre adottivo e riprende il suo posto nella societa' francese

 

giusto/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ueeehhh ma che bello finalmente qualcuno che lo ha letto!!!!

 

Guarda a me è piaciuto un sacco, è la storia che io ho sempre sognato di vivere quindi non posso fare altro che apprezzarla :ride: . Sarò di parte ma a me anche la maggior parte dei personaggi mi è piaciuta, sopprattutto (ma è ovvio) Ian, che mi assomiglia se non fisicamente almeno caratterialmente.

 

per il dubbio che avevi tu il terzo va a fnre così

 

il fratello adottivo becca Daniel che sparisce, si incazza non poco, ripudia Ian che torna ache lui nel "futuro". Dopo il matrimonio dell'amico però decide di tornare e va al monastero che c'è anche nel primo libro a lavorare. Alla fine il fratello decide di perdonarlo.

 

Da questa tua affermazione penso che tu abbia letto tutti e tre i libri. Dei tre quale ti è piaciuto di più?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Otaku!

 

 

comunque forse quello che mi e' piaciuto di piu' e' il primo, per la novita' della cosa. Ma anche gli intrighi politici d'oltremare ;) sono molto belli.

 

in verita' non e' uno dei miei preferiti, sono un fan di WoT (batte anche Tolkien), pero', tutto sommato e' la storia piu' probabile da vivere, oggi come oggi, piuttosto che riuscire ad entrare in altri universi, non so se mi spiego!

 

la scena piu' bella?

 

 

ovviamente la scritta sopra non vuole essere in alcun modo offensiva!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tranquillo nessuna offesa :ride:

 

Bah non saprei dire se ho una scena preferita....di sicuro la scena finale del primo libro è fantastica, alla fine del terzultimo capitolo ho imprecato per tipo mezz'ora perchè non accettavo che sarebbe finito così, poi ho letto la fine e ne sono rimasto affascinato. Poi l'ultima scena anche del terzo libro è bellissima. Diciamo che mi piacciono parecchio le scene in cui Ian è provato emotivamente, sia nel bene che nel male, perchè la sua psicologia mi piace molto. La scena in cui lui si dichiara nel primo libro mi è piaciuta particolarmente, da inguaribile romantico quale sono XD

 

 

altre scene sono l'investitura di Ian, quella di Daniel, tutte e due molto belle

 

 

la tua scena preferita invece quale è?

 

p.s. probabilmente il troppo cibo mi ha annebbiato il cervello, ma in questo momento non riesco ad accordare l'acronimo "WoT" a qualche serie di mia conoscenza. Potresti illuminarmi per favore?

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'acronimo e' inglese, sta per Wheel of Time, opera magna (in tutti i sensi!) di Robert Jordan, in via di completameto da parte di Brandon Sanderson.

 

mmm, una scena preferita? bah, come ho detto oltremare si fa interessante, soprattutto l'idea che quel lord abbia giocato addirittura la storia. credo faccia pensare, il fatto che la storia non sia mai com'e' raccontato nei libri(spero)!

 

ps: questa chiaccherata mi ha fatto veni voglia di rileggerli, pero' in questo momento ho in ballo, in ordine di importanza: tower of midnight (WoT), albero e foglia&racconti perduti (tolkien), l'ultimo di ken follet (regalo di natale, bisogna dare un parere a chi fa i regali no -.-") e poi verrebbe h.

ore che ci penso meglio, non so nemmeno dove li ho messi!

ahhhhhhhhh

corro a cercarli!

Share this post


Link to post
Share on other sites

AAAAHHHHH!!!!! Ecco perchè mi era tanto familiare! E' la Ruota del Tempo, che giustamente in inglese è "The Wheel Of Time"! Anche io l'ho letta tutta, anche se la sto leggendo in italiano quindi sto ancora aspettanddo che esca il tredicesimo volume cioè Towers of Midnight. Quella serie mi ha davvero appassionato, i personaggi sono molto belli (il mio preferito è Mat, seguito a ruota da Perrin) anche se alcuni libri sono più pesanti rispetto agli altri e la quantità di informazioni che ci sono dentro ciascun volume è a dir poco immensa XD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mat e' un cretino, fidati! il tredicesimo e' STUPENDO!!!! in italia dovrebbe uscire a febbraio, forse, ma io non ho resistito quando l'ho visto su amazon, tra l'altro costavano piu' le spese di spedizione che il libro in se! anche se e' in inglese lo sto rileggendo, perche' e' troppo bello! Effettivamente R. J. ogni tanto e' stato un pochino :XD: prolisso e perdeva la strada, soprattutto nei libri centrali c'era un'infinita' di personaggi! ora pero' che ci accingiamo alla fine (sanderson ha finito di scrivere A Memory of Light, deve solo revisonarlo, se sopravviviamo ai maya arrivera' in italia tra un annetto!)

comunque devo dire che il momento piu' bello e' stato alla fine del 12, mi ha lasciato in uo stato di pace interiore per una settimana!

ora pero' devo smetterla di deviarti dall'argomento del topic, altrimenti finiamo bannati in due :XD:

apriro' un topic apposito!

Share this post


Link to post
Share on other sites

A quasi un anno di distanza riuppo il topci nella speranza che qualche altro utente oltre Bene_Acus abbia letto questa serie che, seppur non è un "capolavoro" nel senso stretto del termine, è davvero ben scritta e raccontata, con un personaggio (Ian) che continua ad affascinarmi ogni volta che rileggo i libri, cosa che sta avvenendo proprio in questi giorni tra parentesi XD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma lol io non sapevo che esistesse sto topic sennò sai come lo commentavo. Naturalmente ho gia letto tutti e 3 i libri ! E mi è piaciuta la trilogia per il fatto che il 1° libro è normale, il 2 aumenta di più e il 3 è un fo****o mattone :P

Mi sono fatto certe fantasie :matto:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E allora ecco un altro utente che risponde presente all'appello! Anch'io da buon appassionato del genere fantasy ho letto tutta la trilogia di Hyperversum (un po' di tempo fa a dire il vero) e la considero sicuramente una delle più belle saghe fra quelle che possiedo. Ho apprezzato moltissimo tutti e tre i libri ma ho amato alla follia il primo. Lo ritengo quello più ricco di colpi di scena ed inoltre, un romanticone come me, non può che impazzire di fronte allo sviluppo del rapporto tra Ian e Isabeau, passando per momenti critici ma emozionanti come quelli del Cap. 22 e momenti dolci come quelli del Cap. 29 (questo in particolare resterà per sempre impresso nella mia mente) fino ad arrivare al tanto agognato evento del Cap. 45. L'unica pecca di questa saga forse è proprio la mancanza di un quarto libro, a mio parere Cecilia Randall poteva ancora proseguire le avventure di Ian e di Daniel senza risultare noiosa o ripetitiva.

Uno dei miei più grandi desideri sarebbe stato quello di vedere Isabeau o il Conte Guillame nel mondo moderno (anche se ciò andrebbe contro le "regole" del gioco)... Chissà come si sarebbero comportati! :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dei libri il personaggio che adoro è Spy Freeland ( Daniel ) un personaggio ne forte ne coraggioso come Jean Marc De Phonthieu ( Ian ) ma riesce sempre a cavarsela !!! Personaggio più odiato ?? mm.. Tra il barile di lardo di Carl, Jerome Derangle o de Gant.. tutti e 3 :P Ah e anche Re Giovanni senza terra

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me sono sempre piaciuti anche i due compagni di Ian, Etienne e Henri De Bar, "opposti come il ghiaccio e il fuoco ma leali e fedeli alla causa del re. Sono anche uomini sinceri, Sancerre perchè non riesce a nascondere ciò che pensa, De Bar perchè non vuole." Direi che la definizione di Henri "Il Piccolo" De Grandprè è più che azzeccata XD

 

Quanto al possibile quarto libro io personalmente sono favorevole a chiudere il tutto con la trilogia così com'è, certo rivedere quei personaggi in nuove avventure mi farebbe piacere, ma si rischierebbe di stravolgere il tutto......già così è un po' al limite, nel primo viene detto fin troppo chiaramente che il "miracolo" di Hyperversum è inspiegabile, ma nel terzo (anche se motivato più o meno logicamente) fanno avanti e indietro che manco al tornello della metro. Così invece tutti i nodi vengono al pettine, o meglio tutti i pezzi finiscono al loro posto, ognuno si ritrova là dove desidera stare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah sì, come dimenticarsi di Etienne de Sancerre, un vero spasso quello là! :asd:

Un altro personaggio notevole a mio parere è Martewall, il cavaliere Inglese. È un personaggio "dinamico", in particolare nel secondo libro dove è una sorta di coprotagonista.

Continuando il discorso del quarto libro secondo me, proprio perché l'autrice era riuscita nel terzo a dare una spiegazione (poco logica però pur sempre una spiegazione) al fenomeno che consentiva il passaggio tra le due epoche, alla fine non sarebbe stato poi tanto male continuare a "giocare" con le folli regole di Hyperversum. Non credo che la Randall avrebbe finito con il rovinare tutto (i trucchi da lei utilizzati per motivare i vari eventi della vicenda sono sempre stati ben congegnati e studiati). Per quanto riguarda il finale... Beh sì, ovviamente quello del terzo libro non ha bisogno di alcuna aggiunta o modifica ma ragionando in questi termini la saga si sarebbe potuta concludere anche con il secondo libro (che presentava anch'esso un finale abbastanza chiuso).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per citarti, come dimenticarsi di Martewall? Anche quello è un bellissimo personaggio, molto riuscito e molto "umano" , la cui crescita psicologica è stata molto piacevole da seguire.

 

Sul finale sì, forse hai ragione, però nel terzo si concludono anche quelle cose lasciate in sospeso negli altri due, la riappacificazione tra Ian e John Freeland, il matrimonio di Daniel e la nascita di Michel. Per non parlare della "scoperta" da parte di Ponthieu del grande segreto di Ian, perno centrale di parecchie delle sue preoccupazioni (e dolori) nel corso della serie. Considerando questo il terzo mi sembra più che a ragione il volumee conclusivo della serie.

 

p.s. ragazzi, non so se qualcuno di voi l'ha già visto, ma se vi capita buttate una serata a guardare il film Timeline. Potreste notare qualche interessante parallelismo (e il finale è a dir poco fantastico)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riporto in auge questo topic per due motivi: una segnalazione sul mondo di Hyperversum e un mio piccolo dubbio su un elemento della serie che mi è ritornato in mente proprio oggi.

1) La segnalazione riguarda questo:

 

la_strega_e_il_cavaliere_def_bassa1.jpg

 

Ecco, se vi è venuto un colpo bene, sono riuscito nel mio intento! :asd:

Ok, iniziamo subito con la spiegazione: no, non è il quarto libro di Hyperversum ma si tratta comunque di un libro collegato alla saga di Cecilia Randall. Per l'esattezza è un romanzo scritto a più mani da alcuni fans della serie (quindi si tratta di una sorta di fan-fiction). Il tutto però è stato supervisionato dall'autrice della saga principale che è anche intervenuta nella stesura di alcuni capitoli e dell'intero prologo. Per quanto riguarda la trama lo si può considerare una sorta di spin-off che si svolge dopo

il matrimonio di Sancerre e di Donna.

 

Il libro non è mai stato stampato ma ne è stato realizzato un PDF scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale di Hyperversum. Ora, non so se sto facendo il Capitan Ovvio della situazione dato che, sebbene io l'abbia scoperta solo oggi, questa storia è disponibile già da diversi anni quindi non è impossibile che in realtà fossi solo io l'unico a non conoscerla. In ogni caso non mi è sembrata una brutta idea far presente di ciò in questo topic.

 

2) Il mio dubbio invece riguarda questo (scrivo sotto spoiler poiché è una cosa che ho notato riflettendo sul terzo libro):

 

Ty, il ragazzo coprotagonista insieme a Daniel e a Ian, in un dialogo che ha con il primo di questi due afferma che non è nota la data di morte di Jean Marc de Pontieu (ossia lo stesso Ian) e che non è stato neanche rinvenuto il suo cadavere. Ragionandoci su ho elaborato questa teoria (che se non ricordo male è anche accennata nel libro... Ma forse sbaglio): è possibile che non sia nota la data di morte di Ian poiché egli effettivamente non è mai morto nel Medioevo? Ciò vorrebbe dire che egli ha concluso la sua esistenza nel mondo moderno e che, di conseguenza, ha effettuato nuovamente il trasferimento dal XIII secolo al XXI. Cecilia Randall ha detto di aver lasciato alcuni possibili appigli per un'improbabile continuazione della saga nei libri precedenti. Che questo sia uno di essi? Voi che ne pensate?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla segnalazione ti dirò che nemmeno io lo sapevo e che probabilmente me lo andrò a scaricare. Quanto al tuo dubbio, è un dubbio che resta tale, per come la Randall ha chiuso la saga ti dico di no, dato che mi sembra assolutamente impossibile, ma per l'appunto non è detto chiaramente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...